martedì 21 febbraio 2017

Le Erbe di Janas - Shampoo Fico d'India e Rosmarino



Recensione d'uso:
Con lo Shampoo Fico e Lentischio de Le Erbe di Janas era nato un rapporto particolarissimo e speciale, fin dalla prima applicazione. Mi piacerebbe poter dire lo stesso per quanto concerne un'altra variante che ho deciso di provare e che è quella ideata per uso frequente, rinforzante e riequilibrante, con Fico d'India e Rosmarino. Purtroppo fin da subito il nostro incontro è stato controverso. 

Iniziamo dal principio. Lo Shampoo Fico d'India e Rosmarino Le Erbe di Janas in versione minitaglia si presenta all'interno di un packaging sfiziosissimo composto da un bel flaconcino in plastica dura e trasparente con tappo a scatto. Le etichette sono quanto di più bello abbia visto negli ultimi mesi, vera e pura poesia per chi, come me, apprezza la natura in ogni sua forma. 

Il prodotto vero e proprio altro non è che una sostanza liquida vagamente gelatinosa di un bel color caramello. Io ne utilizzo una modica quantità nel mio spargishampoo, aggiungendo acqua e poi miscelandoli a dovere prima dell'utilizzo. Non procedo mai ad un secondo lavaggio e solitamente mi concentro più sulla cute e solo negli ultimi istanti anche sulle lunghezze. Mi concedo sempre un bel massaggio del cuoio capelluto, così da ripristinare al meglio la microcircolazione e liberare i bulbi da sebo, sporcizia, smog ed impurità. Oltretutto è anche il miglior modo per consentire alla cute di bearsi dei principi attivi contenuti nel prodotto.

La profumazione, anche in questo caso, è piacevolissima. Io non amo gli odori troppo sintetici ed industriali e quello dello Shampoo Fico d'India e Rosmarino Le Erbe di Janas è quanto di più distante possa esserci. Sa proprio di natura, di purezza, di passeggiate in campagna e di fiori e frutti spontanei di cui riempirsi le braccia. Mi piace molto anche annusarlo durante il lavaggio stesso, ritornando con la mente a quando in campagna ci vivevo davvero e non riuscivo a separarmi dalla sua incontaminata bellezza. 

Ma non divaghiamo. Perché lo Shampoo Fico d'India e Rosmarino Le Erbe di Janas mi è piaciuto meno della versione Fico e Lentischio? perché sulla mia cute l'ho avvertito troppo ricco. Sebbene non contenga oli, sebbene non sia affatto oleoso, sebbene sia composto di estratti meravigliosi esattamente come il precedente. Eppure, ogni volta che lo utilizzo, sento i capelli più flosci e pesanti. Ben puliti, ovviamente, ma anche più piatti. 
Ho provato ad aggirare l'ostacolo cambiando le diluizioni ma il risultato è rimasto lo stesso. 



Il prodotto anche in questo caso è stato realizzato a mano in Sardegna, è vegan e nickel tested. Oltretutto ha un'altissima concentrazione di estratti biologici, pari ad oltre il 40%. 
L'Inci è composto da: estratto di rosmarino*, estratto di fico d'India*, acqua, estratto di equiseto*, estratto di acacia*, estratto di elicriso*, shikikai*, topinambur*, olio essenziale di rosmarino, tensioattivi di origine vegetale e poco altro. Le sostanze contrassegnate da asterisco provengono da agricoltura biologica.

In conclusione, so di avere tra le mani un vero e proprio concentrato di natura. Lo si avverte leggendo l'inci che è un piccolo capolavoro. Lo si riscontra riempendosi i polmoni del suo profumo di arbusti ed erbe. Tuttavia sui miei capelli mi è piaciuta di più la versione con Fico e Lentischio. Penso che entrambi siano ottimi detergenti ma che l'altro sia semplicemente quello che più si presta alle mie esigenze.



DOVE SI ACQUISTA: nelle biobotteghe rivenditrici del brand; online presso diversi e-commerce tra cui Verdemelabio e Loving Eco Bio
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: ha la data di scadenza
QUANTITA': 50 ml
PREZZO: 5 €.

domenica 19 febbraio 2017

FinisTerre - Fondotinta Minerale Phibest 2 Light Peach



Recensione d'uso:
La mia saga per trovare un fondotinta minerale adatto al mio incarnato tra le proposte di FinisTerre ha inizio nell'estate 2016. Ne acquistai uno che risultò essere troppo scuro e troppo grigio. L'azienda molto gentilmente me lo sostituì inviandomi alcuni campioni ed una nuova jar di fondotinta di una colorazione più chiara, che purtroppo non andò bene lo stesso. Mi dissero dunque che avrebbero cercato di sistemare la situazione non appena fossero uscite delle nuove colorazioni e a dicembre dello scorso anno, quando questo è successo, mi è stato fornito un buono per provare la nuova tonalità Pesca. Tutta questa premessa per dire che nessun'azienda, in tanti anni di acquisti cosmetici online e non, si è mai prodigata tanto per farmi restare contenta di un prodotto. Mai qualcuno si è speso in questo modo per sostituire un colore non idoneo. E' la prima volta che mi succede e non posso far altro che pensare di essere finalmente incappata in un'azienda speciale, fatta di persone altrettanto speciali che hanno a cuore la soddisfazione del cliente ancor prima del ritorno economico.


FinisTerre è un laboratorio cosmetico italiano che ha visto la luce nel 2014, dopo un'attenta preparazione e ricerca delle migliori polveri minerali, sulle quali si è poi specializzata. Io sono una grande amante delle polveri minerali e le ho scelte da anni per truccare il mio viso. Sostanzialmente le preferisco alle altre scelte perché quando indosso un fondotinta minerale sento che la mia pelle respira liberamente e che non è ostruita né "tappata". Prive di sostanze nocive e allergizzanti, le polveri minerali sono la scelta make up più naturale e priva di artifici che si possa decidere di intraprendere. 

Il Fondotinta Phibest di FinisTerre è disponibile per diversi incarnati: neutro, dorato, rosa e pesca. Ciascuna di queste tonalità può essere scelta in varie gradazioni di colore: fair, light, over light, medium e tan. La tonalità di cui vi parlo oggi è la 2 Light Peach, la più chiara disponibile per il sottotono pesca. 


Il packaging, simile a quello di altri fondotinta minerali in mio possesso, consiste in un barattolino trasparente di plastica dura con tappo nero a vite. Sotto il tappo c'è un sifter rotante e richiudibile che consente un dosaggio perfetto e privo di sprechi.

Come si applica. Come tutti i fondotinta minerali si può scegliere di applicarlo da asciutto o da bagnato. Il metodo asciutto è l'unico che io utilizzi e consiste nel prelevare con un apposito pennello la polvere, battere sul tappo per scuotere gli eccessi e poi massaggiare sul viso con movimenti circolari. Il metodo bagnato, che io non uso mai, consiste nel mescolare la polvere alla propria crema viso.

Cosa mi piace di Phibest? Essenzialmente la sua luminosità. Phibest è un fondotinta minerale diverso da quelli precedentemente utilizzati. Contiene delle particelle riflettenti che consentono al viso di risplendere di luce propria, donandogli una maggiore bellezza. La pelle appare più sana e le zone secche vengono mimetizzate. 
Inoltre mi piace moltissimo la sua modulabilità. Si può scegliere di applicare Phibest in modo molto leggero preferendo un pennello da polveri più ampio che diffonda il colore come se fosse una cipria. E si può scegliere, invece, una copertura maggiore stendendo il prodotto con un pennello Flat fino a coprire rossori e discromie come se si avesse a che fare con un fluido siliconico. La copertura non arriverà mai ad essere altissima o comparabile ad un mascherone, ma raggiunge senza difficoltà livelli medio/alti senza che vi sia quel terribile effetto polveroso che affligge altri fondotinta minerali. A conti fatti, nessuno crederà che stiate indossando un prodotto in polvere perché Phibest si amalgama così bene alla pelle da risultare omogeneo e "statico" fin da subito. La naturalezza dell'effetto finale è garantita da questa formula di pochissimi ingredienti che riveste il viso senza occluderlo né soffocarlo. 

So che molte persone sconsigliano il fondotinta minerale a chi abbia una pelle secca o tendenzialmente secca come la mia. Io però non mi sono mai trovata bene con i prodotti fluidi così come invece mi trovo con il minerale. E quello di FinisTerre si è rivelata una scelta ancora migliore perché si fonde ancor meglio con la pelle facendo in modo che non vi sia alcun effetto polveroso da scongiurare. Dopo aver terminato il mio make up vaporizzo sempre un po' di acqua termale sul viso per fissarlo ulteriormente. 
In ogni caso, una buona base viso aiuta sempre la stesura del make up e chi ha la pelle secca credo debba semplicemente trovare una crema abbastanza ricca da sostenere l'utilizzo delle polveri.




Ed ora veniamo al colore, che tanto mi fece penare all'inizio.
Ci abbiamo tanto provato ma neppure la tonalità 2P risulta perfetta per il mio incarnato. E' indubbiamente quella che più gli si avvicina ma non potrei definirla identica neanche se mi impegnassi. La temperatura della mia pelle non è calda né fredda, bensì decisamente neutra. Ed è giallina seppur non eccessivamente. Se acquisto un fondotinta dichiaratamente neutro su di me di solito risulta grigiastro, come infatti capitò anche con il neutro di questo brand.
Appena applicata, la tonalità 2P ha una connotazione spiccatamente rosa per me e appare anche un po' più chiara del mio incarnato. La indosso comunque permettendole di adagiarsi sul mio viso, fino a diventargli simile. Solitamente accade nell'arco di mezz'ora e dopo questo lasso di tempo fatico nel constatare un vero e proprio stacco con il collo. Il prodotto si amalgama, si trasforma, muta le sue sembianze e si adatta alla mia carnagione.
Quando devo uscire subito dopo il trucco preferisco comunque miscelarlo con le altre colorazioni in mio possesso, così da costruire io stessa una tonalità più soddisfacente fin da subito.
Il risultato estetico è, a mio avviso, ottimale: la mia pelle appare perfettamente truccata e luminosa. Non ci sono accumuli di colore a ridosso del naso o in altre zone e anche la durata è davvero buona. Potrei volerlo ritoccare leggermente dopo sette/otto ore ma di norma non lo faccio e lo strucco alla sera come tutto il resto. 

A conti fatti, io credo che il Fondotinta Minerale Phibest di FinisTerre sia un prodotto di ottima qualità. Me ne ero accorta subito la scorsa estate, anche quando utilizzai delle colorazioni che per me non andavano bene. Mi piaceva l'effetto sul viso, mi piaceva quella sensazione di avere a che fare con una base duratura, luminosa e setosa. E anche se la tonalità 2P non mi dispiace, in fondo in fondo spero ancora di trovare una colorazione ancor più confacente perché anche se sul viso non lo sento, Phibest è lì a garantirmi un trucco su cui poter fare affidamento sia per il lavoro che per il tempo libero, sia con il caldo che con il freddo.
La sua consistenza setosa e delicata piacerà molto a tutti coloro che, come me, sul viso mal sopportano texture corpose ed occludenti.



Due parole anche sul pennello Flat. Io ne ho acquistati due da alternare perché li trovo davvero ben fatti. Li utilizzo sia con il fondotinta minerale che con altre consistenze, sia fluide che compatte. In ogni caso mi consente un'applicazione prodotto davvero molto soddisfacente, senza che questo si disperda tra le sue setole.
Il manico è bello consistente, le setole in teklon sono fitte e non hanno mai perso colore né peli. E' diventato il mio pennello preferito per il fondotinta e ve lo consiglio qualora stiate cercando un buon pennello da fondotinta, sia che amiate le polveri, sia che non possiate fare a meno di texture più fluide.



DOVE SI ACQUISTA: sull'e-commerce
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 8 g
PREZZO: 16,80 €.

sabato 18 febbraio 2017

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Qui la mattinata è iniziata con una pioggia scrosciante, presto sostituita da un bel sole moderatamente caldo. Ed ora è il momento di approcciarci ad un nuovo appuntamento con una delle rubriche più seguite ed apprezzate, quella dedicata alle Domande Settimanali.

Oggi mi piacerebbe sapere in che modo vi tenete al corrente delle novità cosmetiche. Se seguite i social più in voga e le pagine delle aziende. O semplicemente andate in negozio e vi fate trascinare dalle commesse o dai prodotti novità esposti in bella vista.
Come al solito vi aspetto per discuterne insieme e al contempo vi auguro un buon fine-settimana!


Come ti aggiorni sulle novità cosmetiche?
Guardi i video su youtube, leggi i blog
oppure segui i social di aziende ed influencer?
Prima di acquistare un nuovo prodotto
cerchi pareri in merito o ti fai incuriosire
dalla pubblicità?
Hai una profumeria di fiducia nella quale
poter conoscere e provare le novità?

giovedì 16 febbraio 2017

Bioearth - The Beauty Seed - Aluronic Serum



Recensione d'uso:
In inverno tutte le pelli, a prescindere dalla tipologia, hanno bisogno di maggiore protezione. Protezione che non si traduce necessariamente in oli, burri ed unguenti. Si può proteggere la propria pelle anche in altro modo, scegliendo composizioni a base di aloe che la rendano più compatta ed umettata. Quando ho ricevuto Aluronic Serum di Bioearth all'interno della mia Corona dell'Avvento Ecobio de Il Giardino di Arianna, questo prodotto ho scelto di utilizzarlo proprio in questo modo: affiancandolo alla mia crema viso ricca di quota grassa per un surplus di idratazione.

Bioearth è un brand che conosco ed apprezzo da anni e di cui ho già provato altre referenze in passato. E' un marchio che si occupa di cosmesi ecobiologica da molto tempo e da prima che questa diventasse anche una moda. Non a caso è sul mercato da ben due decenni e anche per questa ragione credo che potremmo definirlo un precursore che ha spianato la strada anche a molti altri. 

Aluronic Serum di Bioearth si presenta in un bel flancone bianco con pompetta dosatrice rivestito da un'etichetta esplicativa. All'esterno, una confezione in cartone traduce tutti i nostri dubbi in risposte. Vi troviamo infatti la formulazione e anche numerose altre informazioni in merito.


Il prodotto ha una texture gelatinosa, seppur non troppo soda. Poiché scivola via con facilità, consiglio di applicarlo non appena lo si estrae dal suo beccuccio.
Incolore ed inodore, supplisce alle mancanze delle pelli sensibili andando a lenire e calmare le zone arrossate e al contempo alleviando secchezze e aridità. Sulla pelle crea una sorta di pellicola che non si avverte al tatto ma che consente una maggiore protezione contro il freddo e gli agenti atmosferici. Più protetta, la pelle subisce meno gli sbalzi di temperatura e si mantiene più bella e sana nel tempo.

Personalmente ho scelto di utilizzare Aluronic Serum soprattutto nelle giornate più fredde. Applico una nocciolina di prodotto su tutto il viso e quando pochi secondi dopo è asciutto, allora procedo anche con una puntina della mia Repair Viso di Latte e Luna. Talvolta lo utilizzo anche alla sera, da solo, dopo la detersione e dopo aver fatto asciugare il mio Idrolato ai Fiori di Arancio. 
La pelle appare subito liscia, compatta, protetta. 



Chiaramente il prodotto non è uno di quelli che possano essere utilizzati soltanto durante i mesi invernali. Ritengo invece che sia un ottimo passe partout per tutte le stagioni, anche quelle transitorie. Con il caldo si può decidere di applicarla da sola, evitando di abbinargli formule più ricche e spesso occludenti. L'effetto barriera, seppur senza conferire un reale spessore, consente di ottenere una buona base per il trucco. 

L'inci contiene un'alta percentuale di gel di aloe vera*. Poi vi troviamo l'acqua, la gomma cellulosa, l'acido ialuronico in forma salina, l'estratto di calendula*, l'estratto di amamelide*, l'estratto di avena*, la glicerina, conservanti di origine naturale. Le sostanze contrassegnate da asterisco provengono da agricoltura biologica certificata da Icea. 


Concludendo, Aluronic Serum della linea The Beauty Seed di Bioearth mi è piaciuto molto. E' un prodotto che si fa usare volentieri in qualunque periodo dell'anno, scegliendo al momento se utilizzarlo in solitaria oppure se abbinargli una consistenza più ricca subito dopo. In entrambi i casi svolge una buona funzione idratante e protettiva delle pelle, lenendo eventuali rossori e minimizzando le possibilità che se ne formino di nuovi. 
Può essere utilizzato su qualunque tipo di pelle e a qualsiasi età. Privo di coloranti e profumazioni di origine sintetica, anche il rischio di allergie è ridotto al minimo. 


DOVE SI ACQUISTA: nelle biobotteghe rivenditrici del brand; online su Il Giardino di Arianna
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 9 mesi
QUANTITA': 30 ml
PREZZO: 17,80 €.

martedì 14 febbraio 2017

John Masters Organics - Candela Profumata Arancia Rossa e Vaniglia


Recensione d'uso:
Le candele sono, lo sapete già, una delle mie passioni. In casa ne accendo una ogni giorno perché nel tempo questo gesto ha assunto una sorta di ritualità e fondamentalmente penso che un po' di profumo sparso per casa abbia la capacità di tenermi compagnia. 
Quando il mitico Ruggero mi ha proposto di provare la Candela Profumata Arancia Rossa e Vaniglia di John Masters Organics non avrei potuto essere più contenta. Arrivate in Italia solo di recente, ho come la sensazione che faranno furore tra le amanti del genere.

Il prodotto viene venduto all'interno di una graziosa scatolina in carta grezza (riciclata al 100%) contenente tutte le informazioni riguardo l'uso e la composizione della candela. Al suo interno prende alloggio un delizioso barattolo di vetro che tanto somiglia a quelli in cui si conservano le marmellate fatte in casa. C'è persino un tappo per richiudere la candela dopo l'uso, così da non far disperdere inutilmente gli oli essenziali in essa contenuti. 




Prima di ogni accensione viene consigliato di tagliare lo stoppino di circa mezzo centimetro. E' preferibile non tenere accesa la candela per più di 2-3 ore alla volta per un totale di 30 ore totali, che è la durata della candela prima del suo naturale esaurimento.

Parliamo ora del profumo, che in una candela è l'aspetto più essenziale. Arancia Rossa e Vaniglia è una fragranza che John Masters Organics ha già sfruttato per un duo di prodotti per il corpo che ho provato ed amato moltissimo qualche anno fa. Mi riferisco al Bagnodoccia e alla Lozione per il Corpo Arancia Rossa e Vaniglia. Ritrovare quel profumo invitante in una candela è stato estremamente piacevole, anche perché questa variante è assai più calda ed avvolgente: per me più dolce che frizzante. Immaginate una nota di vaniglia che vibri delicata nell'aria, fondendosi poi con un sentore di energizzante arancia. Quello che ne deriva è un odore dolciastro che vira verso il fruttato in un connubio molto casalingo e rilassante. Sa un po' di dolcetto, di cose buone da mangiare.


Mi piace tenere la Candela Profumata Arancia Rossa e Vaniglia di John Masters Organics in cucina, stanza in cui la percepisco chiaramente per tutta la durata dell'accensione e anche nei trenta minuti successivi al suo spegnimento. Nelle stanze adiacenti non arriva o, se lo fa, solo in modo piuttosto blando. 

Come già saprete, tutti i prodotti John Masters Organics vengono prodotti seguendo una serie di norme affinché il risultato sia quanto più naturale possibile. Non fa eccezione questa candela, realizzata in cera di soia ed arricchita da oli essenziali. Lo stoppino è privo di piombo, realizzato in cotone. Il prodotto non contiene paraffina né profumazioni sintetizzate in laboratorio. Il vetro del barattolo può essere riciclato, così come la carta esterna.

A conti fatti, questa Candela Profumata Arancia Rossa e Vaniglia di John Masters Organics si è rivelata un'ottima scoperta. L'esperienza olfattiva è piacevolissima e l'idea di respirare dei sentori completamente naturali ha un che di confortante, soprattutto se di solito si acquistano profumatori sintetici. 

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


SITO WEB: www.johnmasters.it
DOVE SI ACQUISTA: presso i saloni rivenditori del brand o sul sito web
LUOGO DI PRODUZIONE: Stati Uniti
PAO: non ha data di scadenza
QUANTITA': 140 ml
PREZZO: 34,50 €.

domenica 12 febbraio 2017

Dr Organic - Rose Otto - Scrub Viso


Recensione d'uso:
Era una vita che volevo provare lo Scrub Viso alla Rosa di Dr Organic!
Sono un'amante dei cosmetici alla rosa perché della rosa amo la regalità, il profumo e le tante proprietà ad essa associate. Dr Organic è un brand che mi ha dato quasi soltanto soddisfazioni e il fatto che produca da anni una linea alla rosa di cui non avevo provato ancora nulla, mi stava facendo ribollire il sangue nelle vene. Non escludo in futuro di voler provare anche altri cosmetici, ma intanto ho voluto iniziare con questo.

Il prodotto si presenta in un bel packaging costituito da una scatola di cartone aperta sul centro. I colori sono quelli caratteristici della linea, ovvero due tonalità di rosso che si alternano. Le scritte sono ampie e vistose e sul retro viene posto anche l'inci. All'interno troviamo il tubo vero e proprio. Trasparente e morbido, consente un'estrazione efficace del prodotto e al contempo anche la possibilità di capire quanto ce ne sia ancora all'interno e come prelevarlo fino alla fine. 

Lo Scrub Viso alla Rosa di Dr Organic è una cremina biancastra nella quale sono stati dispersi dei granuli. Non ce ne sono moltissimi ma si sentono e si vedono: e soprattutto, li si avverte anche fin troppo in fase di utilizzo. Queste particelle sono di 3 tipi: lava vulcanica, polvere di pannocchia di mais, semi della frutta. Poiché hanno una grandezza omogenea, non ci si rende conto della differenza degli uni rispetto agli altri.
Ha un profumo di rosa molto gradevole, che gli amanti di questo fiore sicuramente apprezzeranno.



Mi sembra doveroso fare una premessa prima di iniziare con la recensione d'uso. Ho una pelle sensibile, che si arrossa e si irrita con facilità. Negli anni ho capito che tende ad avere reazioni sgradite qualora io utilizzi cosmetici aggressivi. Alcune zone si screpolano e letteralmente "si rompono", in altre sopraggiungono brufolini sottopelle. Questo per dire che per me, iniziare un nuovo scrub, può non essere una passeggiata. Il timore che si riveli troppo forte è sempre lì pronto.

Per questa ragione ho scelto di utilizzare lo Scrub Viso alla Rosa di Dr Organic su pelle leggermente umida, affinché l'attrito non fosse eccessivo.
Come lo uso. Procedo con una nocciolina di prodotto che delicatamente massaggio lungo tutta la superficie del viso, insistendo particolarmente solo sul naso. Evito accuratamente il contorno occhi!
Dopo questo massaggio risciacquo con acqua, tampono il viso con un asciugamano e applico una leggera spruzzata di idrolato di fiori d'arancio.

Durante l'uso avverto distintamente i granuli e ammetto che, dopo aver utilizzato per più di un anno il delicato ma efficacissimo Gommage Argilla Bianca di Cattier, riprendere con una sensazione più profonda di esfoliazione è stato un po' destabilizzante. Quando massaggio il prodotto ho sempre un po' paura di graffiarmi ma fortunatamente una volta risciacquato, non ho mai riscontrato eccessivi rossori né lesioni della pelle.

La verità è che il risultato, a dispetto della sensazione sgradevole che uno scrub incisivo può avere su una pelle sensibile come la mia, è davvero ottimo.
La pelle torna di una morbidezza inaudita. La tocco e sembra di avere a che fare con la pelle liscia e soffice di un neonato. 
Personalmente, proprio perché ho la pelle delicata, non faccio mai lo scrub più frequentemente di una volta ogni 15 giorni. Io non posso farlo in tempi più stretti ma coloro che hanno una pelle più dura o meno sottile, certamente troveranno giovamento nel farlo più spesso. 

L'inci contiene: gel di aloe, acqua, glicerina, isopropyl palmitate (che qualora si trovasse in un prodotto non a risciacquo mi farebbe riempire di imperfezioni), granuli di pietra pomice, cera d'api, olio di noccioli d'albicocca, olio di rosa canina, idrolato di rosa, polvere di nocciolo di pesca, gomma xanthana, estratto di rosa damascena, estratto di passiflora, estratto di tiglio, estratto di calendula, estratto di camomilla, acido ascorbico, profumo, olio essenziale di geranio, chiodi di garofano, olio di rosa damascena, acido citrico e poco altro. Il profumo non ha una derivazione sintetica ma naturale.
Si tratta di una formula piuttosto articolata e mi sono sempre chiesta se ci sia bisogno di mettere in mezzo tanta roba in uno scrub a risciacquo. Tuttavia, dal momento che funziona, inutile cercare il pelo nell'uovo.


A conti fatti, lo Lo Scrub Viso alla Rosa di Dr Organic mi piace. Apprezzo il suo profumo di rosa non troppo accentuato. Mi piace la sensazione di pelle rinvigorita e tonificata già durante il massaggio. Approvo che l'effetto esfoliante sia così ben percettibile sia in fase d'uso che una volta finito.
Indubbiamente una parte di me avrebbe preferito una maggiore delicatezza, ma non essendo uno scrub rivolto nello specifico alle pelli sensibili, non so davvero perché avrei dovuto aspettarmelo.
Sebbene io abbia la pelle delicata, questo scrub fatto nel modo e nei tempi descritti, non mi ha recato alcun danno. Solo benefici. 
Le cellule morte vengono via, quella patina di stanchezza sembra sollevarsi per lasciare il posto ad un viso più luminoso. Per me è promosso.


DOVE SI ACQUISTA: nelle biobotteghe rivenditrici; online presso diversi e-commerce tra cui Cuccioli d'Uomo, Salustore, Ecco Verde
LUOGO DI PRODUZIONE: non specificato sulla confezione
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 125 ml
PREZZO: 14,90 €.

sabato 11 febbraio 2017

Novità ed Offerte del Momento

Buongiorno!
Non sapete come districarvi tra le tante Novità ed Offerte in prossimità della festa di San Valentino? Il post di oggi, ancor più ricco del solito, vi sarà certamente d'aiuto. Buona lettura!



- BioMeraviglie offre uno sconto del 10% su tutto con una spesa minima di 45 €. Codice : SVALENTINO17. L'operazione termina il 14 febbraio.


- Dal 6 al 15 febbraio Sabiaqua propone uno sconto del 14% su una selezione di prodotti "romantici".


- Il nuovo brand di cosmesi naturale Gyada Cosmetics sta svelando a poco a poco i suoi primi 5 prodotti, uno dei quali è una Maschera Nutriente per capelli secchi, trattati e sfibrati. Nella composizione prevalgono un mix di estratti vegetali che lavorano in combinazione con olio di argan, burro di karitè ed olio di jojoba per rendere più setosi i capelli.


- Fino al 14 febbraio sull'e-commerce di Profumerie Sabbioni sono attivi 3 codici sconto per fasce di prezzo riassunti in figura.


- Ecobiobella offre uno sconto del 15% con il codice: ILOVEYOU. Scadenza 14 febbraio, non 8 come scritto erroneamente in figura.


- Fino al 12 febbraio l'e-commerce di Collistar offre lo sconto del 20% su tutti i suoi prodotti e le spese di spedizione sono gratuite.


- Loving Eco bio offre tre diversi coupon sconto validi fino al 14 febbraio. Maggiori informazioni nell'immagine. Ricordo anche il codice rcosm10 per ottenere lo sconto del 10% su tutto, non cumulabile con i codici sottostanti.


- In concomitanza con la festa di San Valentino, Mesauda annuncia l'uscita di 14 nuances per i nuovi rossetti con finish ultramatte Heartbreaker Lipstick. Clicca qui per visionare i colori.


- Su Maquillalia fino al 13 febbraio se acquisti 2 smalti Essie, il secondo lo paghi la metà.


- In collaborazione con Revlon, Thun regalerà un rossetto Super Lustruos a chiunque effettuerà una spesa minima di almeno 45 € sulla nuova collezione primavera/estate.  E per i soci del Thun Club, anche una graziosa pochette in regalo.


- Su Ecocose in occasione del San Valentino è in atto la promozione "Labbra da Baciare". Anche i nuovi balsami labbra di Bioearth sono in sconto del 10% insieme ad altri prodotti coinvolti nella promo.


- Solo nei negozi Guess per San Valentino ricevi in omaggio un rossetto Pupa Milano con ogni acquisto superiore a 100 €. Fino ad esaurimento scorte.


- In casa The Body Shop è arrivata la nuova linea per il bagno "Almond Milk & Honey" dedicata alle pelli più secche e sensibili. Scopri qui i prodotti.


- Dal 10 al 14 febbraio sul sito di Pinalli Profumerie e presso i punti vendita puoi ottenere fino al 30% di sconto sulle fragranze maschili e femminili.


- Anche i più piccoli possono beneficiare dei cosmetici Madara grazie alla linea Organic Baby & Kids pensata appositamente per loro.


- Fino a domenica 12 febbraio acquistando due prodotti della nuova collezione Spring 2.0 di Kiko riceverai il 15% di sconto. Accedi alla promozione.


- Novità in casa Bellapierre con i nuovi Kiss Proof Lip Cremes in 15 tonalità. Si tratta di prodotti labbra liquidi e matte dalla texture cremosa e a lunga durata.


- Una bellissima novità Officina Naturae dedicata a tutti coloro che hanno la pelle molto sensibile e reattiva o che soffrono di Sensibilità Chimica Multipla (MCS): è uscita la linea Ultradelicati. Prodotti formulati senza profumi, senza tensioattivi aggressivi, senza coloranti, senza estratti vegetali che potrebbero causare allergie, senza cessori di formaldeide né parabeni.


- Sul sito de La Cremerie con il codice  Love2017 si ottiene il 25% di sconto su tutto. Fino al 28 febbraio.


- Per San Valentino Nabla offre un ombretto in omaggio per gli ordini superiori a 29 € e un rossetto qualora la spesa sia maggiore di 59 €.


- Solo per oggi e domani Sephora offre uno sconto del 15% su tutti i profumi, indipendentemente dal marchio. L'offerta non è cumulabile con altre promozioni.


- Sul sito di Estee Lauder per ogni acquisto superiore a 80 € si riceverà un'elegante pochette contenente 7 minitaglie. Codice da inserire: POWER.



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...