martedì 30 ottobre 2012

Maybelline - The Colossal Volume Express Mascara Look Felino



Da maybelline.it
-Occhi di gatto per un look super seducente.
-Lo spazzolino ad "artiglio" con setole ricurve di diverse lunghezze e punta affusolata segue la forma delle ciglia per la massima estenzione agli angoli.
- Volume pieno.

Recensione d'uso:
Gira che ti rigira, i mascara Maybelline li provo tutti. Trattandosi di un marchio che apprezzo molto per questa tipologia di prodotto, cerco di non farmi mai scappare le varie uscite. Magari non le acquisto subito, ma passano i mesi e poi li testo uno ad uno.
E' quello che è accaduto anche con il The Colossal Volume Express Mascara Look Felino. Lo presi approfittando di un'offerta da Acqua & Sapone, come spesso mi capita. Addirittura con esso mi regalarono un accessorio (quello mostrato in foto).

Il packaging è del tutto simile ad altri mascara del marchio, e praticamente identico a quello del primo The Colossal. Unica differenza sono le macchie di leopardo sul tappo ed il colore delle scritte esplicative.
Lo scovolino riprende invece le stesse caratteristiche del Ciglia Finte, con una forma a ventaglio, concava da una parte e convessa dall'altra. Per applicarlo si devono avvicinare le ciglia alla zona concava, portandola poi  verso l'alto.


Purtroppo, questo mascara non mi è affatto piaciuto. Trovo che non abbia la stessa verve di altri mascara a marchio Maybelline. E non solo non sono riuscita ad ottenere alcun look felino, ma neppure un banalissimo effetto volumizzante o allungante. Le ciglia si stiracchiano l'una sull'altra, creando ciuffetti sparsi e disordinati. Solo lavorando molto il prodotto riesco a districarmi tra i grumi e dare un minimo di ordine, pur restando enormemente insoddisfatta dal risultato ottenuto.
Una volta applicato, il The Colossal Volume Express Mascara Look Felino si asciuga lentamente e si avverte molto la sensazione di "ciglia bagnate". Di buono c'è che secca altrettanto lentamente e si riesce ad arrivare davvero alla scadenza del prodotto, anziché doverlo gettare in anticipo.
Il mio consiglio è di usarne poco. Si intinge lo scovolo una sola volta e con esso si truccano entrambi gli occhi. Usando una maggiore quantità di mascara si rischia di moltiplicare sia i grumi che il disordine. In ogni caso, lo scovolino si impregna troppo già con una sola passata.

Resta poi aperta la questione della quantità di prodotto contenuto nella confezione. Sul dorso del tubetto c'è scritto che sono 9,5 ml. Sull'etichetta attaccata al tappo si parla di 8,2 ml. Si tratta di piccolezze, eppure tutte abbiamo il diritto di sapere quanto mascara compriamo, anche per poter fare raffronti di qualità/quantità/prezzo con altri prodotti di pari utilizzo.

Il colore che ho acquistato, Wild Black, è un bel nero intenso, che resta inalterato sulle ciglia  fino a sera. E nel tempo riesce a mantenere anche una discreta azione incurvante: considerando le mie ciglia piatte, di sicuro posso esserne felice. 
In ogni caso, non lo riacquisterei. Troppo liquido, troppi grumi, troppo poco performante. Un mascara che avevo acquistato per le serate speciali, risulta inefficiente anche per il giorno. Per me è bocciato.


SITO WEB: www.maybelline.it
DOVE SI ACQUISTA: negli ipermercati, nei negozi Acqua&Sapone, in profumeria
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 6 mesi
QUANTITA': Secondo il tubetto 9,5 ml, leggendo l'etichetta sono 8,2 ml. Qual è la dicitura reale??
PREZZO: 11 €. Io l'ho pagato 7,90 € in offerta.

lunedì 29 ottobre 2012

My Make Up - Parfait Amour

Parfait Amour è un ombretto che non si può non amare, almeno per quanto concerne il suo splendido color pervinca. Molte ragazze se ne lamentano invece per la pigmentazione, che giudicano scarsa. Probabilmente sono stata fortunata, perché non ho mai avuto di simili problemi con questo ombretto. Lo vedrete voi stesse nelle foto sottostanti: non ho calcato la mano, il make up è uno di quelli che faccio quando ho 5-10 minuti di tempo e non voglio insistere con alcun particolare. Di "complicato" potrei segnalare solo la presenza dell'eyeliner, che però è facilmente sostituibile con una matita di pari colore se non si ha la mano ferma o non si è particolarmente avvezze ad usarlo. Io ormai con quelli in crema o gel mi sento sicura e non ho paura di sbagliare. Se ne avessi, eviterei l'eyeliner in quelle mattine in cui sono di fretta. Mai indossare qualcosa di nuovo o che di solito ci viene male quando non c'è il tempo materiale per rimediare ai pasticci.

Vi lascio al make up, che come dicevo è semplicissimo e non necessita davvero di spiegazioni. Penso che un bel colore non abbia mai bisogno di eccessive accortezze in quanto perfettamente in grado di "presentarsi" da sé.




Sulle labbra ho usato il mio amato Rebel di Mac. Sotto uno strato di rossetto, sopra il gloss uguale. Adoro questo set e mi bacerei i piedi per aver fatto questo acquisto, alcuni mesi fa. 



Lista dei prodotti utilizzati:
- Shadow Insurance di Too Faced come base su tutta la palpebra;
Correttore Pro Longwear NW20 di Mac per coprire le occhiaie;
Ombretto Shroom di Mac sotto l'arcata sopracciliare e all'angolo interno dell'occhio;
Ombretto Parfait Amour di Mac sulla palpebra mobile e sulla piega;
Ombretto Soul Colour di Astra viola per contornare l'occhio;
- piegaciglia;
Mascara Ultra Tech di Kiko sulle ciglia. 

sabato 27 ottobre 2012

La Domanda della Settimana


Buon pomeriggio a tutti e buon sabato!
Di prodotti per struccarsi ormai c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Lozioni, salviette, oli vegetali, acque micellari, latte detergenti e via discorrendo. Eppure ognuna di noi ha una preferenza, un prodotto che non scambierebbe con gli altri, pur amando magari fare delle prove. Qual è il vostro?

Attendo le vostre risposte e come al solito ringrazio chiunque vorrà partecipare.


Qual è il vostro sistema di strucco preferito?
Qual è quello che la vostra pelle sembra gradire meglio
e che vi soddisfa in pieno?
Avete dei prodotti abituali o cambiate spesso
le vostre abitudini?

venerdì 26 ottobre 2012

Donna Moderna ti regala Astra!

Fonte: Google


Buongiorno a tutte,
un breve aggiornamento per segnalarvi che con Donna Moderna di questa settimana c'è uno smalto holografic di Astra in omaggio.
Ho visto due colori...un bellissimo viola ed un blu. Non so se ce ne siano altri che magari non sono arrivati qui. [Edit da My Make Up Box: gli smalti disponibili sono ben 7!! anche se chiaramente non vengono distribuiti in modo omogeneo].

Il costo della rivista con lo smalto è di 1,20 €.
Fatemi sapere se l'avete già trovato e quale colore avete scelto!

giovedì 25 ottobre 2012

Venus - Aqua Slimmer



Sulla confezione:
Dalla ricerca Venus il primo trattamento per combattere la cellulite da usare durante la doccia. Un metodo rivoluzionario che consente durante la doccia di veicolare meglio e potenziare l'efficacia dei principi attivi, e agire così in modo rapido, preciso e completo sui principali problemi ed inestetismi della cellulite: pelle a buccia d'arancia, pelle a materasso, accumuli adiposi localizzati. Tre azioni sinergiche : Leviga ed Affina la superficie epidermica; Riduce e Appiana la pelle a materasso; Svolge un effetto guaina progressivo, rinforzando la naturale elasticità della maglia epidermica. 


Recensione d'uso:
Di Aqua Slimmer mi piace tutto, a cominciare dal nome. L'ho acquistato un giorno per caso, probabilmente solo perché mi incuriosiva ed era in offerta. Aprendo la confezione sono stata subito investita da un buon odore: mi ha ricordato vagamente la Coca Cola, che non bevo da 6 anni...ed ammetto che il mio ricordo potrebbe risultare alquanto sfocato. Infatti, quando poi sono andata ad utilizzarlo, mi sono resa conto che la profumazione è balsamica, di mentolo, elemento effettivamente contenuto nell'inci.

Il packaging consiste in un tubo morbido trasparente nel quale si intravede la consistenza interna del prodotto. Il confezionamento è anche provvisto di una scatola ed un voluminoso foglietto illustrativo. 
La texture di Aqua Slimmer è granulare, consiste in una crema densa fornita di una buona quantità di granuli verdi.

Come si usa. Direttamente sotto la doccia. Dopo essersi lavati e risciacquati, se ne usa una giusta quantità sulla pelle ancora bagnata. Io ne applico due noci per gamba, soffermandomi su quelle zone che considero maggiormente critiche: fianchi, cosce e glutei. Esercito un massaggio circolare ed energico, che ha un effetto benefico non solo sulle aree interessate, ma persino sulla circolazione delle mie mani. Il tutto non impiega che un paio di minuti, dopo i quali si vede il prodotto quasi scomparire, assorbito dalla pelle. Quel che resta altro non è che un residuo di granuli esfolianti. Si conclude risciacquando il tutto sotto un getto di acqua fredda. 
Sulla confezione consigliano di usare il trattamento quotidianamente oppure ogni 2 giorni se si ha la pelle molto delicata. Io non lo uso più di una o due volte alla settimana.

Presentato così si potrebbe pensare che la sua unica funzione sia quella di esfoliare la pelle e riattivare il microcircolo. In realtà, Aqua Slimmer nasce principalmente come un drenante che aiuta la migrazione dei liquidi in eccesso, favorendo il miglioramento degli inestetismi della cellulite.
Sotto il regime ipocalorico che sto seguendo e con l'attività fisica che ogni giorno svolgo, posso dire di aver notato un miglioramento nella grana della pelle, che ora appare levigata e luminosa.


L'inci non è di sola origine vegetale, ma sono molte le sostanze con questa provenienza.
I principi attivi di cui è dotato sono i sali marini, le alghe atlantiche, la caffeina e l'olio essenziale di zenzero. Insieme concorrono ad appianare la buccia d'arancia stimolando il microcircolo e favorendo il processo di eliminazione dei grassi cutanei.

A conti fatti, probabilmente non è il migliore anticellulite che conosca né quello più funzionale, ma a mio avviso qualora lo si abbini ad un trattamento diurno costante, nonché al un regime alimentare sopra citato, esso fornisce un valido aiuto. Quando la pelle è esfoliata i principi attivi delle creme penetrano più agevolmente, ed è indubbio che questo sia davvero un ottimo scrub. Inoltre lascia la pelle fresca ed è un vero piacere usarlo, sia per la sua consistenza che per la sua profumazione balsamica.
A me piace. Anticellulite o meno, lo trovo un prodotto molto nelle mie corde e lo riacquisterò sicuramente quando finirà.


SITO WEB: www.perlier.com
DOVE SI ACQUISTA: nei negozi Perlier Kelemata e nei supermercati più ben forniti
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 200 ml
PREZZO: 11,90 €. Io l'ho acquistato in offerta a 9,90 €.

mercoledì 24 ottobre 2012

Mary Cohr - Eye Clean


Da it.marycohr.com:
Strucca delicatamente i mascara e gli ombretti waterproof grazie alla sua testura bifase. Ammorbidisce il contorno occhi e defatica lo sguardo. Senza effetto grasso.


Recensione d'uso:
Mary Cohr è un marchio di origine francese famoso in patria per il suo approccio specialistico e accurato verso il mondo dell'estetica. Non a caso, esistono numerosi saloni di bellezza che lavorano con i prodotti a marchio Mary Cohr e li consigliano alle proprie clienti. In questo post vi parlerò di un loro cosmetico che ho avuto modo di conoscere e provare.

L'Eye Clean di Mary Cohr è uno struccante bifasico dai caratteristici colori azzurro e trasparente. Come tutte le lozioni bifasiche, si utilizza agitando il flacone, in modo da mescolare bene le due parti.
Con la maggior parte dei bifasici io sfrutto un piccolo segreto: quello di inumidire leggermente il dischetto di cotone per evitare eccessive untuosità. Con l'Eye Clean di Mary Cohr questo accorgimento è del tutto superfluo in quanto la sua quota grassa risulta piuttosto leggera in fase d'uso. Non unge eccessivamente e sembra quasi di utilizzare una lozione struccante qualunque e non un vero e proprio bifasico. E' indubbio che questa sua caratteristica possa incontrare il favore anche di chi solitamente evita i cosmetici con una consistenza pesante o grassa.
Privo di qualunque profumazione, l'Eye Clean di Mary Cohr si dimostra delicato al momento dello strucco. Utilizzandolo non ho mai riscontrato arrossamenti, pruriti né odiosissimi bruciori.

Gli occhi vengono struccati alla perfezione, pur notando che si deve insistere un po'. Lo strucco non è immediato e si ha bisogno di far agire il prodotto qualche secondo prima di vederlo funzionare a dovere. Io inizio con lo struccare bene le palpebre, poi mi concentro sulle ciglia. L'Eye Clean di Mary Cohr non me ne fa cadere più del solito, anche se devo passare il dischetto qualche volta di troppo. Abituata agli oli vegetali che struccano efficacemente ed in pochi istanti, trovo che questo doversi concentrare maggiormente sui particolari sia non solo una perdita di tempo, ma anche una fonte di stress per la pelle del contorno occhi e per le ciglia. Con questo non voglio dire che si impieghi troppo tempo, ma solo di più rispetto a quello che solitamente impiego con il mio semplice olio di jojoba puro. E se l'olio di jojoba ha dalla sua parte la rapidità nello sciogliere il make up, l'Eye Clean di Mary Cohr vince per quanto riguarda il modo in cui lascia gli occhi, ovvero privi di residui oleosi.
Un altro aspetto che non mi piace è quello di dover riapplicare nuovo prodotto sul dischetto più spesso del solito, in quanto tende ad asciugarsi con incredibile velocità. Ciò porta a terminare il flacone in un tempo ancor più breve del solito.

Il packaging consiste in un flacone piuttosto semplice, senza vezzi aggiuntivi. Da segnalare la mancanza di un contagocce, in quanto si rischia di far uscire più prodotto del necessario se non si fa attenzione. Sul retro troviamo indicazioni in francese ed inglese riguardo l'uso del prodotto, nonché l'inci.


E a proposito di Inci...non c'è nulla che mi piaccia in questa formulazione interamente sintetica. Un concentrato di siliconi che si susseguono senza colpo ferire. Non sono nocivi e non interferiscono con la qualità del prodotto, soprattutto dal momento che si parla di un prodotto a risciacquo che non resta a contatto con la pelle per un lungo periodo, ma in ogni caso la mia assoluta preferenza va alle formulazioni naturali, che mi soddisfano maggiormente e con cui mi trovo meglio.

Il prezzo è alto, troppo per uno struccante bifasico che a mio avviso ha il solo pregio di non risultare unto. Io ho una minitaglia da 30 ml e immagino che il formato di vendita sia più grande, ma ugualmente il prezzo è  esoso in rapporto alla tipologia di prodotto.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste opinioni personali, libere da condizionamenti.
DOVE SI ACQUISTA: Nei centri estetici affiliati. QUI si può impostare una ricerca provincia per provincia 
LUOGO DI PRODUZIONE: Francia
PAO: 9 mesi
QUANTITA': 30 ml
PREZZO: 20 €.

martedì 23 ottobre 2012

Neve Cosmetics - Beauty Farm


Da nevecosmetics.it:
Un unico prodotto per:
- rimuovere con facilità il trucco rispettando la pelle.
- regalare al viso una maschera idratante e nutriente degna del miglior resort di bellezza.
La sua consistenza cremosa delizia la pelle, gli olii vegetali la nutrono in profondità, il delicato profumo di fiori d'uva coccola i sensi.

Recensione d'uso:
Beauty Farm è tra i prodotti di skin care più conosciuti tra quelli proposti dal brand torinese Neve Cosmetics. Io l'ho acquistato presso la Bottega Color Cannella di Ostia. Non era in programma, ma poi l'ho visto sullo scaffale e ho deciso che lo avrei provato volentieri. 

Si tratta di un prodotto 2 in 1 che in una sola formula desidera riunire le qualità di una maschera per il viso e quelle di un latte detergente. Ci saranno riusciti? continuate a leggere per scoprire cosa ne penso.

Il packaging consiste in un tubo colorato a testa in giù con tappo a scatto. Il prodotto esce agevolmente dal foro, anche se c'è bisogno di fare un po' d'attenzione per evitare che ne esca troppo. Il mio tappo è decisamente problematico e per aprirlo ogni volta temo di spezzarmi un'unghia: immagino però che sia un difetto della mia confezione e non di tutte le altre.
Beauty Farm ha una consistenza fluida e cremosa ed un profumino delicato che mi ricorda i prodotti per bambini. Questo la rende di gradevole utilizzo, aspetto che indubbiamente ha il suo peso in un cosmetico a diretto contatto con il viso.

Poiché il prodotto si propone di essere un 2 in 1, dividerò la recensione in due parti, descrivendo come agisce in entrambe le sue funzioni.

Maschera Viso. In questo modo l'ho usata tre volte, più una su mio fratello. Sul viso asciutto ne ho stesa una giusta quantità, tralasciando il contorno occhi. Dopo 10 minuti ho rimosso il tutto semplicemente lavandomi il viso. Entrambi abbiamo constatato che la nostra pelle non ha subito variazioni di sorta ed entrambi abbiamo la pelle secca, lui più di me. Siamo concordi nel dire che è stato come non usare nulla, dal momento che dopo i 10 minuti di posa non abbiamo riscontrato alcun dato positivo sui nostri volti. La pelle era si un po' più liscia, ma non la sentivamo nutrita né più idratata del solito.
Per questo tipo di utilizzo la boccio in quanto il termine "maschera" mi è parso quantomeno inappropriato. Queste sono le mie considerazioni riguardo ad un utilizzo su pelle secca. Non ho modo di sapere come si comporti su una pelle normale, mista o grassa.

Latte Detergente. Questo è davvero il ruolo per cui Beauty Farm è nata. Io la uso dopo aver attentamente struccato gli occhi. La applico in modi diversi. La stendo massaggiando sul viso e poi rimuovo con una spugnetta inumidita, poi risciacquo. Oppure la applico direttamente sulla spugnetta bagnata senza tralasciare alcuna zona. Anche in questo caso, risciacquo.
Il primo metodo mi piace di più, trovo che pulisca meglio e più a fondo, oltretutto mi consente di massaggiare rapidamente il viso e trovo che questa piccola accortezza in più gli sia utile.
La prova dischetto mi conferma che Beauty Farm è in grado di detergere accuratamente la pelle dal trucco senza mai risultare aggressiva. 
Trovo che sia davvero un ottimo prodotto, a prescindere dal fatto che come maschera non mi ha dato alcun tipo di beneficio. Strucca così bene ed in maniera così dolce che si fa subito ad innamorarsene. Il segreto di una bella pelle è una pulizia profonda ogni sera ed io ritengo che Beauty Farm di Neve Cosmetics sappia adempiere pienamente al ruolo.

L'Inci, di natura vegetale, non può che riscontrare la mia piena approvazione. Esso contiene: olio di semi vari (e qui sarebbe utile sapere di quali semi si tratta), olio di riso, olio di mandorle dolci, olio di semi di vite rossa, profumo, glicerina. Non contiene petrolati, siliconi e parabeni. Viene prodotto in Italia ed è anche vegan, in quanto priva di componenti animali.

Il prezzo è del tutto onesto ed appropriato.

Promuovo a pieni voti Beauty Farm di Neve Cosmetics nella sua funzione di detergente mentre ritengo che non sia adatto per essere utilizzato come maschera viso.


SITO WEBwww.nevecosmetics.it
DOVE SI ACQUISTA: sul sito web, nelle erboristerie o bio botteghe rivenditrici del marchio
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 150 ml
PREZZO: 7,50 €.

lunedì 22 ottobre 2012

My Make Up - Burmese Beauty

Molte di voi ricorderanno la collezione che Mac dedicò ai felini, la Fabulous Felines. Son passati 2 anni, quella collezione fu un successo autunnale che apprezzai davvero molto. Tra le altre cose presi una palette da 4 ombretti ( il Burmese Beauty Quad) che mi ritrovo ad usare sempre in autunno, come se ogni anno avessimo un appuntamento entro il quale ricongiungerci. La uso anche durante l'anno, ma è in autunno che ci teniamo a braccetto come due fidanzatini.
Il make up di oggi è dunque uno di quelli che faccio più spesso in questo periodo e che abbraccia tutti e 4 i colori presenti nella palette. A proposito, per chi non se la ricordasse...eccola qui:


E questo è il make up di cui vi parlavo. Nulla di più semplice, eppure efficace.





Con questo make up sulle labbra solitamente utilizzo dei rossetti rossi. La tonalità ed il finish cambiano di continuo, anche in relazione all'umore o al luogo dove mi devo recare. 

Lista dei prodotti utilizzati:
- Shadow Insurance di Too Faced su tutta la palpebra;
Correttore Pro Longwear NW20 di Mac per coprire le occhiaie;
Burmese Beauty Quad di Mac: Prized sotto l'arcata sopracciliare e nell'area più interna dell'occhio; Skintone 2 sulla palpebra mobile; Burmese Beauty sfumato lungo la piega; Showstopper nella v esterna e sotto la rima interna inferiore;
Long lasting eyepencil n° 2 di Essence lungo la rima interna inferiore e superiore;
- piegaciglia;
Mascara Ultra Tech di Kiko sulle ciglia.

sabato 20 ottobre 2012

La Domanda della Settimana


Halloween si avvicina, e pur non amando questa festività né sentendola in qualche modo vicina a me e alla mia cultura, mi rendo conto che è una di quelle serate in cui un'amante del make up può sbizzarrirsi pienamente. Usare colori scuri, tetri, forti, uscire dalle righe. 
Ed è per questa ragione che la Domanda della Settimana questa volta verte proprio sul trucco legato ad Halloween. Mi piacerebbe sapere se festeggiate quel giorno, se andrete in qualche festa a tema, se vi truccherete in modo insolito e come. E qualora come me invece non andrete da nessuna parte, mi piacerebbe comunque sapere quali idee vi ispira questa festività e come vi trucchereste qualora riceveste un invito. 
Sono tutta orecchi!


Make up di Halloween:
quale travestimento useresti?
Che tipo di make up sceglieresti?
Ti piace sfoggiare look particolari in queste occasioni? 
Quali make up ti ispira la notte di Halloween?


venerdì 19 ottobre 2012

Guinot - Hydrazone Toutes peaux



Sulla brochure:
Crema di bellezza dal forte potere idratante*. Apporta una fonte di idratazione* continua nelle tre zone chiave della pelle grazie ai Liposomi "Hydracyte":
-Fissa l'acqua nell'epidermide, in modo duraturo
-Assicura un'idratazione* perfetta e continua
-Rende la pelle morbida e vellulita.
*Gli strati superficiali dell'epidermide. 

Recensione d'uso:
Guinot è un marchio francese che ho conosciuto di recente. Da 40 anni si occupa di cosmetica a livello professionale, offrendo i suoi servigi a centri estetici specializzati nella cura della bellezza. Oltre ai trattamenti da cabina, Guinot possiede un vasto assortimento di prodotti trattanti da utilizzare comodamente in casa propria.

Hydrazone è uno di questi, una crema idratante che può essere applicata sia di mattina che di sera, a seconda del proprio tipo di pelle. Trattandosi di una crema studiata per ogni tipo di pelle, si utilizzerà la mattina qualora si abbia una pelle normale o secca, la sera se si ha la pelle mista. Non la consiglierei invece per una pelle grassa, alla quale direi di approcciarsi a cosmetici ancor più leggeri di questo. 

Il packaging consiste in un elegante vasetto in finto vetro satinato chiuso da un tappo di plastica bianca sul quale campeggia il nome del brand. Un secondo tappino aderisce alla crema, evitando qualunque tipo di contaminazione esterna.


La texture è quella di una crema soffice ma molto compatta. Bianchissima, ha una profumazione gradevole, seppur troppo forte per le mie narici. Avendo la pelle tendenzialmente secca, io la applico indistintamente al mattino o alla sera. Al mattino ho bisogno di circa 5 minuti per farla assorbire completamente e poi procedere con il trucco. Alla sera non ho problemi di sorta perché andando a dormire subito dopo, la trovo ancor più confortevole.
Non unge la mia pelle, che subito dopo l'applicazione risulta liscia e morbida. Oserei dire compatta.



Per quanto riguarda il suo potere idratante, posso dire di non aver riscontrato desquamazioni sul viso in questo periodo e ciò mi fa pensare che mi abbia davvero aiutato a tenere la pelle lontana dalla disidratazione, stato al quale io sono soggetta se non intervengo adeguatamente. 

L'Inci, che non compare sul vasetto ma che può essere ricercato tramite il sito web, è quanto di più chimico si possa trovare in commercio. Ci sono siliconi, c'è tanto profumo, c'è l'alcool. Il principio attivo a cui Guinot si affida per la sua Hydrazone sono i liposomi Hydrocyte, microsfere utilizzate anche in ambito farmaceutico come veicolanti. Con una struttura simile a quella delle membrane cellulari, essi vengono caricati d'acqua così da idratare l'epidermide in modo veloce e duraturo.
Nonostante questa accortezza che apprezzo e di cui ho potuto comprovare l'efficacia, per me rappresenta una di quelle formulazioni dopo aver letto la quale non acquisterei un prodotto e stavolta non si fa eccezione. Chiuderei un occhio qualora mi trovassi di fronte ad un cosmetico innovativo ed eccezionale, ma tuttavia trovo che non sia nulla di speciale o di migliore rispetto a quanto provato in precedenza. Senza dubbio, continuo a preferire i cosmetici ecobiologici.

Può invece trattarsi di un buon acquisto per coloro i quali non sono interessati alla naturalità di un prodotto ma bensì alla sua efficacia, visto e considerato che il suo lavoro lo fa e anche piuttosto bene. E' una vera crema idratante, ricca ma non unta. Personalmente, la ritengo adatta per l'autunno/inverno in quanto sul viso crea un suo spessore che potrebbe essere mal tollerato nelle stagioni calde.

Il prezzo è molto alto e dovuto probabilmente ai costi gestionali di un'accurata ricerca cosmetica. Ciononostante, per quanto un prodotto possa essere accuratamente preparato, non spenderei simili cifre per una crema composta da sole sostanze chimiche che non contiene neppure un filtro solare.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste opinioni personali, libere da condizionamenti.


SITO WEB: www.it.guinot.com
DOVE SI ACQUISTA: nei centri estetici affiliati, consultabili QUI
LUOGO DI PRODUZIONE: Francia
PAO: 9 mesi
QUANTITA': 50 ml
PREZZO: 60,50 €.

mercoledì 17 ottobre 2012

La Saponaria - Shampoo Girasole e Arancio Dolce


Da lasaponaria.it
Preparato artigianalmente e formulato con ingredienti semplici e genuini, questo shampoo dona vitalità e lucentezza ai capelli indeboliti, lasciandoli morbidi e pettinabili.
Non contiene SLES, OGM, PEG o Parabeni ma solo ingredienti naturali, estratti vegetali e tensioattivi derivati da zuccheri e frutta. La formula è ricca di sostanze nutrienti e funzionali come i semi di lino, le proteine vegetali, gli estratti di moringa e girasole ed è aromatizzata con puro olio essenziale di arancio dolce e geranio. Una ricetta perfetta per chi ha capelli sottili e sfibrati e anche per chi desidera uno shampoo delicato per il lavaggio quotidiano, che rafforzi e protegga i capelli, lasciando un’impronta leggera sulla nostra Terra. Vegan



Recensione d'uso:
Provare uno shampoo de La Saponaria è stato un mio cruccio per diverso tempo, probabilmente fin da quando imparai a conoscere ed apprezzare altri cosmetici fatti a mano del brand marchigiano.

L'occasione si è favorevolmente presentata quando nel mio piccolo paese d'origine è sorta una deliziosa Bio Bottega che, fra molte altre proposte, tratta anche La Saponaria. Presi subito uno dei loro famosissimi saponi artigianali al taglio e lo shampoo Girasole e Arancio Dolce.

Contenuto in un flacone dall'aspetto minimale, lo Shampoo Girasole e Arancia Dolce de La Saponaria è indicato per capelli secchi, danneggiati o fini. Io l'ho acquistato in estate dopo aver visto la mia chioma inaridirsi considerevolmente, pur avendo frequentato molto poco la piscina e prima ancora che mi concedessi un paio di giorni di mare. Ho voluto ricorrere ai ripari non solo con maschere ed impacchi, ma anche acquistando uno shampoo dolce e delicato che potesse nutrirli più di quanto facessero già i miei prodotti abituali.
Una volta terminato il flacone, potrò ricaricarlo alla spina alla Bio Bottega, risparmiando un euro sulla ricarica e producendo un rifiuto in meno per il nostro disastrato pianeta.

La consistenza dello Shampoo Girasole e Arancia Dolce de La Saponaria è liquida e delicata, di un tenue giallino semi-trasparente. Io ne verso 10 ml in uno spargishampoo contenente 90 ml di acqua. Queste sono le mie dosi per un solo lavaggio: da quando sono passata agli shampoo ecobiologici, ormai cinque anni fa, non necessito più di due passate e stresso il meno possibile i miei capelli e l'epidermide. Nello spargishampoo diluisco il prodotto e quando è ben miscelato lo verso sui capelli già bagnati. Esso genera una considerevole quantità di schiuma lievemente profumata che non fatica a raggiungere tutte le zone del cuoio capelluto ed i capelli stessi, fino alle punte. Pur essendo un prodotto semplice e dolce, lava molto bene, togliendo senza difficoltà anche i vari oli vegetali che uso sulle lunghezze.

A mio avviso può considerarsi uno shampoo condizionante: se avete i capelli molto crespi e che tendono ad annodarsi, avrete ugualmente bisogno di un balsamo subito dopo, ma se i vostri capelli sono per natura abbastanza disciplinati, lo Shampoo Girasole e Arancio Dolce de La Saponaria è sufficiente anche da solo. Io il balsamo non lo uso in questo caso e non lo uso mai: il risultato è comunque davvero buono. I capelli sono lucidi e morbidi.

La profumazione è particolare, in quanto data dall'associazione di due oli essenziali ben distinti: l'arancio dolce ed il geranio. Io la trovo originale ma non fastidiosa e soprattutto gradisco che non siano state inserite fragranze chimiche di sintesi, ma ci si sia affidati ai soli oli essenziali.
L'aspetto che più apprezzo di questo shampoo è il suo discreto potere volumizzante. Azione che resta inalterata anche per i giorni a venire, almeno sui miei capelli.

L'inci è il fiore all'occhiello dello Shampoo Girasole e Arancia Dolce, come lo è per tutti i cosmetici fatti a mano da La Saponaria, azienda che apprezzo molto per la serietà e la caparbietà con cui porta avanti un discorso ecologico costante e continuativo, pur senza rinunciare alla produzione di prodotti che nulla hanno da invidiare a quelli ben più costosi (e spesso vuoti) della profumeria. Questa formula contiene gel di aloe, estratto di semi di lino, estratto di semi di girasole, estratto di moringa, olio di pelargonio, pantenolo, olio essenziale di pompelmo, olio essenziale di arancio dolce.

Non ci sono siliconi, parabeni, derivati del petrolio, tensioattivi aggressivi (nonostante non manchi la schiuma), profumazioni chimiche di sorta. E' un prodotto semplice, genuino, che ha un impatto quanto più delicato sul pianeta, pur risultando comunque ottimo...anche a dimostrare che non servono sempre e solo sostanze chimiche per avere un esito positivo nella nostra igiene quotidiana.

Lo ricomprerò sicuramente.


SITO WEB: www.lasaponaria.it
DOVE SI ACQUISTA: nelle Bio Botteghe sparse sul territorio italiano, sul sito web dell'azienda e in altri siti di e-commerce tra cui Il Giardino di Arianna
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 6 mesi
QUANTITA': 200 g
PREZZO: 8 € il flacone nuovo; 7 € la ricarica.

martedì 16 ottobre 2012

The Body Shop - Tea Tree - Siero Minimizzante dei Pori


Da the-body-shop.it:
Minimizza l'aspetto dei pori dilatati e li purifica, lascia la pelle opacizzata fino a 12 ore e svolge un'azione astringente. Con tea tree antibatterico, minerali che nascondono i pori dilatati ed estratto di Epilobio di Fleischer astringente e seboregolatore.

Recensione d'uso:
Prima di scrivere la recensione del Siero Minimizzante dei Pori al Tea Tree di The Body Shop ho voluto pensarci a lungo, provare e riprovare il prodotto tentando di capirci qualcosa. 
Alla fine della fiera posso dire che le mie prime impressioni erano quelle giuste. Questo prodotto su di me non fa la benché minima differenza. Quando lo indosso non c'è nulla di diverso rispetto a quando invece non lo applico. Sulla mia pelle non riscontro benefici di alcun tipo.
Ma procediamo con ordine. 

Il packaging, davvero grazioso e funzionale, consiste in un tubo piatto di colore verde che riprende in tutto e per tutto i colori dell'intera linea al tea tree di The Body Shop. Un pratico beccuccio ricoperto da uno stretto tappo a vite consente una fuoriuscita comoda e sicura del prodotto.


Il Siero Minimizzante dei Pori ha una colorazione biancastra ed un forte odore di tea tree. Aroma che immagino possa infastidire i nasini più delicati, ma non me che conosco ed uso il tea tree puro da anni. La consistenza è cremosa ma leggera. 
Io ne stendo una giusta quantità sulle zone interessate da pori dilati (nel mio caso guance e zona T) e subito dopo è già scomparsa, completamente assorbita. Ciò lo rende un prodotto indicato per le pelli miste o grasse, in quanto non unge, non crea spessore e non soffoca la pelle. Io ho una pelle di tutt'altro tipo (tendenzialmente secca e sensibile) ma i pori dilatati non mi mancano e speravo di poterli davvero minimizzare con questo prodotto. Purtroppo non ci sono riuscita. La differenza è così minima che fatico persino a notarla. Se un po' i miei pori vengono davvero minimizzati, avviene in modo così lieve che fondamentalmente la sua azione sul mio viso può dirsi irrilevante.

Questo prodotto svolge anche la funzione di primer, con lo scopo di facilitare la stesura del make up ed aumentarne la durata. Anche qui, a malincuore devo dire che non noto alcuna differenza rispetto ai giorni in cui non lo indosso. Non riscontro una maggiore durata nel make up né una facilitazione per l'applicazione dello stesso. Io l'ho usato soltanto con fondotinta compatti in polvere o minerali (quindi in polvere libera) e non ho idea di come si comporti con prodotti dalla texture fluida o cremosa.
Avendo la pelle secca non posso neanche testare la sua funzione opacizzante, dal momento che la mia pelle è già fin troppo asciutta per natura. 

Un aspetto che ci tengo a precisare è che questo prodotto non sostituisce la crema idratante. E' stato pensato per altri scopi, quindi applicate regolarmente la vostra crema e subito prima di truccarvi usate anche il Siero Minimizzante dei Pori di The Body Shop. In ogni caso, il prodotto non secca la pelle e questo è un aspetto che invece mi è piaciuto molto perché ritengo che i prodotti opacizzanti debbano si opacizzare, ma non inaridire la cute. 

L'Inci contiene un'alta percentuale di alcool, silice, talco. Tutte sostanze astringenti con la funzione di asciugare il sebo in eccesso. Non è una formulazione totalmente naturale, pur contenendo un buon numero di sostanze vegetali oltre il tea tree. Personalmente lo reputo un inci accettabile. La funzione conservante viene affidata al potassium sorbate (che in alcuni soggetti particolarmente sensibili può irritare) e alla vitamina E.

Il prezzo, trattandosi di un cosmetico che sul mio tipo di pelle non è idoneo né funziona, posso ritenerlo soltanto alto. Chiaramente, qualora avessi visto una reale azione minimizzatrice dei pori o una maggiore durata del mio make up viso, l'avrei ritenuto adeguato.

Che altro dire. Spero che sulle pelli miste o grasse, che sono il target per il quale questo prodotto è stato concepito, esso funzioni assai più che sulla mia, sulla quale è totalmente ininfluente. 

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste opinioni personali, libere da condizionamenti.


SITO WEB: www.the-body-shop.it
DOVE SI ACQUISTA: nei negozi monomarca e sul sito web
LUOGO DI PRODUZIONE: Regno Unito
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 30 ml
PREZZO: 14 €.

lunedì 15 ottobre 2012

Shopping della Domenica - Sephora, Yves Rocher, Kiko, Bottega Verde


Da tempo non facevo un resoconto dei miei acquisti e la motivazione è la più semplice che esista: non ho più fatto compere cosmetiche. Sono in fase di risparmio e così evito di frequentare luoghi che mi indurrebbero in tentazione e allo stesso tempo ho anche la testa altrove, quindi compro meno e più oculatamente. Nonostante ciò, questa domenica ero a fare un giro per altre motivazioni ed ho voluto usufruire del mio sconto del 20% da Sephora, principalmente perché ho appena terminato il Mineral Foundation Compact D30 che compro sempre - in combinazione con il D25 col quale lo miscelo per ottenere mese dopo mese sempre la giusta colorazione per la mia pelle - e senza il quale mi sembra di non poter stare. 
Ho preso anche altri 3 articoli che desideravo provare e che noterete in foto.

Da Bottega Verde sono entrata per ritirare un piccolo omaggio (un bagnodoccia Orchidea in formato viaggio da 50 ml) e ne ho ripreso uno che mi piace sempre molto e che è quello al Frangipane. 

Per quanto riguarda Yves Rocher, qui ho dovuto fare un acquisto in previsione della fine dell'impacco capelli che sto usando in questo momento e che spero termini al più presto, dal momento che non mi piace e che fatico ad utilizzarlo ( L'Impacco Capelli Biologico de I Provenzali ). La Maschera Nutri Express Riparatrice all'Avena è la mia preferita e quando ho la fortuna di passare in negozio preferisco prenderla, onde evitare di non riuscire poi ad averla nel momento in cui mi serve. 

Gli acquisti Kiko sono di due settimane fa. Due piccoli sfizi che ho voluto togliermi. Il primo è l'ombretto Water Eyeshadow n°219 Rosa Fenicottero che vi ho già mostrato in azione nel make up "Shopping Experience". L'altro è un illuminante in offerta a 5,20 €. Non so ancora se si rivelerà un buon prodotto per me in quanto non ho ancora avuto occasioni di utilizzarlo per bene. 


Riassumendo i miei acquisti:
  • Sephora - Mineral - Foundation Compact D30; e meno male che avevo acquistato il D25 prima dell'estate perché sto finendo anche quello e in caso contrari mi sarei trovata a dover riprendere ora entrambe le numerazioni! € 17 -20% di sconto
  • Sephora - Lingette a demaquiller reutilisable. Non l'ho mai usato ma sono curiosa di farlo da quando uscì. In attesa di avere anche la mia, vi consiglio di leggere l'accuratissima recensione di Shopping And Reviews a riguardo. € 5,90 -20% di sconto
  • Sephora- Disque Exfoliant Visage, un piccolo disco esfoliante in silicone munito di dentini. Ha una graziosissima forma a uovo pur non essendo sferico. Vorrei provarla al momento in cui anche la mia terza Natural Sponge di Kiko sarà da buttare. La mia prova consiste sia nel capire se i due prodotti si equivalgono, sia se questo gingillo può durarmi più dei tassativi tre mesi della spugna Konjac. Staremo a vedere e vi farò sapere a quali conclusioni giungerò. € 4,90 - 20% di sconto
  • Sephora - Nano Lip Liner n° 10 Lovely Lilac, perché ho tanti rossetti di simile colore ma non una matita labbra da abbinare. Ho scelto questa più piccola del consueto perché ingombra meno e mi è sembrata piuttosto vivida e scrivente. € 4,90 - 20% di sconto
  • Bottega Verde - Bagnodoccia Frangipane. In omaggio il bagnodoccia Orchidea da 50 ml. Il bello di questo negozio è che coccola sempre i suoi clienti con sconti interessanti e, di tanto in tanto, piccoli omaggi anche senza obbligo d'acquisto (come questa volta). € 2,99 
  • Yves Rocher - Maschera Express nutri-riparatrice all'avena. € 6,95
  • Kiko - Water Eyeshadow n° 219 Rosa Fenicottero; € 8,90
  • Kiko - All Over n° 02. € 5,20 in sconto
Tutto qui. Questi sono i miei acquisti cosmetici della domenica. Ci sono dei prodotti riconfermati e altri ancora nuovi nuovi e tutti da testare. Dei nuovi chiaramente seguiranno le mie recensioni.

Buon inizio di settimana a tutti voi!


sabato 13 ottobre 2012

La Domanda della Settimana


L'autunno è arrivato da oltre venti giorni, sebbene le temperature continuino ad essere calde in tante località italiane, tra cui quella dove mi trovo io.
Nonostante le dovute considerazioni climatiche, la stagione è cambiata ed occorre prepararsi anche ad un cambiamento delle nostre abitudini in fatto di skin care. Se ne avete voglia, fatemi sapere come cambia la vostra in autunno, quali sono i cosmetici da abbandonare e quelli da riprendere in mano.

Vi ricordo che qualora vogliate porre anche voi una Domanda della Settimana, non dovrete far altro che inviarmela per e-mail. Provvederò ad inserirla insieme al nick name dell'autore e link al sito web, se ne possiede uno.


Che tipo di skin care adotti in autunno?
Come cambia il modo di approcciarti alla tua pelle
passando dall'estate ad una stagione più fredda?
Quali sono i prodotti da accantonare e quelli che invece
tornano ad esserti utili?

giovedì 11 ottobre 2012

Mac - Fluidline Eye-liner Gel "Richground"


Da maccosmetics.it:
La formula gel ultra-morbida di Fluidline offre la precisione di un liner liquido con una finitura ancora più setosa, ancora più morbida. Si stende in modo semplicissimo con un pennello in un semplice gesto. A lunga durata. Proposto in una ricca serie di colori e finish.


Recensione d'uso:
E' un pò di tempo che non scrivo di un cosmetico a marchio Mac ed oggi ritorno con un articolo che non ha nulla a che fare con le nuove collezioni, bensì con un prodotto che io ho acquistato molto tempo fa e che tuttora continuo ad usare con la massima soddisfazione.
Si tratta di Richground, uno dei famosi Fluidline Gel Eyeliner, facenti parte della linea permanente di Mac. 

Il packaging non ha nulla di diverso rispetto agli altri eyeliner in crema del brand canadese. Jar in vetro resistente e tappo a vite di plastica nero. Non è dotato di un pennellino per l'applicazione, che va acquistato a parte. Da loro o altrove non fa differenza : io ne uso due angolati di Neve Cosmetics con i quali ho ormai acquisito un certo feeling. 

La consistenza di Richground è cremosa seppur non troppo soffice. Ci sono Fluidline ben più duri di questo, che pure non è di quelli estremamente morbidi. Oserei dire una buona via di mezzo, che per me rappresenta anche una sorta di perfezione. Lo trovo infatti estremamente semplice da applicare ed è come se la linea si definisse da sola, in poco più di un attimo.
Inoltre, trovo che stia davvero bene sugli occhi nocciola ed è inevitabile che si tenda ad amare ciò che ci dona. Lo abbino generalmente ad altre tonalità calde, con le quali trovo si intoni alla perfezione.


Il colore è un bronzo di incredibile luminosità. Sui miei occhi, sempre preparati con un primer, dura inalterato fino a sera, senza spostarsi di un millimetro né sbiadire. E' bello e funzionale, che volere di più?
Altra caratteristica positiva è che dura per mesi e mesi senza mai cambiare d'aspetto. Io l'ho usato moltissimo eppure non sono ancora arrivata alla metà della confezione e dal primo giorno d'utilizzo non si è deteriorato né indurito o seccato. La qualità di un buon cosmetico si intravede anche e soprattutto in queste "piccole" cose.

Si può usare anche come ombretto o come base per eventuali altri ombretti in polvere, sebbene il risultato non mi piaccia mai come quando lo uso in veste di "semplice" eyeliner per delineare l'occhio. Penso infatti che sia un peccato coprire un così bel colore con altri ombretti e anche sfumato perde quel suo aspetto metallico che invece rende così bene nella sua principale funzione.

Qui vi mostro Richground indossato. Non trovate anche voi una discreta somiglianza con la matita Caramello di Neve Cosmetics, recentemente recensita?


Il prezzo non è di quelli facilmente abbordabili e negli ultimi due anni è lievitato ancora. Nonostante questo, io lo ricomprerei perché si tratta di un cosmetico di ottima qualità che non deperisce in fretta e che non smette di piacermi.
A conti fatti, ve lo consiglio caldamente se ne apprezzate la colorazione.


SITO WEB: www.maccosmetics.it
DOVE SI ACQUISTA: nei Mac Pro Store, nei counter Mac presso LaRinascente o Coin, sul sito web (sebbene al momento in cui scrivo questa colorazione non sia disponibile)
LUOGO DI PRODUZIONE: Canada
PAO: non specificato sulla confezione
QUANTITA': 3 g
PREZZO: 18 €. Io credo di averlo acquistato a 16,50 € prima degli svariati aumenti. 

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...