lunedì 30 dicembre 2013

I Miei Cosmetici Top del 2013

Fonte: donna.nanopress.it

Il 2013 ci sta velocemente abbandonando ed è giunto il momento di sbilanciarsi riguardo quelli che sono stati i cosmetici più apprezzati nei 12 mesi appena trascorsi. I Cosmetici Top del 2013, quelli che porterò con entusiasmo nel 2014.
Non sono prodotti nati in questo lasso di tempo, ma semplicemente cosmetici che io ho iniziato ad usare proprio durante questo anno e che dunque rappresentano, per me, il meglio del 2013.
Ho preferito non suddividerli in categorie, spaziando tra make up e skin care come in una sorta di flusso inarrestabile di coscienza.

Fonte: sanifarmasorbara.it


- Biofficina Toscana - Detergente Delicato. Un prodotto multiuso, dal fresco profumo di finocchio. Lo uso principalmente per l'igiene intima ma mi piace molto anche sul viso, al mattino. E' delicato, ha una formulazione ottima ed un rapporto qualità/prezzo eccezionale. Durante l'anno ne ho acquistate 2 confezioni.
- Khadì - Olio alla Rosa. Sebbene si possa utilizzare sia sul corpo che sul viso, io l'ho sempre e solo usato sul volto. Nella misura di 2-3 gocce sulla pelle umida, è stato a lungo il mio trattamento da notte. Anche di questo ne ho acquistate 2 confezioni mini. Utilizzandolo sul viso, è il formato migliore perché non si rischia di irrancidirlo prima della fine.
- Bema - Deodorante Vapo No Gas Ipnosi. Un deodorante ecobiologico che funziona. Ha una profumazione tenue ed estremamente femminile. Mi ha abbandonato solo nei giorni troppo afosi di agosto. Per il resto dell'anno, su di me è un portento. Ed il bello è che non contiene nessuna sostanza dannosa.
- Maxxelle - Miracle Spray Multiuso per Capelli. Si spruzza sui capelli dopo lo shampoo. Non interferisce con i prodotti per lo styling. I capelli diventano morbidi al tatto, pettinabili, splendenti. Mi è stato molto d'aiuto durante il periodo del trasferimento, quando la mia chioma a causa dell'acqua dura di queste zone, era sempre crespa ed indomabile.
- Opale Monaco - Crema Viso Antietà. Questa è stata una delle creme con le quali mi sia trovata meglio nella mia vita. Il giusto grado di protezione e nutrimento per la mia pelle, costituiva anche una perfetta base per il make up. Se non costasse più di 100 € la riacquisterei.
Nyx - Blush in Polvere "Spice". Questo è il fard più pigmentato e duraturo che possiedo. Mi ha sconvolto positivamente perché ad un piccolo costo si ottiene un vero portento. Lo si sfuma con facilità estrema. Subito rende l'incarnato sano esaltando la carnagione ed i naturali colori del viso. Per chi non ha tempo per i ritocchi questo è il prodotto perfetto. Dura intatto fino a sera e non ci si pensa più. 
- Kiko - Ombretto in Polvere Libera n°32. Mi è piaciuto subito e continua a piacermi ogni volta che lo indosso. E' un marrone molto luminoso, non scontato.
- Neve Cosmetics - Pennelli Glossy Artist. Colorati e super soffici.. Sono soddisfatta di tutti quelli che ho acquistato, sebbene non siano proprio esenti da difetti. Uno di essi si è scollato, un altro perde diversi peli. Ciononostante, il mio bilancio è positivo e tornassi indietro li ricomprerei.
Wjcon - Matita Contorno Labbra Perfetto Trasparente. Perfetta con qualunque rossetto o gloss, è la matita contorno labbra che ho sempre sognato.
Alchemy Experience - 102 Detergente Delicato Viso. A cominciare dal profumo fino alla sua consistenza, tutto mi piaceva di questo detergente viso. Trovo che sia davvero un ottimo prodotto, peccato non facilmente reperibile.
Mac - Temperature Rising - Rossetti Caliente e Sheer Seduction. Non potevo non nominare quelli che per me sono stati i rossetti del 2013. Ne ho comprati altri, ne ho indossati tanti, troppi. Ma come loro non ce n'è stato nessuno per me. Due piccole meraviglie.
- Yankee Candle. Non sono cosmetici, ma poiché ve ne ho parlato più volte, mi sento in diritto di inserirle tra i prodotti scoperti nel 2013 che ho più amato. Ormai fanno parte della mia vita, ne accendo un pezzettino al giorno, sempre diverso. Mi fanno compagnia e mi placano l'animo. In un certo qual senso, le considero terapeutiche.
- Urban Decay - Ombretto Mushroom. Nella vita non credo ai colpi di fulmine, ma per quanto riguarda la mia passione cosmetica, posso dire di averne avuti di davvero intensi. Questo è uno dei più duraturi. Mushroom è l'ombretto che ho più utilizzato nel 2013, senza stancarmi mai. Metallizzato, luminoso, esaltatore dello sguardo, ottima resa durante la giornata.
- Max Factor - Mascara Clump Defy. Finalmente un mascara in grado di farmi belle ciglia. Senza grumi, senza dover applicare più passate. Massima separazione, buon grado di allungamento e curvatura. 
Apivita - Propoline - Shampoo Lucentezza e Vitalità, con Agrumi e Miele. Credo di non aver mai avuto capelli così lucenti e soffici come quando li lavavo con questo shampoo. E pensare che alle prime applicazioni non mi piaceva. Ricredersi nel tempo è stato bellissimo.
- Borotalco - Crema Corpo Vellutante. E' la crema dei ricordi, quella da associare all'infanzia, alla famiglia, alla mia casa, alle coccole della mamma. Se l'ho acquistata è per sentirmi addosso tutto questo.
-Collistar - Cipria Compatta Effetto Seta Trasparente. Incantevole dal packaging all'effetto sul viso. Non una cipria Hd, ma comunque di ottimo livello.
Cmd Naturkosmetik - Olio di Cocco Biologico. Profumatissimo, delicato, estremamente versatile. Strucca alla perfezione senza risultare pesante sul viso e non favorisce l'insorgere di comedoni.
Mac - Divine Night - Mineralize Skinfinish Scene to be Seen. Semplicemente deliziosa, il blush illuminante che indosso quando voglio apparire frizzante, giovanile, sofisticata. Duratura persino quando non indosso fondotinta né cipria.
Neve Cosmetics - Ombretto Minerale Disgelo. Questo è arrivato in tempi non troppo lontani eppure si è già aggiudicato un posto in questa classifica. Lo trovo incantevole, mi piace indossarlo sopra altri ombretti che subito prendono vita. Ha degli sbrilluccichii leggeri seppur evidenti. Illumina in modo discreto e chic.

La mia Lista di Cosmetici Top del 2013 termina qui. Trattandosi dell'ultimo articolo dell'anno ne approfitto per augurarvi che il 2014 vi porti tutto ciò che desiderate. Che la Gioia sia con voi!
Ci leggiamo prestissimo.


Fonte: fabiovisentin.com

domenica 29 dicembre 2013

[Prova Campioncino] : HC+ Probiotici - Shampoo Capelli Secchi e Sfibrati



Sul campioncino:
Grazie al suo equilibrato ph e ai suoi ingredienti funzionali, deterge delicatamente, nutre, idrata e ristruttura la fibra capillare. Il prodotto costituisce un naturale trattamento cosmetico per capelli secchi e sfibrati, ricco di ingredienti funzionali che la letteratura scientifica internazionale ritiene utili [...]

Esperienza d'uso:
Da tempo non scrivevo un post di Prova Campioncino. Torno a farlo oggi perché grazie al mio erborista di fiducia ho avuto modo di provare 3 campioni di uno shampoo ecobiologico che mi è piaciuto molto.

Si tratta dello shampoo per capelli secchi e sfibrati di HC+ Probiotici, linea di biocosmesi della Specchiasol.
Lo shampoo in questione ha una consistenza gelatinosa, di colore trasparente che vira leggermente al giallino. La profumazione, molto gradevole, è di mandorla. Tanto che durante l'utilizzo mi ha molto ricordato un prodotto con cui mi ero trovata piuttosto bene: lo Shampoo al Latte di Mandorla di Lavera

Ho usato un campioncino alla volta, potendo dunque fare ben 3 lavaggi differenti. Ogni volta l'ho diluito, come mio solito, in 90 ml di acqua, avvalendomi del mio fido spargishampoo.
Lo Shampoo Capelli Secchi e Sfibrati HC+ Probiotici genera un'abbondante dose di schiuma bianca con la quale riuscivo a coprire la mia intera capigliatura. Il lavaggio che ne deriva, pur risultando delicato sul cuoio capelluto, è perfettamente in grado di rimuovere oli e impacchi precedentemente applicati, nonché il naturale sporco sulla chioma.



L'inci, di derivazione ecobiologica e certificato Icea, contiene davvero i fermenti lattici probiotici che danno origine al nome della linea, oltre a gel di aloe, cisteina, pantenolo, proteine del grano, estratto di cicoria comune, estratto di gomma arabica di Acacia Senegal e acido lattico. A differenza di altri shampoo per capelli secchi, non contiene molte sostanze oleose. Il ph è 5,5.
Lo shampoo è dermatologicamente testato e non contiene ogm, sles e parabeni. 


NUMERO DI CAMPIONCINI TESTATI: 3 da 8 ml ciascuno
NUMERO DI APPLICAZIONI: 3
ACQUISTERESTI LA TAGLIA GRANDE? si.

venerdì 27 dicembre 2013

Tag - All About Eyes

Fonte: afcformazione.it


Buongiorno!
Da mesi non partecipo ad un tag ed ho scelto di farne uno proprio oggi. Complici le feste, la vostra minore attenzione alle recensioni (giustamente), il clima vacanziero che ancora aleggia nell'aria...e un'idea che mi è sembrata oltremodo graziosa.
La sera di Santo Stefano ho letto questo tag sul blog di Misato-san e mi è sembrato utile per fare il punto della situazione sui prodotti per occhi e dintorni che usiamo, su quanto ci soddisfino o meno.
Ho copiato le domande direttamente dal suo sito e poi fornito le mie risposte in merito. Sperando di non annoiarvi, ecco dunque il mio recap All About Eyes. Mi spiace non poter citare il nome dell'autore del tag, ma purtroppo non so davvero da chi sia partito. Qualora mi giunga un'informazione corretta in merito, sarà mia cura aggiornare questo post.

Ed ora...pronti, partenza e via!

1) Quale crema contorno occhi (o siero) utilizzi?
Fino a qualche giorno fa utilizzavo la Crema Contorno Occhi e Labbra Sensitiv di Alva Naturkosmetik. La Linea di cui fa parte è recente, dedicata alle pelli sensibili e reattive. Pratico il tubicino con beccuccio erogatore, sebbene poi il difficile sia arrivato alle ultime battute. Spremerlo fino alla fine è stata una faticaccia, ma son contenta di esserci riuscita. Finito questo ho iniziato il Contorno Occhi Rivitalizzante di Herborist acquistato nel Discovery Kit del marchio. Al momento non noto nulla da segnalare. Mi sembra una cremina insulsa senza particolari doti. Ho come la sensazione che qualora non applicassi nulla sarebbe praticamente la stessa cosa, tale è l'assenza di una qualsiasi reazione positiva o negativa nella zona. Vedremo nel tempo, magari ha solo bisogno di qualche giorno in più.

2) Il tuo correttore antiocchiaie preferito.
Lo uso da anni, da quando uscì in commercio. E' il Correttore Pro Longwear di Mac nel colore NW20. Citato praticamente in ognuna delle puntate di "My Make Up". Mi piace infinitamente per la sua durata perché lo applico al mattino e alla sera è ancora lì, praticamente perfetto. Tuttavia non è un prodotto privo di difetti, quantomeno su di me. Il mio è un contorno occhi secco da tanti anni e lavorando al pubblico sono anche costretta a sorridere un centinaio di volte al giorno. Questo nel tempo ha implicato il fiorire di precoci rughette d'espressione. Questo prodotto non solo non le mimetizza, ma le enfatizza terribilmente. Il mio sguardo appare sempre un po' più invecchiato di quanto realmente sia. Qualora trovassi un correttore altrettanto efficace che non mi desse questi problemi, non esiterei a sostituire il mio.

3) Prodotto per le sopracciglia preferito.
Nessuno, semplicemente perché per le sopracciglia non ho mai usato nulla.

4) Primer per ombretto preferito.
Shadow Insurance di Too Faced. Non smetterò mai di cantarne le lodi. Lo reputo un prodotto meraviglioso, funzionale, rivoluzionario. Ho provato anche altre basi, tra cui il famoso Primer Potion di Urban Decay, ma nessuno mi ha regalato le stesse soddisfazioni e dato gli stessi risultati.

5) Palette di ombretti preferita (solo una).
Terribilmente complicato citarne soltanto una quando se ne hanno almeno due nel cuore. Ma alla fine una mia classifica ce l'ho e non ho quindi problemi nel farvela conoscere. E' la Elegantissimi di Neve Cosmetics, palette adorata fin dall'inizio e giornalmente utilizzata. Che si tratti di trucchi neutri o coloratissimi, il supporto di ombretti opachi per agevolare le sfumature mi è sempre di grande aiuto. 

6) Struccante per occhi preferito.
L'olio di jojoba. Migliore di qualunque bifasico e assai più naturale. Costo contenuto, anche considerando i tanti mesi che riesco ad attraversare con ogni flacone acquistato. Rimuove il make up in un lampo e nel contempo nutre le ciglia.

7) Mascara preferito.
Scoperto da quasi un anno, sono alla seconda confezione. In termini di prestazioni e risultati ottenuti è assolutamente il mio favorito. Sto parlando del Clump Defy di Max Factor. Per delle ciglia corte, poco robuste, poco folte e persino dritte, questo è il mascara dei sogni. Incurva per tutto l'arco della giornata, allunga, non volumizza particolarmente ma intensifica lo sguardo con il suo bel nero. 

8) Eyeliner preferito (di qualsiasi tipo).
Sono del partito degli eyeliner in gel. Nel loro piccolo mi hanno cambiato la vita. Io amo l'eyeliner, lo apprezzo sopra ogni dire, ma con quelli classici mi sono sempre trovata male. Quelli in gel mi hanno consentito di tracciare linee piene e sicure. Uso poco il classico nero, mi diletto di più con quelli colorati.

9) Ombretto singolo preferito.
Mushroom di Urban Decay. Mi piace infinitamente, sia per la formulazione vivacemente pigmentata, sia per la colorazione non banale che subito mi esalta e mi caratterizza. 

10) Occhiali da sole preferiti.
Non ne ho. Ne uso due paia, uno di Alviero Martini 1° Classe in rosso scuro, l'altro di Furla. Entrambi non sono delle ultimissime collezioni, ma bensì arrivano dritti dritti dal periodo in cui lavorai in un negozio di ottica (dal 2007 a fine luglio del 2009). Sono restia a comprarne di nuovi perché trovo che nessuna montatura sappia valorizzarmi.

Il tag non prevede l'obbligo di taggare qualcuno ma qualora vogliate farlo in un post apposito, oppure tra i commenti qui sotto, sarò davvero felice di leggere le vostre risposte in merito.
Allo stesso modo, se avete delle domande da pormi sui cosmetici citati all'interno dell'articolo, non avete che da chiedere. Buona giornata!

giovedì 26 dicembre 2013

Clinique - Long Last Lipstick "All Heart"


Su cliniqueitaly.it:
Rossetto Lunga Durata. Formula a lunga durata. Il rossetto si mantiene per ore come appena applicato. Non si dissolve, non si sfuma e non si secca. Formula: Cremoso. Copertura: Media.

Recensione d'uso:
Il rossetto di cui vi parlo oggi è uno dei due omaggi che scelsi nel mio ordine presso l'e-commerce di Clinique, quasi 3 mesi fa. Poter ricevere un rossetto full size compreso nel prezzo mi stupì notevolmente, considerando che raramente succede qualcosa di vagamente simile, a prescindere che si acquisti in profumeria oppure sul web.

Il Long Last Lipstick "All Heart" di Clinique è caratterizzato da uno stick di colore verde chiaro con un semplice tondino acciaio sul centro. Alla base, un adesivo informa riguardo il nome del prodotto e la provenienza. L'inci, non essendo impresso sull'astuccio, arrivò in un cartoncino a parte, accortezza che apprezzai molto considerando che Clinique si è sempre schierata vicino a coloro che soffrono di allergie e sono proprio questi ultimi che hanno maggiore bisogno di verificare la formulazione di un prodotto ed eventualmente scartare sostanze che gli risultino nocive.
Questo confezionamento è in realtà differente da quello del rossetto in formato di vendita, che è invece di colore argento con scanalature concentriche lungo il corpo.

Aprendo lo stick ci si trova di fronte un bellissimo rossetto rosso, dalla texture cremosa. Il finish è lucido, non particolarmente vivido ed intenso. In fase d'uso si dimostra modulabile, quindi anche a prova di errore. Chi desidera un risultato più naturale può optare per una copertura leggera. Chi la preferisce più vistosa, non dovrà fare altro che una passata o due in più. 
Mi piace questa sua possibile modulabilità. Mi porto dietro un solo rossetto e scelgo quanto calcarlo a seconda dell'occasione d'uso. La tonalità è molto affine alle mie corde. Non particolarmente originale, ma sicuramente una di quelle che avrei potuto scegliere anche da sola ad occhi chiusi.



Personalmente preferisco abbinare il mio Long Last Lipstick "All Heart" di Clinique a make up occhi sul marrone, a prescindere dal fatto che siano intensi o meno. Riesce ad esaltare con delicatezza anche trucchi verdi o smokey eyes.
Una volta steso risulta confortevole sulle labbra. Non sottolinea eventuali pellicine e col passare del tempo non compare alcun sintomo di secchezza. Le labbra sembrano restare idratate a lungo, anche oltre il periodo di permanenza del colore. E a proposito di durata, su di me raggiunge le tre ore. Non molto in termini assoluti, ma più che discreto per me che sul luogo di lavoro parlo molto e bevo frequentemente.

L'inci si apre con olio di ricino e cera candelilla. Continua poi con sostanze di origine chimica, sebbene poi vi siano qui e là accenni di ingredienti naturali tra lui il gel di aloe e l'olio di germe di grano. Complessivamente, si tratta di una formula di chiara impostazione tradizionale, con un gran numero di coloranti.


La gamma dei Long Last Lipstick di Clinique non finisce con il rossetto "All Heart". Le nuance disponibili sono 18. Quasi tutte molto graziose ma non particolarmente originali, se posso permettermi un commento che vada al di là della tonalità della sola tonalità All Heart.

Concludendo, è uno dei rossetti che ho usato di più nell'autunno appena trascorso. Non perché si tratti di un rosso eccezionalmente duraturo, piuttosto perché poco impegnativo. Sebbene nasca con una texture cremosa, non ha il brutto vizio di sbavare e sbordare dal contorno labbra.  Lo applico velocemente, resta sulle labbra per un tempo che potrei definire ragionevole, si intona bene con i colori del mio viso e definisce con cura qualunque make up io decida di abbinargli. E' completamente inodore e non risulta comedogeno sul contorno labbra. Io preferisco usarlo di giorno, scegliendo qualcosa di più intenso per la sera, ma chi già al mattino non si sente completamente a suo agio con un rossetto rosso, seppur non particolarmente impegnativo come questo, può comunque utilizzarlo per le uscite serali senza rischiare di sfigurare.



DOVE SI ACQUISTA: in profumeria o sull'e-commerce
LUOGO DI PRODUZIONE: Canada
PAO: non specificato sulla confezione
QUANTITA': 4 g
PREZZO: 23 €

martedì 24 dicembre 2013

Buon Natale!

Foto: memic.net

E così il Natale è arrivato davvero. 
Io spero che ognuna di voi lo trascorra nel modo che la faccia sentire bene.
Un augurio speciale a chi sta male, a chi soffre, a chi ha subito un lutto, a chi ha perso il lavoro, a chi ha ricevuto una cattiva notizia.
Un augurio altrettanto speciale a chi di voi mi segue sempre, a chi legge le mie opinioni sui prodotti più disparati, a chi mi lascia un gradito commento, a chi mese dopo mese è ancora qui.

Fonte: it.dreamstime.com

Che il Natale sia per voi un momento da trascorrere con gioia, serenità...ed un pizzico di follia.
Recensioni Cosmetiche non va in vacanza. Nei prossimi giorni troverete nuovi articoli e nuovi consigli.
A tutti voi, un Abbraccio Affettuoso.

lunedì 23 dicembre 2013

Apiarium - Il Riso e l'Orchidea - Bagnodoccia



Sulla confezione:
Lasciate che il vostro corpo si copra con la morbida composizione leggera di questa formulazione e profumatelo con le dolci e fresche note del Riso e dell'Orchidea. Sarà bella la scoperta di un incredibile profumo tutto nuovo in cui il riso, ricco di enzimi, amminoacidi, minerali e vitamina E e utilizzato da tempi memorabili dalle donne asiatiche, rappresenta un componente ideale per la cura del corpo. L'Orchidea invece, da sempre il simbolo per eccellenza della sensualità, dell'eleganza e della femminilità, è ricca di proprietà cosmetiche: idratanti, antiossidanti e rivitalizzanti. Il corpo sperimenterà un benessere totale. Un bagnodoccia idratante e lenitivo ideale per coloro che trovano nella semplicità della dolcezza, la passione e l'amore per il proprio corpo.


Recensione d'uso:
Molte le parole utilizzate da Apiarium per descrivere le sensazioni ed i benefici suscitati dal Bagnodoccia Il Riso e l'Orchidea. Così tante da chiedersi se non siano troppe. 

Il prodotto si presenta in una confezione estremamente graziosa e femminile, di quelle che possono tranquillamente essere regalate al prossimo ed appagare anche l'occhio. All'esterno una scatola di cartone nero avvolto da una spessa etichetta descrittiva. All'interno, un flacone trasparente con tappo di alluminio. Il foro di uscita è ampio, più di quanto non sia normalmente.
Personalmente reputo questo packaging semplice ma di grande effetto. Non vi sono eccessivi fronzoli, eppure è in grado di lanciare il giusto messaggio: quello di un bagnodoccia delicato, discreto, femminile.



La texture del Bagnodoccia Il Riso e l'Orchidea di Apiarium è lattea, scorrevole e densa al punto giusto. Non produce molta schiuma ma ciò non ne pregiudica le qualità lavanti. Sotto la doccia è una vera coccola per il corpo ed i sensi. La sua profumazione è delicata, tenue, eppure capace di avvolgere il corpo e la mente come in una carezza. Il rito giornaliero del bagno non deve essere solo qualcosa di schematico, atto semplicemente a pulire il corpo dalla sporcizia. La detersione è anche un modo per farsi scivolare via la stanchezza, le brutture del mondo, e allo stesso tempo concedersi del tempo per sé, per volersi bene. 
Questo prodotto riesce a fare tutto questo pur senza avvalersi di una fragranza penetrante. Io lo trovo particolarmente adatto a tutte coloro che amano lavarsi con un prodotto bello sotto diversi punti di vista e che amano le profumazioni armoniose, poco evidenti.

Una volta risciacquato il tutto, sulla pelle la fragranza non si avverte più. Essa permane solo durante la fase del lavaggio, per poi scomparire subito dopo. Come una parentesi, un qualcosa da vivere in quell'attimo e disperdere poco tempo più in là.
Il Bagnodoccia Il Riso e l'Orchidea di Apiarium non sembra aggredire la pelle, che dopo la detersione è piuttosto liscia, quasi idratata. Ciononostante, io necessito ugualmente di una lozione corpo da stendere dopo l'asciugatura.

L'inci non contiene sls ma sono comunque presenti due tensioattivi piuttosto aggressivi, fortunatamente ben tamponati dalla betaina. Sono presenti anche il gel di aloe vera, la glicerina, proteine idrolizzate, acido lattico, urea. Non si tratta di una formulazione particolarmente delicata né così attenta alla natura. Ci sono davvero pochi elementi vegetali ma per fortuna non contiene parabeni. Scorgendo il sito web noto però che è stata cambiata. Se interessati, potete visionare il nuovo inci cliccando qui. Quella che vedete in foto è invece la formulazione del prodotto che ho in casa.



Concludendo, penso che il Bagnodoccia Il Riso e l'Orchidea di Apiarium costituisca una bellissima idea regalo. Io stessa l'ho ricevuto da un'amica diverso tempo fa. Non so se lo ricomprerei per me stessa ma sicuramente lo acquisterei per altre persone, magari includendo uno degli altri cosmetici facenti parte della Linea: la Crema Corpo, l'Acqua di Profumo o l'Olio Corpo.


SITO WEB: www.apiarium.it
DOVE SI ACQUISTA: nelle erboristerie rivenditrici del marchio e nei negozi monomarca Apiarium
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 400 ml
PREZZO: 8,90 €

domenica 22 dicembre 2013

La Domanda della Settimana



Buongiorno a tutti e buona domenica!
Il Natale si avvicina inesorabile ed è quindi giunto il momento di pensare a come adornarsi per le feste. Come ogni anno vi chiedo di condividere, se vi fa piacere, il vostro look natalizio ed il make up che sfoggerete. Sarà anche un modo per darsi qualche idea l'un l'altra.

Aspettando le vostre risposte, come al solito vi auguro un buon week end. Qualcuno di voi finirà nella bolgia pre-natalizia per acquistare gli ultimi regali ed è proprio il caso di dirlo: in bocca al lupo, non fatevi inghiottire.


Hai già scelto cosa indossare
per il giorno di Natale?
Quale make up abbinerai alla tua mise? 
Preferirai un trucco leggero ma sofisticato
o qualcosa di vistoso e scintillante?

sabato 21 dicembre 2013

[Test] : Make Up e Personalità, un Binomio Inscindibile

Buongiorno,
apro l'ultimo sabato prima del Natale con un post un po' diverso dal solito. Lo faccio perché l'idea, seppur semplice, mi è piaciuta così tanto che ho avuto subito voglia di condividerla con voi.
Se come me avete la mania dei test e fin da adolescenti non ne avete saltato neanche uno pescandone su ogni rivista femminile che vi capitava a tiro, allora siete nel posto giusto.

Direttamente dal comunicato stampa:
Estroversa e sensuale, romantica, frizzante e glamour o naturale: qual è il make-up più adatto al modo di essere di una donna? In occasione del Natale, la nota catena internazionale di profumerie Douglas ha pubblicato un’infografica che svela al pubblico femminile il modo migliore per armonizzare la propria personalità con i prodott iper il make-up utilizzati dai più importanti truccatori a livello internazionale.

Esiste dunque una relazione fra trucco e personalità, cosmesi e psicologia? Gli psicologi dicono di sì: il trucco è comunicazione, sostiene Luca Mazzucchelli, psicologo e psicoterapeuta di Milano. Non a caso le parti del corpo sulle quali le donne sono solite applicare i cosmetici sono il volto, gli occhi e le labbra, ovvero gli organi attraverso i quali si instaurano le relazioni con le persone e il mondo esterno. Inoltre, in base a come e quanto il trucco agisce sul look è possibile determinare sia l’identità psicologica di una persona, sia l’immagine che intende dare di sé agli altri, afferma il professor Roberto Pani, docente di Psicologia Clinica presso l’Università di Bologna.

A prescindere dai risvolti psicologici che il make up assume e ben sapendo che un semplice test non sarà mai sufficiente per farci meglio comprendere noi stesse, ho pensato che sarebbe comunque carino fare insieme questo giochino e poi pubblicare fra i commenti quello che esce fuori. Per poi magari discuterne fra noi, come se fossimo sedute ad un bar a chiacchierare amabilmente.
Che ne dite?
Il test ideato dalle Profumerie Douglas è questo:

Infografica Make-Up Douglas

Se ne avete voglia, aspetto di conoscere le vostre risposte.


Infografica a cura di Douglas.it

venerdì 20 dicembre 2013

Cmd Naturkosmetik - Olio di Cocco Biologico



Su ecco-verde.it:
Olio di cocco puro certificato biologico (KbA= Kontrollierte biologische Anbau - Agricoltura biologica controllata), spremuto a freddo e non trattato. Grazie alle sue caratteristiche speciali è molto versatile. L´olio di cocco è composto da acidi grassi saturi ed è l´olio piú resistente al calore tra tutti gli oli vegetali. È perciò ideale per la cottura, per la preparazione di dolci o come semplice paté da spalmare sul pane. Essendo privo di colesterolo, contribuisce ad una dieta sana! L´olio di cocco è inoltre un toccasana per il corpo e i capelliPuò essere usato come idratante per prevenire la pelle disidratata, come doposole per il suo effetto lenitivo, o come maschera per i capelli per donare loro lucentezza e aumentarne il volume! È inoltre un must have come struccante! Elimina, in una passata, anche il trucco più resistente! Questo prodotto è 100% vegan.


Recensione d'uso:
Per invaghirmene bastò guardarlo nella sua confezione. Già dall'esterno era possibile notare la sua naturalità: da quella grana imperfetta, dai buchi che sembravano esserci qui e là. Nel suo barattolo di vetro a cerniera, l'Olio di Cocco Biologico di Cmd era appena entrato in casa mia e già mi sembrava un amico fidato. Tanto che feci una cosa che di solito non faccio mai. Lo aprii subito e lo usai, ancor prima di avere tempo e modo di fotografarlo per questo mio amatissimo spazio.
Fortuna volle che proprio la sera prima avessi terminato il Balsamo Struccante di Clinique, così che dal 6 novembre effettivamente io usai questo prodotto ogni sera.

Dicevo che per invaghirmene bastò guardarlo nella confezione. Ma per innamorarmene fu necessario usarlo e sera dopo sera si impadronì della mia routine.
Questa doverosa premessa per presentarvi al meglio un prodotto di cui probabilmente avrete già letto anche altrove, ma che per me non è solo uno strumento, bensì una vera e propria coccola di fine giornata. A chi piace struccarsi? a me no, non è mai piaciuto. Alla sera compiere questi doverosi gesti non fa che completare la mia agonia quando vorrei solo farmi una doccia e crollare stanca sul letto.
Ma poi è arrivato lui, col suo delizioso profumo di cocco, e tutto è cambiato. Anche se alcune sere mi capita ancora di desiderare di veder scomparire il trucco come per magia, la maggior parte delle volte il tutto mi sembra più veloce e sopportabile.

L'Olio di Cocco Biologico Cmd ha una texture burrosa, almeno in questo periodo dell'anno. L'Olio di Cocco, questo come qualunque altro purché sia puro, è solido con le basse temperature e torna del tutto liquido in estate. L'ho acquistato in autunno perché dopo aver provato e poi finito il Balsamo Struccante di Clinique, proprio non mi andava di tornare ad altri metodi di strucco.



Come lo uso. Dopo essermi lavata ed asciugata le mani, prelevo una noce di Olio di Cocco sotto forma di burro, lo scaldo qualche istante e delicatamente lo massaggio prima sul viso, poi sugli occhi. Su questi ultimi mi soffermo un po' di più, andando a sciogliere pian piano anche il mascara. Quando il trucco è stato completamente sciolto, bagno la mia Salvietta Struccante in Cotone Biologico Popolini e rimuovo il tutto. Dopodiché, per rimuovere le ultime oleosità uso un gel detergente o un'acqua micellare. Risciacquo con acqua tiepida o fredda, poi passo il tonico. 

Cosa rende speciale l'Olio di Cocco Biologico Cmd? Mi vengono in mente diverse risposte.
  • Non è una sostanza comedogena per cui anche chi è predisposto alla formazione di brufoli ed impurità può utilizzarlo senza temere sfoghi. 
  • Velocizza il momento dello strucco serale senza sacrificarne l'efficienza. Strucca bene e lo fa rapidamente.
  • Non aggredisce la pelle. E' delicato, gradevole, persino rilassante.
  • Ha un profumo paradisiaco, di vero cocco. Non qualcosa che somiglia vagamente al cocco, ma cocco vero, unico e inimitabile.
  • La sua confezione è riutilizzabile. Una volta terminato il suo contenuto, la si può riutilizzare nei modi più disparati. 
  • E' chiaramente unto, ma non in modo viscido e fastidioso. La sua consistenza è estremamente piacevole.
  • Il suo inci è composto da solo olio di cocco biologico certificato da un rigoroso organo di controllo tedesco. E' quindi molto raro che possano insorgere irritazioni ed allergie.
Personalmente non gli trovo difetti. E' un sistema naturale, pratico e veloce per struccarsi e farlo in modo piacevole. Anche chi, come me, la sera non ha tutta questa gran voglia di struccarsi, lo troverà ben più sopportabile di altri metodi.
Penso che possa ritenersi un metodo gradito ai più, sempre che non si odi l'olio sul viso. In questo caso, ma solo in questo, meglio evitare.

Come avrete capito, io lo sto usando principalmente per struccarmi. Ma l'olio di cocco può essere utilizzato con la massima soddisfazione anche per preziosi impacchi rigeneranti sui capelli. Anche in questo caso non bisogna far altro che scioglierlo un po' sfregandone una dose fra le mani per poi massaggiarne il ricavato sui capelli, asciutti o bagnati a seconda delle vostre esigenze. Lasciate in posa il tempo che vi è più congeniale e poi procedete ad un normale shampoo. E' un ottimo aiuto per scongiurare il pericolo di doppie punte o lunghezze sciupate.
Qualora lo si usi sia per i capelli che per lo strucco, consiglio l'acquisto della confezione da 500 ml in quanto più conveniente in termini di spesa.


SITO WEB: www.cmd-natur.de
DOVE SI ACQUISTA: online presso siti web specializzati nella vendita di prodotti ecobiologici come Ecco Verde 
LUOGO DI PRODUZIONE: non specificato sulla confezione
PAO: non specificato sulla confezione
QUANTITA': 200 ml
PREZZO: 9,59 €

giovedì 19 dicembre 2013

Yves Rocher - Tradition de Hammam - Balsamo Nutriente d'Argan e Latte Doccia Orientale


I primi giorni di ottobre, complice la cartolina Yves Rocher del mese dedicata ai tesserati, mi sono ritrovata nella busta della spesa due minitaglie di prodotti in anteprima, che sarebbero usciti nei negozi di lì a poco. Sto parlando del Balsamo Nutriente d'Argan Tradition de Hammam e del Latte Doccia della stessa linea. Poiché ad agosto avevo acquistato l'Olio Doccia Orientale amandone la profumazione, ero davvero felice di poter utilizzare altri 2 prodotti, pensando scioccamente che vi avrei ritrovato la stessa fragranza.
Niente di più sbagliato. Sebbene il Balsamo Nutriente d'Argan ed il Latte Doccia Orientale facciano entrambi parte della Linea Tradition di Hammam, ad essi è stata attribuita una profumazione diversa. Ugualmente gradevole, ma niente a che vedere con le note dolcemente speziate che avevo così amato utilizzando l'Olio Orientale.


Inizio a parlare del Balsamo Nutriente d'Argan, il primo tra i due prodotti che iniziai ad usare.
Si presenta in un tubetto color bronzo che in tutto e per tutto richiama la linea Tradition de Hammam. La mia minitaglia conteneva 30 ml di prodotto, quindi una quantità sufficiente per capire se innamorarsene o meno. Il Balsamo Nutriente d'Argan altro non è che una crema corpo fluida e leggera. La profumazione è quella dei fiori d'arancio. Tenue e delicata, la trovo adatta per il periodo primaverile. Una volta stesa sul corpo si asciuga rapidamente, senza doverne prolungare il massaggio. Non appiccica e non unge, e la mia sensazione è che non sia così nutriente come il suo nome lascerebbe dedurre. La pelle sembra essere idratata, ma se si hanno gambe secche come le mie, allora questa crema non sarà comunque sufficiente per ripristinare un certo equilibrio.
Dopo averla stesa, la pelle è liscia e morbida, ma non lo resta a lungo. E la profumazione, già tenue al momento dell'applicazione, dopo un po' è già solo un tiepido ricordo.
L'inci contiene acqua, acqua di rosa damascena, glicerina, un paio di glicolati, olio di Argan, burro di karitè, alcool, peg, carbomer, vitamina E, allantoina, parabeni, olio essenziale di arancia amara. 
Concludendo, dovendomi fare un'idea da questa minitaglia, personalmente non sono tentata dall'acquisto della full size.


Più o meno lo stesso discorso vale anche per il Latte Doccia Orientale. Si presenta in un flacone trasparente con etichette sul fronte e sul retro. Un tappino marrone conclude il packaging.
All'interno, una texture delicata, avvolgente, gradevolissima al tatto. Anche un po' cremosa, seppur non al pari di un docciacrema. Una volta steso sul corpo bagnato genera una schiumina leggera ma persistente, che profuma la pelle e coccola le narici. Anche qui ritroviamo la profumazione di fiori d'arancio. Gradevole, certo, ma assai distante da quella dell'Olio Orientale Tradition de Hammam. Anche in questo caso, la fragranza non permane sul corpo una volta che si è concluso il bagno ed asciugata la pelle.
Personalmente penso che si tratti di un prodotto grazioso nel suo genere e di sicuro effetto per le amanti della zagara. L'inci contiene acqua, tensioattivi, glicerina, gel di aloe vera, profumo, sale, olio essenziale di arancio amaro. Come per il Balsamo Nutriente d'Argan, anche la minitaglia di Latte Doccia non mi ha invogliato all'acquisto della confezione intera. Ciononostante, apprezzo molto l'idea di Yves Rocher di omaggiare i clienti più fedeli con le minitaglie dei prodotti in anteprima e spero che ciò avvenga anche in futuro.

Una piccola nota per quanto riguarda il prezzo di entrambi i prodotti. Ben 23 € per un balsamo corpo che secondo me non ha elementi a giustificarne un così alto costo. Lo stesso dicasi per il Latte Doccia Orientale che io ho trovato del tutto simile ad altri bagnodoccia a marchio Yves Rocher che però costano decisamente meno. Ho la netta sensazione che basti cambiare una confezione e scrivere in etichetta delle paroline magiche come "argan" per far lievitare i prezzi. Pensateci su: non è sempre una buona mossa farsi imbrigliare fra le leggi del marketing.


SITO WEB: www.yves-rocher.it
DOVE SI ACQUISTA: nei negozi monomarca o attraverso una consigliera di bellezza
LUOGO DI PRODUZIONE: Francia
PAO: hanno la data di scadenza
QUANTITA': nei formati di vendita 150 ml il Balsamo e 200 ml il Latte Doccia
PREZZO: 9,95 € il Latte Doccia e 23 € il Balsamo.

mercoledì 18 dicembre 2013

The Body Shop - Burro Corpo alla Noce Brasiliana



Su the-body-shop.it:
Olio di noce brasiliana, burro di karitè e burro di cacao, provenienti dal Commercio Equo, donano morbidezza ed idratazione fino a 24 ore alla pelle secca, lasciando una caramellata profumazione sul corpo.


Recensione d'uso:
Quando diversi mesi fa iniziai ad usare il Doccia Crema alla Noce Brasiliana, mi ritrovai con un prodotto meraviglioso. Vellutato, profumato di buono, dolciastro, gradevole in ogni fase del suo utilizzo.
Ma pur volendo, proprio non potevo iniziare anche il Burro Corpo della stessa linea. Avevo diversi prodotti per il corpo da terminare ed è buona norma non aprirne troppi tutti insieme, anche per evitare che si rovinino. E così, l'attesa non ha fatto altro che acuire il desiderio e la curiosità.
Arrivato l'autunno e terminate le creme corpo estive, finalmente si presentò il momento di aprire questa meravigliosa confezione e conoscere più a fondo il suo contenuto.

Il Burro Corpo alla Noce Brasiliana di The Body Shop si presenta in un packaging del tutto simile a quello degli altri burri corpo del marchio. Barattolone di plastica marrone con tappo a vite. Sul fronte una bella immagine evocativa e sul retro informazioni circa la formulazione del prodotto, la provenienza, il pao.

Io ci provo tutto l'anno ad usare altre creme per il corpo e per alcuni periodi posso anche dire di apprezzarle, ma so che nessuna riesce a nutrire a fondo la mia pelle come invece ci riescono i Burri Corpo di The Body Shop. 
La texture del Burro Corpo alla Noce Brasiliana di The Body Shop è compatta e goduriosa. A me ricorda molto la consistenza del mascarpone: spalmabile ma soda. Affondando le dita al suo interno lo si sente ricco e corposo; non è una di quelle creme che scivolano facilmente tra le dita. 
Per quanto mi riguarda, penso che questa sia la texture giusta per le pelli aride e secche che hanno bisogno di qualcosa in più ed è proprio a queste pelli che i Burri Corpo sono rivolti.


Io lo uso dopo la doccia, prendendone generose quantità ed utilizzandolo su ogni parte del corpo, ma soffermandomi particolarmente in quelle zone che, per natura, sono destinate ed essere più ruvide come le ginocchia, i gomiti, i talloni.
Il suo profumo è molto dolce ma fortunatamente tenue. Non lo sento prepotente e duraturo come quello del Burro Corpo al Moringa, che è la mia crema per il corpo preferita in assoluto, tanto da ricomprarla con una certa frequenza. 
La sua è una profumazione caramellata, zuccherina. Mi fa pensare ai torroncini, alle mandorle, a qualcosa di buono da mangiare. E poiché solitamente amo farmi il bagno con queste fragranze ma non tenerle sul corpo per molto tempo, pensavo che dopo un po' mi avrebbe stufato.
Non è successo, proprio perché si tratta di una fragranza poco incisiva, che raggiunge il mio naso solo quando lo avvicino alla mia pelle. Dolce si, ma non così intensa da risultare stucchevole.

Il senso di nutrimento e idratazione è istantaneo. Pur avendo una texture ricca, il tempo di assorbimento si rivela rapido, tanto che mi rivesto subito dopo, senza dover aspettare.
La mia pelle sembra assorbirlo con estrema facilità e subito dopo, toccandomi, la sento liscia, morbida, vellutata, polposa. La sensazione dura per qualche ora, tant'è che anche il mattino dopo la vedo stare bene.

L'inci contiene acqua, burro di cacao, burro di karitè, glicerina, olio di noce brasiliana, olio di sesamo. La formula non è del tutto naturale ma comunque sulla buona strada. Il dimethicone contenuto fra le ultime posizioni aiuta nella spalmabilità della crema ma non incide sulla pelle né la occlude, essendocene in quantità estremamente ridotte. Il burro di cacao, di karitè e l'olio di noce brasiliana derivano dal Commercio Equo Solidale.

Concludendo, penso che sia un prodotto da tenere in considerazione se si ha la pelle del corpo tendenzialmente secca e la si vuole nutrire con qualcosa di ricco e voluttuoso. Astenersi se non si amano le profumazioni dolciastre, sebbene come già precisato, non si possa comunque definire intensa né stucchevole. Io la consiglio anche per le pelli mature che più di altre risentono di secchezza e aridità. Per il periodo dell'autunno-inverno si rivela un'ottima scelta, sia dal punto di vista della texture, sia per quello della fragranza.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste opinioni personali, libere da condizionamenti.


DOVE SI ACQUISTA: nei negozi monomarca e sul sito web
LUOGO DI PRODUZIONE: Regno Unito
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 200 ml
PREZZO: 15 €

martedì 17 dicembre 2013

John Masters Organics - Shampoo per Capelli Normali - Lavanda e Rosmarino



Su johnmasters.it/store:
Gli estratti di lavanda e rosmarino sono uniti ad altri 13 ingredienti biologici certificati, oltre alle proteine della soia e aminoacidi del grano, per rendere i capelli sani, splendenti e docili. Non contiene SLS. Per capelli colorati.


Recensione d'uso:
Di John Masters Organics su questo blog ho parlato spesso, ma sempre e solo per raccontarvi di novità ed eventi legati al brand. Oggi facciamo qualcosa di diverso e di più attinente alle mie personali inclinazioni. Vi parlerò di uno dei prodotti del marchio, nello specifico dello Shampoo per Capelli Normali Lavanda e Rosmarino.

Prima di entrare nel vivo del discorso, qualche cenno al brand, così che anche chi non lo conosce possa farsene un'idea. John Masters Organics produce prodotti di bellezza che spaziano dalla cura del viso a quella dei capelli, passando ovviamente per quella del corpo. Il tutto, avvalendosi di sostanze che rispettino l'ambiente. Tutti i prodotti del marchio sono infatti certificati organici e naturali da competenti organi di controllo. Sono privi di parabeni, ogm, siliconi, petrolati e nessun ingrediente è testato sugli animali. 

Lo Shampoo per Capelli Normali Lavanda e Rosmarino di John Masters Organics si presenta in uno snello flacone di un bel marrone scuro con delle semplici scritte bianche a completare il semplice packaging. Il tappo si avvale di un'apertura a scatto. All'interno, il prodotto è di un color caramello e la profumazione è piacevolmente erbosa, naturale, in alcun modo invasiva o penetrante.  


Inizialmente provai ad usarlo diluito, come da 6 anni a questa parte mi capita di fare con gli shampoo ecobiologici che sono solita utilizzare. Questo metodo purtroppo non mi è piaciuto neanche un po'. Così facendo ottengo una quantità di schiuma molto evanescente che non riesco a far arrivare sull'intera capigliatura e sul cuoio capelluto.
Ho dunque scelto di utilizzarne una prima piccola parte diluita e subito dopo inserire una seconda modica quantità di prodotto puro. Eccolo dunque riuscire a produrre una giusta quantità di schiuma atta a detergere in profondità e nel pieno rispetto della cute, i miei capelli.
Come al solito pratico anche un massaggio che riattivi la microcircolazione sul cuoio capelluto.

Il lavaggio avviene in modo delicato ma incisivo. La profumazione naturale dello Shampoo per Capelli Normali Lavanda e Rosmarino John Masters Organics è persino in grado di produrre su di me un effetto rilassante, forse proprio per merito della lavanda, che notoriamente ha di queste proprietà.
Una volta lavati e tamponati con un asciugamano, i miei capelli non necessitano di un balsamo. A dire il vero non lo utilizzo mai, ma a maggior ragione utilizzando questo prodotto mi sono resa conto di come l'assenza di nodi sia pressoché totale. Buono dunque anche il suo potere districante e condizionante.

Dopo averli asciugati con il mio solito phon agli ioni, i capelli risultano leggeri, vaporosi, delicatamente profumati. Non è una fragranza che resista a lungo, però ammetto che mi piace e che mi fa pensare alla natura, nell'accezione più incontaminata del termine.

L'inci contiene il 70% di ingredienti organici certificati. Al primo posto della formulazione non troviamo la semplice acqua, ma bensì il gel di aloe vera. I tensioattivi sono di matrice vegetale e assai meno aggressivi di quelli che troverete in qualunque shampoo sugli scaffali del supermercato o dal parrucchiere. Ci sono anche olio di jojoba, estratto di caprifoglio, estratto di ortica, pantenolo, glicerina, olio essenziale di lavanda, olio essenziale di rosmarino, estratto di achillea, estratto di camelia, estratto di equiseto e molto altro ancora. Una formula di pregio, che si avvale di sostanze pure e benefiche. Sostanze che forse ne giustificano il prezzo, che effettivamente non è basso.

Concludendo, penso di poter dire senza ombra di dubbio che lo Shampoo per Capelli Normali Lavanda e Rosmarino di John Masters Organics si è rivelato una piacevolissima scoperta. Lo consiglio a chi ha i capelli normali e per la sua infinita dolcezza è assai indicato anche sui capelli colorati.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste opinioni personali, libere da condizionamenti.


SITO WEB: www.johnmasters.it
DOVE SI ACQUISTA: nei saloni rivenditori e presso l'e-commerce
LUOGO DI PRODUZIONE: Stati Uniti
PAO: 6 mesi
QUANTITA': 236 ml
PREZZO: 22 €

lunedì 16 dicembre 2013

Urban Decay - Vice 2 Palette

Su sephora.it:
Ti sei persa la prima edizione? Non vedevi l'ora di vedere il seguito? Con la Palette Vice 2 i tuoi desideri sono finalmente esauditi. 20 tonalità di ombretto inedite riunite in un prezioso cofanetto decorato grazie ad uno speciale processo per rendere ogni palette unica! La palette Vice 2 è ornato da un disegno astratto ispirato ad un'orchidea, realizzato con una tecnologia esclusiva che fa in modo che nessuna palette sia esattamente uguale ad un'altra. Per coronare il tutto, sul coperchio è apposto il logo UD in lettere cromate.



Considerazioni e Swatches:
Della Palette Vice che Urban Decay lanciò lo scorso anno ho solo vaghi ricordi. La trovavo graziosa, ma non al punto di acquistarla o di farne un caposaldo della mia collezione. Quando invece a settembre di quest'anno comparvero le prime immagini della Vice 2 ne rimasi folgorata. Mi piaceva: nel suo insieme e pezzo per pezzo.
Gli ombretti Urban Decay di nuova formulazione sono i miei preferiti. Hanno una scrivenza eccezionale, un'ottima tenuta, una perfetta sfumabilità. La Palette Vice 2 racchiude 20 ombretti inediti in un cofanetto di incredibile bellezza. All'esterno, una scatola in cartone grigio in diverse sfumature. Al centro, il logo del marchio in un prugna diamantato.



All'interno, la Palette Vice 2 vera e propria: uno scrigno in plastica dura di un bel viola dotato di marchio, anch'esso diamantato, in rilievo. Aprendola troviamo uno specchio che ricopre l'intera parete superiore. La parete inferiore è invece deputata al contenimento delle cialde.


In basso, un doppio pennello in setole sintetiche. Seppur le due punte siano di dimensioni differenti, la destinazione d'uso è quasi la stessa. La conformazione è atta alla sfumatura delle polveri o dei prodotti in crema, che siano ombretti o correttori. La punta più piccola può essere utilizzata anche per l'applicazione degli ombretti sulla palpebra mobile ma a tal proposito preferisco un classico pennello a setole compatte, così da consentire una stesura più precisa. Ammetto senza remora alcuna che al posto di questo doppio pennello avrei di gran lunga preferito una matita doppia, purché colorata.


Veniamo dunque alle altre immagini riguardanti la Palette Vice 2 di Urban Decay che 3 settimane fa mi sono regalata per Natale.







Ho cercato di fotografare al meglio anche le singole cialde, per poi accorgermi di averne saltate due - oppure di averne inavvertitamente cancellato le immagini - in ogni caso vi mostro le 18 che possiedo, in fila.

Smokeout:


Lovesick:


Shellshock:


Coax:


X-Rated:


Prank: 


Strike:


Stash:


Poison:


Radar:


Voodoo:


Betrayal:


Derailed:


Dope:


Toxic:


Habit:


Ambush:


Rewind:


Le cialde mancanti sono dunque Madness e Damaged.

Veniamo dunque agli swatches, eseguiti fila per fila con gli ombretti asciutti e senza l'ausilio di una base.

Fila 1 da sinistra: Smokeout, Lovesick, Shellshock, Coax, X-Rated


Fila 2 da sinistra: Prank, Madness, Strike, Stash, Poison


Fila 3 da sinistra: Radar, Damaged, Voodoo, Betrayal, Derailed


Fila 4 da sinistra: Dope, Toxic, Habit, Ambush, Rewind


In definitiva, penso che la Vice 2 di Urban Decay sia una delle più belle idee regalo che un'appassionata di make up possa trovare sotto il suo albero. Io, sapendo che in nessun caso Babbo Natale sarebbe venuto in mio soccorso, ho preferito giocare d'anticipo ed auto-regalarmela. 
Ciononostante, non penso che possa definirsi una palette completa. Per palette completa non intendo un significato assoluto del termine. Ognuno può ritenere completa o meno una palette a seconda di ciò che è solito utilizzare.
Personalmente qui mi manca un bianco matt e trovo che i due colori iniziali (Smokeout e Lovesick) siano troppo simili l'uno all'altro. I colori matt sono leggermente polverosi mentre assai più gestibili lo sono tutti gli altri.
I miei colori preferiti sono Stash (ombretto identico all'omonima 24/7 Glide On Pencil che utilizzo e amo da anni), Damaged, Shellshock, Betrayal, Radar e Derailed. Trovo eccessivamente cupi Poison e Prank. Rewind lo uso per le sfumature sulla piega dell'occhio e trovo che sia perfetto con qualunque altro colore.

La ricomprerei? ovviamente.
Ve la consiglio? solo se amate il marchio Urban Decay e vi piacciono la maggior parte dei colori proposti. La qualità a mio parere è medio/alta e poter contare su 20 ombretti in una palette non eccessivamente spaziosa può sempre far comodo, anche e soprattutto durante gli spostamenti. Il costo è proporzionale a ciò che si riceve in cambio e se poi si può sfruttare uno sconto non può che essere un motivo in più per regalarsela.


SITO WEB: www.urbandecay.com
DOVE SI ACQUISTA: nelle profumerie Sephora o attraverso l'e-commerce
LUOGO DI PRODUZIONE: contenuto negli Stati Uniti, assemblaggio nella Repubblica Dominicana, doppio-pennello in Cina
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 20 x 0,8 g
PREZZO: 48,90 €. Io ho sfruttato uno sconto del 10%.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...