lunedì 31 ottobre 2016

Smaltimento Cosmetici - Novembre



Buongiorno!
Ottobre è già finito? Pare proprio di si. E mentre alcuni di voi si staranno preparando alla notte di Halloween, io sono qui per raccontarvi dei miei prodotti terminati del mese. 
Stavolta mi sento piuttosto soddisfatta, anche e soprattutto perché compaiono anche un paio di prodotti di make up. Il fatto che siano prodotti ad utilizzo praticamente giornaliero non deve rendere la mia gioia meno vera, giusto? E invece si, perché fondamentalmente si tratta di prodotti che riacquisto di volta in volta e che dunque non mi dispiacerebbe veder durare in eterno.
Ma bando alle ciance, vi lascio alle mie liste. E voi, cosa avete smaltito ad ottobre?


PRODOTTI FINITI AD OTTOBRE:

- Organic Shop - Shower Gel Rosa Romantica. Ahimè non ha nulla di romantico: né la profumazione difficilmente riconducibile a quella del fiore da cui prende il nome, né la consistenza. Non mi è piaciuto e non lo riacquisterei. 
- Biofficina Toscana - Siero Viso Antiossidante. Gradevole prodotto privo di oli che ho utilizzato per quasi tutta l'estate come trattamento serale. Mantiene bene l'idratazione lasciando traspirare la pelle nelle ore notturne.
- Organic Shop - Shower Gel Lavanda. La profumazione è un poco più gradevole rispetto agli altri shower gel di questo brand che ho acquistato. Il resto però rimane il medesimo: non lo trovo un prodotto abbastanza piacevole. Dozzinale nel senso letterale del termine.
- Organic Shop - Mango - Body Scrub. Ottimo profumo, eccezionale capacità esfoliante. Lo riacquisterei senza dubbio. Come avrete facilmente intuito, di questo brand sto amando molto gli scrub corpo e per nulla i docciaschiuma. Della serie: non tutte le ciambelle riescono col buco.
- Lily Lolo - Fondotinta Minerale Warm Peach. Dall'inizio dell'anno il mio unico fondotinta è quello minerale. Questo di Lily Lolo mi piace perché ha una coprenza non artefatta e la polverosità non è affatto eccessiva. Già messa in uso una nuova confezione.
- Cattier - Gommage Argilla Bianca. E' il mio scrub viso del cuore. Sulla mia pelle agisce sia come esfoliante che come maschera. Ha anche un'adorabile profumo balsamico. Lo sto già rimpiangendo perché il sostituto che ho acquistato non è altrettanto delicato sulla mia pelle sensibile.
- L'Erbolario - Gelsomino Indiano - Crema Corpo. Quando mi piace molto un prodotto, o una profumazione, tendo a centellinarlo. E' stato il caso di questa crema per il corpo, che alternata ad altre lozioni, sono riuscita a far durare la bellezza di dieci mesi. Mi è piaciuta molto, ottima idea regalo.
- Kiko - Natural Sponge. La uso al mattino con un gel detergente per pulire il viso. Ne ho scritto così tante volte in merito che reputo inutile aggiungere altre parole. La mia recensione è sempre lì, ancora valida dopo anni.
- Dr Organic - Gel Bava di Lumaca. Ottimo prodotto che uso nei periodi di transizione (autunno e primavera) alla sera. Ne ho iniziata un'altra confezione. Riduce le macchie, omogenizza l'aspetto della pelle.
- Schmidt's - Deodorante in stick Bergamotto e Lime. Profumo vivido e fresco, perfetto per l'estate. Ottimo anche il potere deodorante, uno dei migliori per quanto concerne le formulazioni naturali. Forse un po' duro da stendere.
- La Bioteca Italiana - Malva e Avena - Detergente Intimo. Piccolo prezzo, ottima resa. Buona la formulazione semplice e totalmente naturale. Un buon prodotto.
- Lancome - La Vie Est Belle - Crema Corpo. E' uno dei rari esempi in cui la crema corpo ha un odore più gradevole del profumo stesso.
- Wycon - Rossetto Pure Color 423. Finire un rossetto si può? Si, si può. A me è successo di rado, ma con questo non poteva essere altrimenti. Per il lavoro o anche per quei giorni in cui desidero apparire naturale, è l'opzione che valuto più spesso. Già sostituito con un 423 nuovo di zecca.
- Borotalco - Bagnoschiuma Idratante. Vado pazza per il profumo di borotalco per cui questo prodotto mi ritrovo ad acquistarlo spesso. Lo condivido con il mio compagno, però, per cui lo abbiamo terminato insieme.

COSMETICI DA TERMINARE A NOVEMBRE:

- Biofficina Toscana - Lozione Corpo ai Frutti Rossi. Mi piace molto, tanto che l'ho usata molto volentieri in estate anche in veste di doposole. Ora vorrei finirla perché temo sarebbe troppo leggera per la mia pelle secca in inverno.
- Lancome - La vie est belle Eau de Parfum. Non lo sopporto più. Mi spiace perché è pur sempre un regalo del mio compagno ma non credo di averlo mai realmente amato e ancor meno lo amo ora che di acqua sotto i ponti ne è passata. Oltretutto è ingombrante sulla mensola.
- Green Energy Organics - Gelee Struccante alla Rosa. Lo sto usando ogni mattina per finirlo. Fondamentalmente è un prodotto, pulisce con delicatezza e non fa schiuma. La questione è che lo avevo acquistato per struccarmi ma in questo modo risulta troppo blando.
- Biolis Nature - Magnolia - Shampoo Riequilibrante. Se avrete letto la mia recensione al riguardo, sapete che non siamo esattamente amici intimi. Vorrei terminarlo per fare spazio ad altro.

sabato 29 ottobre 2016

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Le nuove uscite Nabla per il make up delle sopracciglia hanno riportato alla ribalta un argomento molto attuale negli ultimi anni: quello della definizione perfetta, quasi schematica, di questa zona del proprio viso.
Mi piacerebbe sapere in che modo truccate le vostre sopracciglia e se preferite una definizione naturale o più artefatta.
Fatemi sentire la vostra voce, sono impaziente di conoscere la vostra opinione in merito. Buon week end a tutti.




Cosa utilizzi per truccare le tue sopracciglia?
Meglio una matita, un ombretto o un prodotto in crema?
Preferisci una definizione naturale
o più schematica?
Trucchi sempre le tue sopracciglia o lo fai
solo per eventi particolari?
Hai mai preso in considerazione l'idea di un 
tatuaggio permanente? 


giovedì 27 ottobre 2016

Il Giardino di Arianna - La Corona dell'Avvento Eco-Bio



Il 16 ottobre il noto ed apprezzatissimo e-commerce Il Giardino di Arianna ha lanciato un'idea che ho accarezzato fin da subito e che mi è piaciuta a tal punto da volermi concedere questo delizioso regalo.
La Corona dell'Avvento Eco-Bio altro non è che un modo piacevole e coccoloso di attendere insieme il Natale. Come? Si acquista una box al prezzo di 29,90 € spese di spedizione incluse. Ogni box contiene 4 prodotti in full size tra quelli venduti sul sito. Una volta ordinata la box si riceve un questionario via mail nel quale specificare le proprie preferenze, il tipo di pelle e capelli, i colori preferiti e così via. Questo questionario è necessario alla profilazione della box, così da ottenerne una che sia il più possibile idonea alla persona che l'ha acquistata.
Ogni domenica d'Avvento, dalla prima fino alla quarta, si apre uno dei pacchetti numerati e si condivide il suo contenuto su Instagram o Facebook, così da poter vivere insieme agli altri acquirenti una sorta di esperienza condivisa. Un po' come starsene accovacciati sotto l'albero di Natale ad aprire il proprio pacchetto insieme agli altri, con uno spirito di partecipazione ed armonia.
Temo che questa idea di condivisione sia quella che più mi è piaciuta. Questa sensazione di poter avere qualcuno che ti racconta il suo dono e che ascolta quello che hai da dire tu, sul tuo. Mi è sembrato un modo speciale e familiare di giungere verso il magico momento del Natale.
La Corona dell'Avvento può essere ordinata dal 16 ottobre e sebbene abbia un prezzo di 29,90 € il suo contenuto avrà sempre un valore complessivo tra i 50 € e i 60 €.
Le box verranno spedite dal 14 novembre in poi, così da consentire a tutti di ricevere la propria entro la prima domenica d'Avvento. Che io sappia, ne sono rimaste soltanto due in magazzino!

Per saperne di più potete raggiungere la Pagina della Corona dell'Avvento sul sito. 
Desidero precisare che nessuno mi ha chiesto di scrivere questo post e che non riceverò alcun compenso per averlo fatto. L'ho scritto spontaneamente, presa da un'incontenibile voglia di farvi conoscere questa dolce iniziativa. 
Se come me deciderete di prenderne parte - o se l'avete già fatto nei giorni scorsi -, ci vedremo su Instagram domenica dopo domenica per confrontare insieme i nostri doni. Se non lo farete, i prodotti che sono stati scelti per me li vedrete qui su queste pagine, probabilmente proprio a ridosso del Natale. 



mercoledì 26 ottobre 2016

Lavera - Shampoo Volumizzante all'Arancia



Recensione d'uso:
Sebbene il marchio mi faccia sempre tanta simpatia, erano anni che non compravo qualcosa di Lavera. L'occasione si è presentata nuovamente a luglio, quando pianificando un ordine su Ecco Verde scelsi di inserire nel carrello anche lo Shampoo Volumizzante all'Arancia. Non ero digiuna di shampoo del brand, l'ultimo che provai fu quello al Latte di Mandorla, di cui conservo tuttora un buon ricordo.

Il prodotto si presenta in una bella confezione colorata, come sempre quando si tratta di Lavera. Il flacone è bianco ma sia il tappo che le etichette sono di un bel verde acido che mette allegria. Il tappo è a scatto e la confezione è alta e snella, non occupa molto posto e l'impugnatura è agevole.

La texture dello Shampoo Volumizzante all'Arancia di Lavera è lievemente gelatinosa. Di un bel color miele, basta aprire il tappo affinché si diffonda nell'aria un energizzante profumo di arancia. Gradevolissimo, accompagna tutto il rito del lavaggio senza mai stancare.
Come faccio sempre, anche in questo caso diluisco il prodotto nello spargishampoo e dopo aver miscelato bene applico sui capelli e sul cuoio capelluto. Bastano pochi secondi per veder sprigionare una schiuma tutt'altro che morigerata. Seppur leggera e delicata, lava efficacemente tutta la testa donando istantaneamente una sensazione di piacevole morbidezza. 


Lo dico senza remore: lo Shampoo Volumizzante all'Arancia di Lavera mi è piaciuto subito, fin dalla prima applicazione. E mi piace tuttora, ogni volta che lo utilizzo. Non ha un potere condizionante eccezionale per cui, se siete abituati ad utilizzare un balsamo dopo il lavaggio, molto probabilmente vi occorrerà anche in questo caso. Tuttavia le volte in cui non l'ho fatto non mi sono riempita di nodi e la pettinabilità, pur dovendo fare attenzione, non era stata eccessivamente compromessa. 

Il suo inebriante profumo di arancia non persiste una volta asciugati i capelli ed evapora con l'acqua già al risciacquo.
Quello che resta, fortunatamente, sono capelli leggeri, soffici, lucidi. Il potere volumizzante non è molto accentuato ma come altri shampoo volumizzanti ha il pregio di non appesantire i capelli né di afflosciarli. 

L'inci è costituito da: acqua, tensioattivi di origine vegetale, sale marino, estratto di camelia*, acqua distillata di arancio amaro*, estratto di luppolo*, estratto di germe di grano*, estratto di avena*, estratto di riso*, estratto di mandorle dolci*, estratto di soia*, conservanti di origine naturale, alcool. Le sostanze contrassegnate provengono da agricoltura biologica.



In sostanza, questo Shampoo Volumizzante all'Arancia di Lavera mi piace molto. Ad un prezzo conveniente corrisponde un prodotto funzionale e piacevolmente profumato che rende il momento dello shampoo piacevole ed accurato.
Fortunatamente non mi dà pruriti di sorta e i capelli non si sporcano più in fretta del solito. Per me è promosso.


SITO WEB: www.lavera.de/it
DOVE SI ACQUISTA: presso Naturasì o Esselunga; online su Ecco Verde
LUOGO DI PRODUZIONE: Germania
PAO: ha la data di scadenza 
QUANTITA': 250 ml
PREZZO: 3,99 €.


lunedì 24 ottobre 2016

5 Anni con la Coppetta Mestruale - Il Mio Bilancio

Nella vita faccio difficilmente bilanci, forse perché mio malgrado non so farne. Tuttavia mi sono accorta che sono ben 5 anni che utilizzo con estrema soddisfazione la coppetta mestruale e mi sembra un tempo più che sufficiente per raccontarvi la mia esperienza in modo completo ed esaustivo.

Chiunque ritenga che parlare di ciclo mestruale sia poco consono in queste pagine, può abbandonare la lettura fin da ora. Ci leggeremo domani o mercoledì con altre recensioni cosmetiche, che vi prometto saranno di natura differente.


Ho acquistato la mia coppetta mestruale a settembre del 2011. All'epoca non erano molti gli store online italiani che ne promuovevano la vendita per cui feci un ordine all'estero e in pochi giorni ricevetti il mio prodotto in una comoda e colorata pochette. Ad oggi utilizzo ancora la stessa coppetta che nel tempo non si è usurata, sebbene abbia su qualche macchia che non sono più riuscita a togliere. Inutile che faccia il conto del risparmio: se avessi acquistato un pacco o più di assorbenti per ognuno dei 12 mesi che compongono un anno - e li avessi moltiplicati per 5 - la spesa sarebbe stata assai superiore a quei 27 € che pagai in origine. 
Se dunque vogliamo parlare di soldi, la coppetta mestruale mi ha consentito di risparmiare mese dopo mese, consentendomi di ammortizzare in poco tempo la prima spesa. 

Inizialmente non fu semplice capire in che modo dovevo piegarla, inserirla e poi rimuoverla di volta in volta. Come in tutte le cose, è necessario fare esercizio. Credo di esser diventata pratica già dal terzo ciclo mestruale: quei movimenti diventavano sempre più fluidi e precisi. Non avevo più il terrore che la coppetta si spostasse da dove la mettevo né che risalisse fino a rendermi difficile l'estrazione. A conti fatti, la coppetta una volta inserita nel modo giusto, non si muove fino a quando la si toglie. Se ne sta lì, buona buona, e letteralmente non la si sente.
Avere il ciclo è diventato assai meno spiacevole. Non devo più rinunciare ai bagni al mare o in piscina, non devo portarmi dietro assorbenti nella borsa, non devo preoccuparmi che possano muoversi mentre cammino facendomi sporcare gli abiti.
Praticamente vivo il ciclo in maniera assai differente e più spensierata. Indosso la mia coppetta e non vedo tracce di sangue, non avverto odori, non mi sento ostacolata nei movimenti e nelle mie azioni quotidiane. Mi sento libera e felice come una farfalla, qualcuno ricorderà tale slogan che mai come in questo caso può dirsi pertinente.

Ho un flusso normale, né scarso né abbondante. Indosso la mia coppetta mestruale al mattino e la rimuovo alla sera, senza bisogno di cambiarla e reinserirla durante il giorno, quando sono a lavoro o in giro per commissioni. Questo mi consente di potermene occupare sempre nella sicurezza e nell'igiene del mio bagno. Non so se questo stesso discorso possa accordarsi anche a coloro che hanno un flusso molto abbondante, ma nel mio caso riesco a tenerla anche per 12 ore senza sentire l'esigenza impellente di rimuoverla e svuotarla troppo spesso.

Il primo giorno la metto a bollire in un pentolino che ho acquistato per l'occasione e che utilizzo solo a questo scopo. La inserisco una volta sterilizzata e me ne occupo di nuovo 12 ore più tardi. La rimuovo, la svuoto del suo contenuto nel bidet, la lavo con un detergente intimo e poi, una volta sciacquata bene, la reinserisco.
Immagino che tutto questo ad un profano possa sembrare macchinoso ma posso assicurare che così non è. Per me era molto più difficile dover trafficare con gli assorbenti, i quali hanno delle controindicazioni piuttosto spiacevoli:
1) Bloccano la naturale traspirazione delle mucose. Il materiale di cui sono costituiti non è nulla di così gradevole da portarsi addosso per ore, sebbene in pubblicità amino affermare il contrario.
2) Hanno l'inconveniente di potersi spostare mentre ci si siede o quando si cammina. Per non parlare dello sport o delle ore di lavoro. E se si spostano, macchiarsi è facile come bere un bicchier d'acqua.
3) Emanano cattivo odore, dovuto al proliferare dei batteri. Inconveniente che non insorge mai quando si utilizza la coppetta mestruale. Il sangue, non venendo mai a contatto con l'aria, non ha alcun odore di per sé.
4) Bisogna trovare il luogo dove gettarli e quando si è fuori la cosa può diventare imbarazzante. Mi è capitato di essere in casa d'altri e di dovermeli infilare in borsa perché mi vergognavo di lasciarli nel cestino di una casa non mia.
5) In alcuni casi fanno rumore. Si sentono. La coppetta mestruale è silenziosa ed invisibile, nessuno si accorgerà mai che la state indossando.



Spesso mi capita di parlare con donne che non hanno una confidenza tale con il proprio corpo da poter prendere realmente in considerazione l'idea di una coppetta mestruale. Hanno paura di non saperla inserire o che l'oggetto possa ferirle.
La coppetta mestruale viene prodotta con silicone chirurgico. Non è dura ma flessibile e il suo inserimento diviene semplice ed intuitivo di volta in volta. Non fa male perché a dirla tutta non si sente neppure. Può capitare le prime volte che inserendola si avverta una sorta di fastidio ma le cose andranno meglio mese dopo mese. La verità è che si diventa migliori amiche: il ciclo diventa una pratica da sbrigare con meno impegno e minori complicazioni.
Soffro di forti dolori mestruali ed essi sono l'unica spia che mi ricordano, durante il giorno o la notte, di avere le mestruazioni. Se non ci fossero, potrei dire di essere una donna qualunque in una fase qualsiasi del mese perché la coppetta mestruale, di per sé, non mi reca alcun tipo di fastidio. C'è, sbriga il suo dovere con discrezione, e facilita la mia vita come null'altro.


I fori di cui ogni coppetta è provvista servono a mantenere salda l'aderenza con le pareti vaginali così che non possa spostarsi durante i movimenti. Per rimuoverla occorre semplicemente inserire le dita, comprimerle affinché l'aria fuoriesca, e spostarle poi verso il basso.
Il gambo può essere anche tagliato, volendo, ma personalmente l'ho lasciato lì dov'è perché anche lui non lo sento e mi dà la sensazione, forse soltanto psicologica, di potermi aiutare ad estrarla qualora risalisse troppo.

Potrei continuare a parlarne per giorni con tutto l'entusiasmo di questo mondo perché la coppetta mestruale è stata, ed è tuttora, una delle migliori scelte della mia vita. Il ciclo per me è sempre stato un problema, sia per i dolori di cui soffro, sia per tutte quelle spiacevoli situazioni che si creavano dovendo fare affidamento sugli assorbenti.
Da cinque anni a questa parte mi sento più libera, anche in quei giorni. Vivo il ciclo con una spensieratezza che prima non pensavo potesse essere possibile. Il sangue non lo vedo mai se non al momento di dover svuotare la coppetta. E' confinato lì dentro, non sporca nulla, le mie mutandine restano immacolate e io stessa non mi sento una donna mestruata.

Non ho idea di quali siano le barriere mentali che impediscano ad una donna di ricorrere ad un metodo tanto geniale ma vi assicuro che, qualora vogliate abbatterle, ne sarete pienamente ricompensate. 
Se avete una qualunque domanda, scrivetela pure tra i commenti. Sarà un piacere rispondere a tutti i vostri dubbi in proposito.
Se invece una coppetta mestruale l'avete già, fatemi sapere se mai tornereste indietro. Io no. Mi chiedo solo: perché non l'ho acquistata prima?

sabato 22 ottobre 2016

Cosnature - Burro Corpo Mandorla e Karitè



Recensione d'uso:
I burri per il corpo rappresentano la mia soluzione favorita quando si tratta di nutrire a fondo la pelle del corpo, secca in diverse zone. 
Quello di cui vi parlo oggi è di Cosnature, brand tedesco di cui ho già recensito lo Shampoo Volumizzante al Melograno, contraddistinto da inci ecobiologici e prezzi contenuti. Il brand è distribuito in esclusiva per l'Italia da Primobio, e-commerce che rivende sia ai privati che ad altri negozi.

Il Burro Corpo Mandorla e Karitè di Cosnature si presenta in un bel barattolo bianco con tappo color bronzo su cui campeggia in bella vista una graziosa etichetta raffigurante i frutti distintivi del prodotto. Aprendo la confezione si viene letteralmente investiti da un profumo gradevolissimo, neutrale, che sa di pulito e di coccole.

La texture del burro corpo è un altro degli elementi che più mi hanno affascinata: immaginate una soffice panna montata, un poco più soda e consistente del normale, da massaggiarvi addosso con cura. E' un piacere inanerrabile, la sensazione tattile di un avvolgente abbraccio.


Pur non avendo una consistenza untuosa, il Burro Corpo Mandorla e Karitè di Cosnature è piuttosto ricco e fondente, tale da poter essere utilizzato anche su pelli particolarmente aride. Anche in questi casi, infatti, riesce nel non facile intento di ripristinarne gli equilibri donando una maggiore elasticità, una migliore compattezza ed una morbidezza senza eguali della cute.

Personalmente utilizzo il prodotto dopo la doccia, prelevandone poco alla volta e massaggiandolo energicamente fino a completo assorbimento prima di utilizzarne dell'altro. Qualora si adoperino le giuste quantità non fa scia bianca ma bensì si fonde con la pelle nutrendola a fondo.
La sensazione è quella di un epidermide liscia, morbida, finalmente idratata e carezzevole.

Il profumo, che ho già descritto come estremamente piacevole, non ha una durata eccelsa ma su di me lo avverto per almeno un paio di ore. Il senso di nutrimento, invece, dalla sera raggiunge tranquillamente il mattino successivo e non si avverte la necessità di una nuova applicazione.

L'inci, corto e non particolarmente articolato, è composto da: acqua, olio di semi di girasole, glicerina, burro di karitè, olio di mandorle dolci, burro di cacao e poco altro.


In conclusione, trovo che il Burro Corpo Mandorla e Karitè di Cosnature sia un'ottima soluzione per le pelli esigenti, ma anche per quelle normali che semplicemente desiderino un trattamento che sia anche un po' come una piacevole coccola.
Profuma e rigenera la pelle donandole un senso di nutrimento duraturo e piacevole. Il rapporto qualità/prezzo è certamente a suo vantaggio ed è un'opzione assai valida per coloro che desiderino una crema per il corpo confortevole e funzionale ad un prezzo accessibile.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.

SITO WEB: www.cosmolux.de
DOVE SI ACQUISTA: online su PrimoBio
LUOGO DI PRODUZIONE: Germania
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 200 ml
PREZZO: 6,80 €.

giovedì 20 ottobre 2016

Biolis Nature - Magnolia - Shampoo e Maschera Capelli



Recensione d'uso:
La mia migliore amica, in occasione del mio compleanno, ha avuto la splendida e generosa idea di regalarmi un po' di prodotti reperibili al Tigotà, sapendo che dove vivo questa catena non c'è.
Tra le altre cose, che certamente vi mostrerò man mano, c'erano anche lo Shampoo Riequilibrante e la Maschera Districante per Capelli della linea Magnolia di Biolis Nature.

Il marchio Biolis Nature viene venduto in esclusiva proprio nei punti vendita Tigotà e la sua caratteristica principale è quella di proporre cosmetici con inci verdi ad un prezzo contenuto ed accessibile. Le referenze disponibili sono numerose e spaziano tra shampoo, maschere, bagnoschiuma e detergenti di varia natura. [Clicca qui per vederne una selezione.]


Lo Shampoo Magnolia di Biolis Nature si presenta in un bel flacone scuro il cui tappo è uno di quelli che si schiacciano da un lato e si aprono nell'altro. Il dosaggio è controllato e anche in viaggio questo tipo di confezionamento si è dimostrato pratico, non eccessivamente pesante e sicuro. 
La texture è mediamente gelatinosa e la profumazione gradevole e persistente, anche dopo essersi asciugati i capelli. Io utilizzo il prodotto secondo i miei metodi, diluendone un po' in acqua e miscelandolo, come al solito, all'interno di uno spargishampoo.
Non posso dire, purtroppo, che con questo Shampoo le cose siano andate sempre a meraviglia. Devo fare in modo che i capelli siano molto bagnati quando applico il prodotto affinché la schiuma, in qualche modo, riesca ad aggrapparsi. Nonostante la precauzione, non sempre ci riesce. E' come se non si legasse alle mie chiome, producendone una quantità modica e non riuscendo a raggiungere efficacemente tutto il cuoio capelluto e le lunghezze. Spesso mi capita di dover applicare nuovo prodotto, anche puro, pur di riuscire a lavare tutto nel modo più consono.
Una volta fatto, il prodotto scorre comunque a fatica e la sensazione tra le dita non è di capelli soffici ma di stoppa. E' anche uno di quegli shampoo che necessitano di un balsamo subito dopo perché non ha alcuna proprietà districante e anzi mi sembra favorire l'insorgenza di nodi anche in chi, come me, solitamente non ne soffre. 



Fortunatamente, nonostante il lavaggio non possa dirsi semplice, una volta asciugati i capelli sono belli e vaporosi. Merito anche dei prodotti per lo styling che utilizzo ma certamente anche di questo shampoo che, dopotutto, non li appesantisce né li fa sporcare prima del tempo.
Se dovessi dargli un voto, comunque, rasenterebbe la sufficienza.


La Maschera Magnolia di Biolis Nature si presenta, invece, in un bel barattolo da 300 ml di prodotto con tappo a vite. Il suo contenuto è una bella crema bianca intensamente profumata. Questo aroma, simile a quello dello Shampoo, qui è più incisivo e forte in via di utilizzo ma meno persistente dopo l'asciugatura. Io ne applico un po' dopo aver lavato e tamponato i capelli e poi aspetto qualche minuto prima di sciacquarla via. Dopodiché pettino ed asciugo.
A giudicare dall'etichetta questa maschera per capelli dovrebbe avere una funzione principale ed è quella di districare i capelli e renderli più pettinabili. A dire la verità, non mi sembra che lo faccia in modo eccellente. Se ne applico una noce, come di solito faccio con il Balsamo Volumizzante di Biofficina Toscana, la pettinabilità resta davvero molto scarsa. Per ottenere un qualche risultato in tal senso devo utilizzarne una quantità doppia e allora si, in quel momento il pettine scorre senza problemi.


Per quanto riguarda altri benefici, non mi pare di averne ottenuti. A lungo andare mi sembra che non sia davvero niente di che. Personalmente non la riacquisterei. Non lucida le chiome, le rende pettinabili solo se se ne usa dose massiccia. Fortunatamente non appesantisce i capelli né li affloscia, il che è già qualcosa ma non sufficiente per farmela realmente apprezzare.

In definitiva, mi ha fatto piacere provare lo Shampoo e la Maschera per Capelli Magnolia di Biolis Nature ma li ho trovati poco performanti. 
Lo Shampoo lava e la Maschera districa nella media (o un po' meno, forse) ma oltre questo non ho notato effetti positivi tali da volerli riacquistare. 
Una nota sull'inci, che in entrambi i casi è verde al 98% e non contiene parabeni, siliconi, oli minerali, derivati animati, coloranti sintetici e così via. Peccato che avere una formula quasi totalmente naturale non significhi, necessariamente, renderla anche funzionale.


SITO WEB: non disponibile
DOVE SI ACQUISTA: presso i punti vendita Tigotà oppure sul sito web
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 250 ml lo shampoo; 300 ml la maschera 
PREZZO: 3,50 € lo shampoo; 3,99 € la maschera.

martedì 18 ottobre 2016

Latte e Luna - Leggera - Crema Viso Illuminante Elasticizzante



Recensione d'uso:
Quando devo iniziare a scrivere la recensione di un prodotto Latte e Luna lo faccio sempre con il sorriso sulle labbra. Voi non potete vedermi, ma sappiate che è così.
Sono certa che la ragione per cui questo avviene la conosciate già: sono innamorata pazza di questo brand e non c'è cosmetico che abbia provato che mi abbia poi deluso o fatto storcere il naso. Vi ho già raccontato di diversi prodotti che ho utilizzato nel tempo e che uso tuttora con enorme soddisfazione. Se avete perso i suddetti articoli, vi consiglio di recuperarli cliccando qui.

Oggi con grande piacere vi racconto anche della mia esperienza con la Crema Viso Leggera, un gradito regalo di Natale ricevuto lo scorso anno da una cara amica. Conoscendo la mia passione per il brand pensò bene di regalarmi un prodotto che non avevo ancora testato, sperando ovviamente che lo amassi come tutti gli altri.
A dieci mesi di distanza posso dirvi che è stato realmente così. Anche la Crema Viso Leggera di Latte e Luna mi ha conquistata e se continuerete nella lettura, ne scoprirete anche le motivazioni.

Il packaging è distintivo del brand, così tanto che qualora dovessero cambiarlo ne resterei infinitamente delusa. Si tratta di un bel barattolino in vetro con tappo a vite la cui etichetta riprende nello stile quella degli altri prodotti della linea. A me piace molto: è evocativa di un immaginario casalingo e confortante come nessun altro. 

La texture del prodotto è molto particolare. Ricorda nell'aspetto la Repair Seta, seppure poi, in fase d'uso, si dimostri assai più leggera e rarefatta. Mi fa pensare ad una mousse, un composto delicato che è un piacere da spalmarsi addosso o anche solo da annusare. Il profumo è esso stesso amabilissimo: rosa e vaniglia, una dolcezza infinita.


Come la uso. Sulla pelle umida applico una puntina di prodotto e vado poi a trasportarlo su tutta la superficie del viso e volendo anche sul contorno occhi. Lascio asciugare bene e poi procedo con il make up. Questo utilizzo su tutto il viso lo faccio solo quando sento la pelle tirare oppure so di dover trascorrere molto tempo all'aria aperta in presenza di temperature fresche, vento o pioggia.
Nella maggior parte delle occasioni, la uso soltanto sulle zone più secche del mio viso, che nel mio caso sono localizzate specialmente sulla zona del mento e agli angoli della bocca. Applico anche in questo caso un po' d'acqua e sulla pelle umida vado a stendere una puntina di crema.

Il prodotto, così utilizzato, non fatica ad assorbirsi. Ciò che resta dopo cinque minuti è una pelle compatta, fresca, nutrita in profondità, estremamente soffice al tatto. 
Forse penserete che un prodotto privo di acqua, fatto di oli e sostanze grasse, possa occludere la pelle e soffocarla. Latte e Luna mi ha portato a comprendere che non è necessariamente così. Se gli ingredienti sono selezionati e l'utilizzo è quello descritto, un prodotto come questo aiuta la pelle ad avere un aspetto sano, con una produzione di sebo più equilibrata e regolarizzata.
La mia pelle non ha mai riscontrato l'insorgere di comedoni ed imperfezioni, neanche una volta. E questa per me è la dimostrazione che il nostro rapporto non avrebbe mai potuto essere più soddisfacente di così.


L'inci contiene: olio di riso, olio di albicocca, gel di aloe vera, cera d'api, vitamina E, glicerina, gomma xantana, profumo. Non ci sono conservanti ad esclusione della vitamina E con funzione antiossidante e credo che questa sia una delle ragioni per cui la mia pelle la tollera così bene. Poiché non ha un effetto antiage, io la trovo perfetta per le pelli più giovani.

A conti fatti, credo che anche la Crema Leggera di Latte e Luna sia un piccolo gioiellino in boccetta. Una compagna insostituibile per me che desidero prendermi cura della mia pelle nel modo più sano e semplice possibile. Come se non bastasse, dura veramente a lungo. Se ne usa una quantità talmente modica, che non si può neanche tentare di paragonarla ad una qualunque altra crema in commercio. L'effetto elasticizzante è ben riscontrabile semplicemente toccandosi la pelle laddove il prodotto viene applicato: anche al tatto ha una consistenza migliore. 
La consiglio a chi senta l'esigenza di un prodotto nutriente ma non troppo schermante, che protegga senza occludere né appesantire la pelle. 



SITO WEB: latteeluna.it
DOVE SI ACQUISTA: nelle biobotteghe rivenditrici; presso diversi e-commerce tra cui Valore Bio, Il Giardino di Arianna, Verdemelabio
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 43 ml
PREZZO: 22 €.

lunedì 17 ottobre 2016

Collezioni Autunno 2016 : Swatches e Considerazioni dei miei Acquisti

Come già specificato anche in una Domanda della Settimana del mese scorso, le collezioni autunnali sono quelle che attendo con maggior trepidazione perché sono sempre loro le depositarie dei miei colori preferiti e loro quelle che, nell'arco di un anno intero, sanno stupirmi di più. 
Delle Collezioni Autunno 2016 non ho acquistato moltissimo però ho cercato di vagliarle tutte e comprare almeno quei pezzi che più mi piacevano.
Oggi voglio mostrarvi meglio quegli acquisti, fare un po' di swatches e di considerazioni in merito. Sperando che questa scelta vi sia gradita, vi lascio all'articolo.

PUPA - VELVET GARDEN


Ho trovato splendido il visual della Collezione Velvet Garden di Pupa. Adorabile nei colori, nel make up della diva di copertina, nelle tonalità scelte. Una collezione profondamente autunnale eppur romantica, elegante, sofisticata.
Di questa collezione ho scelto un solo pezzo, lo smalto 171 Burgundy Poppy. Nella foto sottostante lo vedete indossato sulle unghie delle mie mani. A dire il vero l'ho utilizzato anche sui piedi e in entrambi i casi ne ho apprezzato la splendida tonalità. Sulle mani non ha una durata eccelsa, soprattutto per quanto riguarda la mano che si adopera di più. Nonostante l'utilizzo di un top coat io lo rimuovo già dopo un paio di giorni perché non amo le sbeccature in punta. La lucidità resta invece inalterata così la pienezza del colore.



COLLISTAR - PARLAMI D'AMORE


Si parlava di romanticismo e non si può non citare la collezione Parlami d'Amore di Collistar. Graziosi tutti i pezzi che la compongono, sebbene la maggior parte di essi mi faccia pensare più alla primavera che non all'autunno. Insomma, guardandola non direi mai che si tratta di un'uscita settembrina. Direi piuttosto che la trovo pertinente per il mese di marzo.
Di questa collezione ho scelto un unico elemento, ovvero il set contenente il Rossetto Puro 71 Porpora Fatale con la Matita Labbra Professionale numero 13.
Non voglio dilungarmi troppo in questa preview perché a questo prodotto intendo dedicare una recensione estesa tra qualche giorno. Vi basti sapere che è un rossetto molto mutevole, che cambia molto col passare delle ore e della luce.
Ecco lo swatch sulle mie labbra.



NEVE COSMETICS - MUTATIONS


La collezione Mutations di Neve Cosmetics non mi ha fatto impazzire di gioia, forse proprio per quel Pastello Occhi verde chiaro che stride con tutto il resto e con la stessa concezione di autunno. Tuttavia ho amato subito alcuni pezzi e un paio li ho acquistati. Mi riferisco al Pastello Occhi Distortion (che uso anche sulle labbra, perché i rossetti di colore simile non mi mancano) e all'Ombretto Robot. Quest'ultimo lo utilizzo con vero piacere perché si tratta di una di quelle tonalità che senza troppe complicazioni mi piacciono da morire. E' un color fanghiglia, che detto così non ha nulla di romantico, ma che sugli occhi scuri a mio parere sta proprio bene. Lo abbino con una matita infracigliare per intensificarlo un po' e al mascara. Semplice, veloce, d'effetto.



DIEGO DALLA PALMA:


Quella di Diego Dalla Palma è una collezione senza nome. Mi ha stupito questa scelta perché i nomi si ricordano anche negli anni a venire, l'assenza di essi fa solo storcere il naso.
Tuttavia si tratta di una bella collezione e quelle di Diego Dalla Palma mi piacciono spesso perché comprensive di prodotti che hanno un senso e una loro validità non indifferente. Quantomeno, il più delle volte.
In questa occasione ho voluto acquistare solamente i due smalti più scuri. Il 317 Opera e il 318 Red Wine. Il set di pennelli da viaggio è un omaggio delle Profumerie Sabbioni legate all'acquisto dei suddetti.
Quello che mi preme dire è: se non avete mai avuto modo di provare uno smalto Diego Dalla Palma, prima o poi fatelo. Gli smalti di questo brand sono, a mio modesto parere, i migliori. Autolivellanti, con un pennellino che da solo fa già tutto, coprenti anche alla prima passata, con un'asciugatura rapida e priva di bolle. Anche il prezzo è quello giusto, senza esagerazioni.
Tra i due mi piace di più Opera ma sono certa che adopererò molto anche il più scuro dei due.


317 Opera

318 Red Wine

Questo post di chiacchiere termina qui. Qualora acquistassi qualche altro pezzo di collezione, sarà mia cura ampliarlo e farvelo sapere.


sabato 15 ottobre 2016

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Tutti pronti per una nuova Domanda della Settimana? Eccola qui, pronta per allietare questo fine settimana autunnale.
E proprio di autunno desidero parlare con voi, e nello specifico della skincare viso che avete attuato in previsione di questa stagione. Della mia vi ho parlato per filo e per segno nel post di mercoledì: oggi vorrei conoscere la vostra.

Detto questo, non mi resta che attendere le vostre risposte, curiosa come sempre. Un dolce week end ad ognuno di voi.


Quali sono i passaggi fondamentali
della tua nuova skincare routine autunnale?
Quali sono i prodotti su cui stai facendo
maggiore affidamento?
Stai traendo soddisfazione da questa routine
o pensi che cambierai qualcosa in corso d'opera?
Per la tua routine cosmetica viso autunnale 
preferisci prodotti ecobiologici o tradizionali?

venerdì 14 ottobre 2016

Nyx - Matte Lipstick Merlot



Recensione d'uso:
Ad agosto ho avuto finalmente l'occasione di entrare, per la prima volta, in un Nyx Store. Lo avevo atteso a lungo e a lungo avevo desiderato di avere tra le mani il Matte Lipstick Merlot oggetto della recensione odierna.

Il prodotto si presenta in un astuccio nero satinato diviso a metà da una zona trasparente con lo scopo di mostrare il colore del rossetto ancor prima di aprirlo. Apprezzo questo tipo di confezione, soprattutto nel caso in cui si vogliano collezionare più tonalità dello stesso prodotto. Un altro metodo identificativo è quello di memorizzarne il nome apposto sul fondo.
Il packaging in plastica dura è piuttosto consistente all'esterno mentre sembra più fragile e meno accurato una volta sollevato il tappo.

La texture è mediamente cremosa ma non per questo scivolosa. L'applicazione è semplice ed intuitiva e una volta steso, il prodotto difficilmente esce fuori dai ranghi. Trattandosi di una colorazione piuttosto vivida preferisco utilizzare una matita trasparente sul contorno delle labbra e poi una matita di colore simile al rossetto sui bordi. Una volta fatto questo applico il Matte Lipstick Merlot di Nyx direttamente tramite lo stick e alla prima passata ottengo già una copertura piena. Per questo motivo non lo si può considerare modulabile: non è uno di quei colori che si costruiscano e che si possa decidere di applicare mantenendosi leggeri. E' intenso fin da subito e così si mantiene nelle ore a seguire.

Matte Lipstick Merlot di Nyx sulle mie labbra

Ci sono diversi aspetti del Matte Lipstick Merlot di Nyx che mi piacciono. In primis la tonalità: un bel rosso che vira al color bacca e che non è troppo profondo né troppo acceso. Per me, inverno profondo soft in armocromia, è una colorazione quasi perfetta. 
Un altro aspetto che mi piace di lui è che mi posso fidare a tenerlo per ore senza rischiare che trasbordi dal contorno labbra. Lo posso indossare anche al lavoro senza remore. Parlo molto, bevo...e lui non migra né sbiadisce in modo trasandato.

Solitamente io non amo molto i rossetti opachi perché tendono ad evidenziare eventuali pellicine e ad incartapecorirmi le labbra. Merlot di Nyx non è un rossetto del tutto matte, sebbene il nome così lo definisca. Sulle labbra resta sempre una sorta di patina cremosa che lo rende confortevole durante tutto il periodo di utilizzo e che non secca le mucose né evidenzia eventuali rughette

La durata è molto buona. Io lo applico intorno alle 13:20 prima di andare a lavoro e poi lo strucco all'uscita, intorno alle 20:40. In questo periodo di tempo non lo ritocco mai e non lo vedo sbiadire in modo sgradevole. Ci sono rossetti che hanno la pessima abitudine di cancellarsi agli angoli della bocca non appena si beve o si parla: lui non lo fa, resta intatto in ogni sua parte.

In definitiva, credo proprio di aver fatto un buon acquisto il giorno in cui sono entrata nel Nyx Store del Centro Commerciale Porta di Roma. Il rossetto Merlot mi piace, si fa usare volentieri, è confortevole in fase d'uso ed ha una durata di tutto rispetto. Non secca le labbra ma bensì le mantiene cremose per tutto il periodo di utilizzo.
Per me si tratta di un prodotto promosso.


DOVE SI ACQUISTA: nei monomarca Nyx; online su www.mybeautik.com
LUOGO DI PRODUZIONE: Taiwan
PAO: 12  mesi
QUANTITA': 4,5 g
PREZZO: 8,80 €.

mercoledì 12 ottobre 2016

Autunno 2016 : La Mia Skincare Routine

Da tanto tempo non scrivevo un articolo in cui raccontarvi nel dettaglio la mia skincare routine. Ho scelto di farlo per questo autunno, sperando che l'argomento sia di vostro interesse. 


L'autunno è la stagione in cui la pelle torna ad avvertire gli sbalzi di temperatura ed i primi freddi. Il clima non è ancora così gelido da richiedere sostanze molto protettive e schermanti, tuttavia può rivelarsi necessario introdurre cosmetici più nutrienti che in estate, soprattutto se si ha una pelle che tende a seccare come la mia.
Noterete che la mia skincare non contiene numerosi passaggi in quanto ritengo che sia preferibile applicare pochi prodotti ben studiati piuttosto che incorrere in una complicata accozzaglia. Ho scelto dei cosmetici semplici, che mi aiutino in pochi gesti a mantenere la mia pelle compatta, luminosa e sufficientemente protetta.

MATTINA:



Al mattino lavo sempre il viso con un detergente schiumogeno delicato. Al momento uso il Gelee Struccante alla Rosa di Green Energy Organics. Lo avevo acquistato per struccarmi ma poiché è molto blando ho deciso di terminarlo in questo modo. Per le pelli sensibili è un buon alleato: produce una quantità di schiuma pressoché trascurabile, non irrita, non brucia. Lenisce eventuali rossori e lascia il viso morbido. Anche utilizzato in prossimità degli occhi non fa danni. 
Subito dopo applico il Siero Rassoda Lift Contorno Occhi di Domus Olea Toscana in zona occhiaie. Questo gesto semplicissimo risveglia lo sguardo in un battibaleno. Nella confezione ci sono solo 15 ml di prodotto ma posso assicurare che se ne usa una quantità infinitesimale e che durerà quindi per dei mesi. Io stessa lo sto usando una o due volte al giorno da aprile ed eccolo ancora qui con me. 

Dopo aver fatto colazione e aver lavato i denti procedo con il resto della mia routine cosmetica.
Inumidisco il viso con dell'acqua e stendo una piccola quantità della meravigliosa Repair Viso di Latte e Luna. La utilizzo dalla metà di agosto per cui non è un'introduzione prettamente autunnale. Il profumo di mughetto è incantevole ed il prodotto ha una consistenza liquida e giallina che ben si stende sul viso fino a completo assorbimento. 
Sul contorno occhi utilizzo un prodotto della Linea Time Miracle di Madara, il Wrinkle Smoothing. Picchietto con un polpastrello e sono pronta.


SERA:



Per struccarmi al momento utilizzo due prodotti adorabili. Il primo lo uso sugli occhi ed è l'olio di jojoba di Officina Naturae. Possono dirmi ciò che vogliono, ma l'olio di jojoba è il mio miglior struccante occhi da quasi una decina d'anni. Ogni tanto cambio, alterno, cerco di sostituirlo. Ma lui per me è il top e le mie ciglia non sono mai così belle come quando c'è lui a prendersene cura.
Sul resto del viso utilizzo il Latte Detergente n°10 di Bioturm. Ha un profumo di latte e vaniglia molto lieve e gradevole. La consistenza è quella giusta e insieme alla mia spugnetta soffice di Cotoneve rimuove il make up senza lasciare residui. Il viso è soffice, non incorre in comedoni né imperfezioni. 
A fare le veci del tonico in questo periodo utilizzo l'Acqua di Rose Khadì. E' un buon prodotto, anche se non posso fare a meno di confrontarlo con la mia Acqua di Rose preferita e a ritenere che non sia altrettanto piacevole e valida.

Prima di andare a dormire utilizzo sempre un siero. Mai una crema e solo molto raramente degli oli. La notte preferisco far respirare la pelle, consentendole di rigenerarsi senza barriere.
In questo periodo utilizzo il Gel Bava di Lumaca di Dr Organic, una vecchia conoscenza che di tanto in tanto riacquisto. Anche ora non mi sta deludendo e ne ho già ordinata una nuova confezione.
Se ho delle zone particolarmente secche (di solito agli angoli della bocca e sul mento), stendo lì una puntina della Crema Leggera di Latte e Luna così da ripristinarne lo strato lipidico.
Sul contorno occhi stendo ogni sera, da agosto 2015, una piccola quantità del mitico Siero Attivo Antiage di Latte e Luna. Profumo incantevole di Rosa e Vaniglia. Consistenza perfetta per proteggere e nutrire il contorno occhi durante la notte.
Sulle labbra applico il Siero Rassoda-Lift Labbra e Contorno di Domus Olea Toscana, pratico roll on che consente una stesura agevole e perfetta. Le labbra nel tempo producono assai meno pellicine e l'aspetto è molto più curato di quanto non fosse soltanto pochi mesi fa.


martedì 11 ottobre 2016

La Bioteca Italiana - Malva e Avena - Detergente Intimo



Recensione d'uso:
Quarto ed ultimo prodotto La Bioteca Italiana in mio possesso. Ed ora posso dirlo senza remore: questo viaggio attraverso i nuovi cosmetici ecobiologici che San.Eco.Vit ha prodotto per Tigotà mi è davvero piaciuto. Ho scoperto prodotti con inci semplici ma puliti, formule che nella maggioranza dei casi hanno soddisfatto le mie aspettative senza deludermi. 

Il quarto prodotto di cui mi fa piacere parlarvi è il Detergente Intimo Malva ed Avena. Contenuto all'interno di un bel flacone bianco con etichetta illustrativa e dispenser di colore verde, sul retro troviamo tutte le indicazioni del caso, comprese quelle, utilissime, per la raccolta differenziata. E qui apro una breve parentesi: credo sarebbe ora che tutti i produttori facessero altrettanto perché aiutare nella raccolta i meno esperti è indice di civiltà. Viviamo in un mondo fin troppo indifferente alle tematiche dell'inquinamento e credo che, qualora tutti facessero la propria parte, le cose potrebbero migliorare sensibilmente. 

L'ho scritto anche altrove e lo ripeto qui: da tanti anni utilizzo esclusivamente detergenti intimi ecobiologici perché sono gli unici in grado di assicurarmi una detersione delicata e priva di fastidi quali arrossamenti, pruriti e secchezza delle mucose. Anche il Detergente Intimo Malva ed Avena La Bioteca Italiana mi è stato piaciuto molto in tal senso.


Trasparente e dalla consistenza gelatinosa, produce una quantità di schiuma di tutto rispetto, che non è mai troppo esigua né eccessivamente ridondante. Si sciacqua via facilmente senza lasciare dispettosi residui.
Ha una profumazione delicata ma gradevolissima, lievemente floreale. 

L'inci contiene gli estratti di diverse piantine lenitive e calmanti tra cui l'avena, la malva, il lichene islandico, il tiglio selvatico. La formula è certificata ecobiologica da Icea ed è nickel tested. Testato anche su pelli sensibili, posso affermare anche io che non risulta affatto aggressivo sulle mucose.

In conclusione, trovo il Detergente Intimo Malva ed Avena La Bioteca Italiana un'ottima soluzione per chi desideri acquistare i prodotti per la propria igiene al supermercato senza tuttavia rinunciare a formule pulite e sicure. L'unico appunto che posso fargli riguarda il ph, che non viene riportato in etichetta e che considero un dato importante al fine di scegliere il prodotto più consono alla fase della vita che si sta attraversando (infanzia, pubertà, età fertile, menopausa). 
Il prezzo è accessibile ed invitante, la funzionalità garantita. Se come me non potete fare a meno di utilizzare detergenti intimi delicati, vi consiglio di provarlo e dubito ne resterete delusi.




*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.

DOVE SI ACQUISTA: nei punti vendita Tigotà o presso l'e-commerce
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 6 mesi
QUANTITA': 250 ml
PREZZO: 2,99 €.

lunedì 10 ottobre 2016

Organic Shop - Body Scrub - Papaya, Rosa e Mango



Recensione d'uso:
Come già espresso molte altre volte, l'esfoliazione del corpo per me è importante tutto l'anno ma è in estate che diventa essenziale. In primis per garantire alla mia pelle un ricambio cellulare ideale, poi per consentire ai principi attivi contenuti nelle creme anticellulite di penetrare più agevolmente. In ultima analisi, perché mi aiuta a tenere a bada i peli incarniti prima e dopo la depilazione con il Silk Epil. 
Per tutte queste ragioni, i primi giorni di luglio inclusi diversi Body Scrub nel mio ordine presso Bio Emporio Natura, scegliendoli tra quelli intriganti ed economici di Organic Shop, brand russo naturale e low cost. Di questi Scrub oggi ne recensisco tre, i primi che ho utilizzato e terminato. Probabilmente stilerò un secondo articolo dopo aver utilizzato anche i quattro rimanenti.

Gli Scrub per il Corpo di Organic Shop vengono venduti all'interno di graziosi barattolini di plastica trasparente con tappo ad incastro. Su ognuno di essi campeggia un'immagine differente, così che anche acquistandone diversi sia più semplice individuarli. Sul fondo abbiamo l'inci e le indicazioni d'uso.

L'azione esfoliante viene promossa dal sale o dallo zucchero. La consistenza di ognuno di questi prodotti è comunque bella soda e priva di liquidi in superficie da miscelare al momento. Apprezzo molto questa scelta in quanto mi consente anche un trasporto agevole dei barattoli senza temere fuoriuscite oleose indesiderate. 
Io prelevo il prodotto direttamente con le mani e di volta in volta decido se applicarlo sulla pelle asciutta o lievemente umida. 
Nel primo caso l'attrito è maggiore e l'esfoliazione più incisiva e profonda. Avverto distintamente i granuli lavorare sia sulle mani che a contatto con la pelle da trattare. Ciononostante, una volta terminato non ravviso fastidi di sorta: la pelle è arrossata ma non brucia.
Nel secondo caso, le goccioline d'acqua si legano al prodotto andando a formare una sorta di schiumina bianca più facilmente trasportabile nelle varie zone d'applicazione. Anche in questo caso il grado di esfoliazione ottenuto non delude.

Dopo il trattamento con gli Scrub Corpo di Organic Shop la pelle torna ad essere liscia, compatta, luminosa. Andando ad eliminare le cellule morte in superficie viene via quell'opacità di fondo che non piace a nessuno.
Poiché il massaggio circolare è bello incisivo, si avverte distintamente anche una sensazione di circolazione che riprende e ciò è particolarmente importante in tutte quelle zone dove vi siano ristagni di liquidi per ritenzione idrica.

Lo Scrub Papaya è di un bel colore arancio e la profumazione è gradevolmente fruttata ed estiva. Indubbiamente mette di buon umore.


Lo Scrub Rosa è di un bel rosa pallido e la sua fragranza non ha nulla di fiorito, anche se ci avrei sperato. Più oleoso rispetto allo Scrub Papaya, differentemente da lui è fatto di sale e non di zucchero. Molto nutriente sulla pelle.


Lo Scrub Mango ha una profumazione fruttata simile a quello alla Papaya. La consistenza mi è parsa a metà tra i due appena descritti. Più oleoso del primo, meno del secondo.



L'inci di ognuno di questi Body Scrub è semplice ma efficace. Il primo ingrediente è chiaramente lo zucchero (o il sale) , poi intervengono la glicerina ed il burro di karitè e subito dopo i vari estratti di cui è composto. La formula è completamente naturale e non contiene parabeni né siliconi.

In conclusione, con gli Scrub per il Corpo di Organic Shop mi sembra di aver trovato l'America. Essi sono esattamente il tipo di prodotto di cui sentivo il bisogno ad un prezzo contenuto ed accessibile. Mi piace l'ampio range di scelta tra i gusti, così che sia possibile trovare, in mezzo a tanto bendidio, proprio le fragranze che più si amano.
Li riacquisterei senza indugio.



DOVE SI ACQUISTA: online presso Bio Emporio Natura o nel negozio fisico di Parma
LUOGO DI PRODUZIONE: Europa
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 250 ml
PREZZO: 2,90 €.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...