martedì 27 febbraio 2018

Smaltimento Cosmetici - Marzo


Febbraio è il mese più corto e ogni anno quei giorni in meno si fanno sentire sullo smaltimento, che procede più lento e ingeneroso.
Tuttavia qualcosa ho finito anche in questo periodo e se volete scoprire cosa, non dovrete far altro che leggere il mio post del giorno. 

COSMETICI TERMINATI A FEBBRAIO:

- Oro di Spello - Minitaglia Olio Idratante Corpo. Lo avevo ricevuto con la Beauty Pic Nic Box di ottobre e a dire il vero mi è piaciuto più di quanto pensassi. Ha una texture leggera che nutre e idrata senza ungere. Un profumo piacevolissimo e piuttosto neutro, a mio avviso unisex. Non impregna l'asciugamano come farebbe un comunissimo olio di mandorle dolci e a conti fatti è un prodotto che potrei anche decidere di riacquistare.
- Lalei Cosmetica Perfetta - Mami Relax. Un vero peccato che sia giunto al termine. Questo prodotto è un vero portento perché rinvigorisce il tono delle gambe stanche, ritempra l'umore con il suo incantevole profumo, ripristina la circolazione. Ottimo anche in inverno perché diversamente da altri prodotti con simile destinazione d'uso, non fa effetto freddo. Credo che lo riprenderò prima della stagione calda, quando di lui avrò ancor più bisogno.
- Le Erbe di Janas - Idrolato di Elicriso. Un ottimo prodotto, molto genuino, non impoverito per renderlo più appetibile. Ha un odore forte e penetrante, decisamente erboso, che può non piacere. Alla pelle invece piace sicuramente, soprattutto se sensibile.
- La Bioteca Italiana - Bagnodoccia al Cocco. Devo averlo tenuto troppo nell'armadio perché seppure il prodotto non abbia subito modificazioni nella texture e nella funzionalità, ha perso completamente il profumo di cocco. Peccato. Per il resto continua a piacermi: una buona quantità di schiuma, un potere pulente notevole senza risultare disseccante. Ottima resa con l'ausilio di una spugna. Credo di averne un altro da smaltire.
- Dr Taffi - Acido Ialuronico Puro. E' la seconda confezione che termino. Di quanto mi piaccia ho scritto ampiamente nella recensione dedicata per cui non mi ripeterò. Ho iniziato la mia terza confezione ed ho anche rifatto scorta.
- Palmolive - Bagnoschiuma Coconut Joy. Carinissima la confezione, molto evocativa dell'estate. Buono il profumo di cocco, piacevole la consistenza cremosa.
- Essence - I Love Extreme Mascara. Non è il miglior mascara del mondo ma calcolando il piccolo prezzo (solo 3,59 €) e il fatto che non mi bruci gli occhi, io continuo ad averne sempre uno nel mio stash make up. Mi trovo bene, a volte lo sovrappongo ad altri mascara con effetto volumizzante poco incisivo.
- La Saponaria - Siero Antipollution. Avrei voluto dedicargli una recensione ad hoc, ma il nostro rapporto è stato così controverso e poco stimolante fin dall'inizio, che tutto sommato ne sarebbe venuto fuori un articolo spiacevole. Erogatore scomodo, confezione carina ma in definitiva poco pratica. Consistenza sfatta, profumazione saponosa. No, non ci siamo amati. E non credo proverò altri prodotti della Linea Costituzionale. Ne ho usati due e non mi sono piaciuti, preferisco evitare nuove delusioni.
- Latte e Luna - Moods in Water - Intrepido. Utilizzato sia su me stessa che negli ambienti di casa, ne ho apprezzato la semplicità e la freschezza. La profumazione è più estiva che invernale, tuttavia si è fatta benvolere anche in questo periodo. La persistenza non è molto alta.
- Collistar - Balsamo Gel Contorno Occhi Linea Natura. Per la mia pelle secca e per la mia età (32 anni) un po' troppo blando. Sul momento sembra ammorbidire la pelle ma l'effetto è così poco duraturo che dopo pochi istanti mi sembrava sempre di non aver messo nulla. Non lo riacquisterei.
- Pure Skin food - Dental Oil. Credo di essere al quarto flacone terminato, sempre che non ricordi male. Il sapore continua a non piacermi ma l'effetto generale è positivo per cui continuo a comprarlo e a praticare l'oil pulling. Del resto, quando decisi di sostituirlo con del semplice olio di cocco, l'effetto fu nullo e totalmente deludente.
- Bioearth - Dentifricio Sbiancante. Sembrava non finire mai, invece poi è finito all'improvviso senza che me ne rendessi conto. Credo che per un po' non userò dentifrici ecobiologici, non riesco ad amarli mai completamente.

PRODOTTI DA FINIRE A MARZO:

- L'Erbolario - Crema Corpo Ibisco. E' la profumazione che più amo di questo brand. Passano gli anni ma in autunno/inverno continuo ad acquistarla con piacere. Poiché manca poco per finirla, voglio cercare di portarla al termine senza trascinarmi dietro la confezione ancora a lungo.
- Gucci - Flora Eau de Parfum. Avevo sperato di terminarlo a febbraio ma non ci sono riuscita. Come già scrissi, il profumo in sé mi piace molto...sugli altri. Su di me non lo sento proprio, come se scomparisse totalmente.
- Eos - Base Fluido Idratante. Trattandosi di un prodotto molto semplice e completamente privo di profumo, tendo ad usarlo meno di altre creme per il corpo. Eppure è davvero buono perché la sensazione di idratazione sulla pelle è incisiva e anche più duratura di altri prodotti che possiedo. Mi piacerebbe comunque portarlo alla conclusione.
- Perlier - Acqua Profumata per il Corpo Fresia. Ce l'ho da un tempo infinito, tant'è che da diversi mesi la utilizzo esclusivamente per profumare l'ambiente. Mi ha talmente stancato che non vedo l'ora di gettarne via il flacone.

domenica 25 febbraio 2018

NaturaOggi - Crema Viso Ristrutturante



Recensione d'uso:
Mi fa sempre piacere tornare a scrivere di NaturaOggi, forse perché mi è stato possibile scoprire il brand a poco a poco dal mese di giugno dello scorso anno, testandone tipologie di prodotto differenti e in questo modo poterne parlare in maniera più ampia anche a voi. 
Qualora vi foste persi le recensioni precedenti, ricordo che NaturaOggi è un marchio tutto italiano che produce sia fragranze per ambiente che cosmesi naturale. Ha un suo e-commerce molto chiaro e fruibile sul quale chiunque acquisti tre prodotti, a prescindere da quali siano, gode delle spese di spedizione gratuite su territorio italiano.

Oggi vi racconto la mia esperienza con la Crema Viso Ristrutturante, un prodotto venduto all'interno di un bel flacone bianco con dispenser, tappo salva-freschezza ed etichetta esplicativa. Apprezzo che non vi siano inutili cartoni esterni, che tanto andrebbero buttati. E' anche una confezione a prova di germe: la crema all'interno del flacone non viene mai a contatto con l'aria né con qualsivoglia sporcizia. 

La Crema Viso Ristrutturante di NaturaOggi è bianchissima, esce dal suo foro in proporzione alla pressione esercitata sul dispenser ed ha un odore così delicato e tenue che potrebbe definirsi ininfluente. Personalmente preferisco le creme viso inodori o poco profumate perché avendo una pelle molto sensibile, so bene che qualunque elemento chimico in più potrebbe risultare problematico. Sono dunque d'accordo con questa scelta. 

La texture del prodotto è ovviamente cremosa. Di consistenza leggera, non unge né appesantisce la pelle in fase d'uso. Per questa ragione decisi di utilizzarla di sera, miscelandola alla polvere di perla per poter godere di un trattamento ancor più performante. Solitamente di sera prediligo seri acquosi invece delle creme, ma in questo caso ho avuto a che fare con un prodotto ad assorbimento rapido che non mi ha dato la sensazione di occludere la mia pelle durante la notte. 

Lo scopo della Crema Viso Ristrutturante di NaturaOggi è quello di offrire un trattamento rigenerante e antirughe, ottimale sia per l'uso diurno che per quello notturno, anche su persone di età diverse. Poiché unisce le proprietà antiossidanti della bava di lumaca e della rosa mosqueta, è indicata sia per chi desidera prevenire l'insorgere precoce delle rughe, sia per coloro che ce l'hanno già e vogliano mitigarne l'impatto. 

La Bava di Lumaca è un ingrediente che amo molto e che in autunno ed inverno non mi faccio mancare mai. Sulla mia pelle ha sempre avuto un effetto schiarente sulle macchie e sulle discromie e in generale mi offre la splendida sensazione di poter contare su una grana più uniforme e compatta.
La Rosa Mosqueta è ricca di grassi polinsaturi che hanno un effetto rinnovatore sulla pelle in quanto l'aiutano a rigenerare i tessuti danneggiati. Ottima sulla pelle secca e sciupata, aiuta a combattere l'invecchiamento della pelle mitigando l'aspetto delle linee d'espressione. 

La Crema Viso Ristrutturante di NaturaOggi contiene anche Aloe Vera, un ingrediente che personalmente ho smesso di amare sul viso da circa un anno, quando ha iniziato ad irritarmi e in generale a fornirmi più fastidi che sollievo. Fortunatamente questa crema non ne contiene una quantità massiccia, ragion per cui riesco ad utilizzarla anche per diversi giorni di seguito senza che si ripresentino quei sintomi che tanto detesto: rossori, senso di calore diffuso, bollicine, bruciore. 
Sogno un mondo in cui l'aloe vera venga utilizzata in modo meno esteso perché siamo in molti, ormai, a soffrirne l'impatto sulla pelle. 

L'inci non è molto vasto ed articolato, elemento che da portatrice sana di pelle sensibile apprezzo molto. Non contiene peg, siliconi, parabeni, oli minerali, cessori di formaldeide. 


Personalmente trovo che la Crema Viso Ristrutturante di NaturaOggi sia un prodotto piacevole da utilizzare, sia di giorno che di notte, che non unge la pelle né la occlude. 
Poiché la mia è una pelle che tende a seccare con estrema facilità, per l'utilizzo di giorno gli ho dovuto abbinare un siero oleoso che ho invece potuto evitare di sera. Una pelle mista o grassa probabilmente l'apprezzerà anche più di me perché il prodotto non contiene oli pesanti né sostanze cerose.
L'aspetto della pelle è compatto, liscio, libero di respirare e rigenerarsi grazie agli ingredienti ivi contenuti. Privata di quel grigiore tipico dei mesi freddi, appare anche più luminosa alla vista.
Poiché la bava di lumaca contiene, tra le altre benefiche sostanze, anche acido glicolico, è bene ricordarsi, in estate, di utilizzare prodotti che la includano alla sera e di giorno solo previo utilizzo di una protezione solare. 

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


DOVE SI ACQUISTA: online sul sito web dell'azienda
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 50 ml
PREZZO: 28 €.

venerdì 23 febbraio 2018

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon venerdì!
Questa volta la Domanda della Settimana giunge con un giorno di anticipo. Mi piacerebbe discutere con voi di come l'alimentazione influenzi ed in qualche modo indirizzi la nostra bellezza. Credete ci sia una correlazione tra ciò che mangiamo e l'aspetto della nostra pelle? 
Vi aspetto, come al solito, per parlarne insieme. E vi ricordo che, qualora vogliate proporre un nuovo argomento da affrontare in questa sede, la mia casella di posta è sempre aperta.
Buona giornata.


Siamo davvero ciò che mangiamo?
La nostra pelle ed il nostro aspetto
vengono "influenzati" da quello che ingeriamo?
Quali sono i cibi che pensate facciano male
alla vostra bellezza?
E quali, quelli che vi fanno sentire più belle/i?

mercoledì 21 febbraio 2018

Balm Balm - Little Miracle Rosehip Serum


Recensione d'uso:
Gennaio si è rivelato un mese molto ventoso e febbraio ha preferito seguire la sua triste scia. Sebbene la mia skincare routine quest'inverno mi abbia regalato più soddisfazioni che disagi, ad un certo punto ho comunque avvertito la necessità di proteggere maggiormente la pelle del mio viso. Poiché a novembre avevo acquistato su LoveLula alcuni interessanti prodotti Balm Balm, non ho fatto altro che cominciare ad usare il Little Miracle Rosehip Serum con continuità.

Di questo siero viso oleoso avevo letto qualcosa in passato ma senza mai approfondire di più. So che è piuttosto conosciuto ed apprezzato, per cui avendolo in casa il desiderio di capirne le ragioni si è presto manifestato.

Il Little Miracle Rosehip Serum di Balm Balm si presenta in una semplice confezione di vetro scuro con contagocce a pipetta. L'etichetta è minimale ma coloratissima come tutte quelle del brand anglosassone. Il dosaggio non richiede una particolare manualità e il mio consiglio è quello di non eccedere con le quantità: un paio di gocce di questo prodotto sono sufficienti a coprire l'intero volto ed il collo, evitando di ungersi oltre il dovuto. 

Poiché la mia è una pelle che tende a seccare sia per effetto della mancanza d'acqua che per l'esiguità della sua barriera lipidica, utilizzo gli oli su pelle già umida di un siero acquoso oppure unendo le due parti direttamente sulla mano e poi applicandoli insieme, andando a massaggiare le zone preposte. Solitamente utilizzo gli oli durante il giorno ma quando ne ho avuto la necessità, ne ho aggiunta una goccia anche al mio trattamento serale.

Trattandosi di un mix di oli, il  Little Miracle Rosehip Serum di Balm Balm si presenta alla vista proprio come un olio giallino intensamente profumato di rosa. Chi già apprezza questa fragranza del tutto naturale ne resterà soggiogato. Chi invece non la ama dovrà evitare di acquistarlo, dal momento che è molto presente ed intensa. 
Personalmente l'apprezzo molto e trovo che renda il momento del suo utilizzo ancor più piacevole e rilassante.

Sebbene io abbia scelto di utilizzare il  Little Miracle Rosehip Serum di Balm Balm per proteggere maggiormente la mia pelle dal vento e dal freddo in generale, questo prodotto nasce come un cosmetico atto a restituire un colorito sano e luminoso. Poiché il mio colorito e la grana della mia pelle erano già sani per via dell'ottima skincare routine effettuata per tutto l'autunno e l'inverno, non posso dire che questo cambiamento mi abbia ancor più agevolato in tal senso. Probabilmente lo avrei notato qualora avessi avuto una pelle di partenza più sofferente e meno uniforme. 


L'inci è costituito da pochi e ben dosati ingredienti: olio di rosa canina*, olio di jojoba*, olio di borragine*, olio essenziale di incenso*, olio essenziale di geranio rosa*, olio essenziale di palmarosa*, olio essenziale di ginepro*, olio essenziale di mandarino. 
Il prodotto è completamente anidro, quindi privo di acqua. Tutti i suoi componenti provengono da agricoltura biologica certificata.

Utilizzandolo in modo continuativo non ho avuto problemi di comedogenicità: non sono spuntate nuove imperfezioni, non sono sopraggiunti brufoletti né sgraditi punti neri. 
A conti fatti, il Little Miracle Rosehip Serum di Balm Balm ha fatto esattamente quanto gli ho chiesto di fare: ha protetto e nutrito la mia pelle mantenendola in perfetta salute e non interferendo con i trattamenti successivi, make up compreso. L'aspetto generale è molto buono: quello di una pelle sana, con una grana compatta ed elastica. Le zone secche sono tenute a bada e il resto del viso non subisce untuosità eccessive. Il prodotto viene assorbito senza problemi, anche grazie al fatto di miscelarlo con l'Acido Ialuronico o un altro siero acquoso. 
Mi piace! Trovo che sia estremamente piacevole da utilizzare e che aiuti la pelle a mantenersi giovane ed in ottima forma. 


SITO WEB: balmbalm.com
DOVE SI ACQUISTA: online su diversi e-commerce tra cui LoveLula ed Ecco Verde
LUOGO DI PRODUZIONE: Inghilterra
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 30 ml. Esiste anche nella versione da 10 ml.
PREZZO: 16 € circa la versione grande; 9 € la piccolina.

lunedì 19 febbraio 2018

Calier Spa - Crema Corpo Soufflé


Recensione d'uso:
Conoscere nuove realtà cosmetiche è un piacere inanerrabile che so di condividere con molti di voi che mi leggete. Ciascuno di noi ha un suo brand del cuore ma ciò non significa mai il volersi precludere la gioia della caccia e della conoscenza di nuovi e forse più verdi praticelli. 
Quando Calier Spa mi ha contattata per farmi provare alcuni tra i suoi prodotti di punta, del marchio non sapevo nulla e forse anche per questa ragione ho desiderato avviare subito il test per cercare di scovarne pregi e difetti.

Come ho scoperto poco dopo, Calier Spa è un'azienda italiana con sede in provincia di Torino, più precisamente a Moncalieri, che produce cosmetici naturali avvalendosi di principi attivi che agiscano in sinergia sulle diverse criticità della pelle. Non consta di un range vastissimo di referenze, ma quelle che sono state prodotte mi sembrano tutte interessanti e degne di nota. Una realtà che pone al centro della sua esistenza la ricerca ed il desiderio di portare sul mercato prodotti realmente funzionali e al tempo stesso piacevoli da utilizzare. 

Il primo prodotto di cui ho il piacere di parlarvi è la Crema Corpo Soufflé, a cui non poteva essere attribuito nome migliore.
Si presenta in un semplice barattolo bianco di plastica dura con etichette su cui spicca il colore verde acceso, caratteristica dominante che contraddistingue tutti i prodotti della linea. Sotto il tappo vi è una seconda protezione in plastica da rimuovere con l'apposita linguetta prima di ciascun utilizzo. 



La texture della Crema Corpo Soufflé di Calier Spa è il suo vero punto di forza: ammaliante, soffice, delicata come una mousse ma con una spalmabilità più ricca e fondente. Toccarla è un piacere perché sul serio ha una consistenza che incanta e che rende estremamente gradevole anche il massaggio che si effettua sul corpo. Non fa scia bianca, ma scivola sulla pelle come un abbraccio.
Devo essere sincera, credo che qualora la Crema Corpo Soufflé di Calier Spa avesse un profumo diverso, me la spalmerei addosso a tutte le ore pur di poter vivere ad oltranza l'esperienza della sua cremosità sulla mia pelle. Ma, l'avrete capito, il profumo di questo prodotto a me non piace. E' un odore che mi ricorda le tante creme acquistate al supermercato una vita fa, quando ancora non leggevo la lista inci e mi spalmavo addosso la qualunque. E' una profumazione sintetica, poco invitante - quantomeno per i miei gusti, opinabili e soggettivi - che mi disturba profondamente. Chi mi legge sempre lo sa: sono una persona molto olfattiva e tra i miei sensi questo è quello che mi domina maggiormente. Mi lascio totalmente incantare da talune fragranze e al tempo stesso non riesco a tollerarne altre. Questa, mio malgrado, fa parte della seconda categoria.

Tralasciando l'aspetto puramente soggettivo legato alla sua profumazione, la Crema Corpo Soufflé di Calier Spa ha un inci naturale al 98%. Non contiene siliconi, parabeni, oli minerali, peg, coloranti artificiali, sls, sles. Contiene un'alta percentuale di burro di karitè, olio di oliva, olio di mandorle dolci, vitamina E.
Oltre che ammorbidire e nutrire la pelle, il prodotto si propone come un elasticizzante, atto a stimolare la produzione di sostanze come il collagene e l'elastina per favorire una duratura sensazione di benessere e compattezza.
Ci riesce? devo dire di si. Con un utilizzo continuato le sensazioni che derivano dall'accarezzarsi sono proprio quelle di una pelle più elastica e compatta, nonché liscia a lungo. 

Dovendo giungere ad una conclusione e non volendo farmi influenzare eccessivamente dall'aspetto di cui sopra, posso dire che la Crema Corpo Soufflé di Calier Spa è uno di quei prodotti che possono piacere sia a chi ha una pelle secca che necessita di un apporto giornaliero di "grassi buoni", sia a coloro che non amano i pastoni troppo unti e ricchi. Fondente, carezzevole, si spalma che è un piacere e sebbene sia trascorso all'incirca un mese da quando ho iniziato ad usarla, la voglia di tuffare il dito nella sua morbida consistenza non mi è mai passata. 

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


DOVE SI ACQUISTA: online sul sito web dell'azienda
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 200 ml
PREZZO: 19,90 €.

sabato 17 febbraio 2018

La Domanda della Settimana



Buongiorno a tutti e buon sabato!
Spero siate tutti pronti per una nuova Domanda della Settimana perché...eccola qua!
Oggi torniamo a parlare di make up e del prodotto forse più utilizzato, cercato, bramato dalle donne e da alcuni uomini della Terra: mi riferisco al Fondotinta. Voglio sapere tutto: le formulazioni che vi piacciono di più, i brand che vi hanno conquistato e quelli che vi hanno delusi, l'effetto che ricercate quando ne indossate uno.
Ditemi tutto: vi aspetto! E buon week end a voi tutti.



Fondotinta: Hai trovato quello
che fa per te o lo stai ancora cercando?
Preferisci una copertura lieve, media o alta?
Ricerchi un finish opaco o luminoso?
Meglio le texture in polvere, in crema o fluide?
Qual è il tuo fondotinta preferito, sinora? 
Lo indossi ogni giorno o solo
per occasioni speciali?

mercoledì 14 febbraio 2018

Glov - Fascia con le Orecchie di Coniglio


Recensione d'uso:
Vi chiederete perché ho comprato una fascia per capelli con le orecchie di coniglio e per quale ragione ve la recensisca anche. Beh, ma è chiaro: mi piace, mi sta agevolando con le operazioni di strucco serali e non ho mai amato le tradizionali fasce per capelli.
Acquistata a inizio gennaio su Ecobelli, nasce in due versioni: rosa e grigia. Ho scelto quest'ultima perché mi sembrava meno infantile ma qualora fosse esistita in nero, non avrei esitato ad acquistarla così. 

Glov è un brand che conoscerete sicuramente, in quanto produce panni e manopole struccanti in soffice microfibra ormai venduti in diversi e-commerce nostrani e probabilmente anche in qualche bioprofumeria con sede fisica. 
Il prodotto viene inviato con una comoda sacca da viaggio traforata, che personalmente utilizzo anche in casa per riporre l'oggetto. In tal caso mi tornano comodi anche i manici, che tengo appesi alla porta per un pronto e veloce utilizzo quando torno stanca dal lavoro.

La fascia è ampia ben nove centimetri e lunga novanta. Impossibile che non vi stia bene: sarete voi a decidere quanto stringere, in base alla grandezza della vostra testa.
Contiene infatti un'anima metallica che si posiziona a piacere sulla testa per tenerla ferma. Io tiro indietro i capelli e ve la poggio su, senza temere che la mia piega riccia vada a farsi benedire. Effettivamente questa Fascia con le Orecchie di Coniglio di Glov funziona bene: non schiaccia la chioma, non l'affloscia, non la sporca. Consente invece di tenere ben libero il viso e fare in modo che ci si strucchi più agevolmente senza dimenticare le zone periferiche del volto. 

Faccina stanca e sciocca prima dello strucco serale

L'aspetto che più mi piace di questa Bunny Ears HeadBand è la sua sofficità: la microfibra di cui è composta è così piacevolmente morbida che si avrebbe voglia di accarezzarcisi il viso ad oltranza. E quando si sporca è sufficiente lavarla a mano con un detergente delicato e poi appenderla all'aria per farla asciugare in modo naturale. Non perde di morbidezza né si rovina.

Ovviamente la si può usare anche nel caso in cui si facciano maschere viso o altri trattamenti senza l'ingombro dei capelli davanti agli occhi. 
Personalmente è una spesa che tornando indietro rifarei. La trovo utile, soffice, piacevole da utilizzare e anche simpatica da tenere su, il che non guasta mai.
Mi piace più delle tradizionali fasce perché non va a guastare la forma dei miei boccoli. Una volta rimossa scuoto un po' la testa e tornano come prima di indossarla.


SITO WEB: http://glov.eu/
DOVE SI ACQUISTA: online su Ecobelli o su altri e-commerce rivenditori del brand.
LUOGO DI PRODUZIONE: Polonia
PREZZO: 9,90 €. Io la pagai 1 € in meno in promozione.

lunedì 12 febbraio 2018

Novità ed Offerte del Momento

Buongiorno!
San Valentino si avvicina e anche per chi non è in coppia può trattarsi di un'occasione in più per volersi bene, approfittando delle Novità e delle Offerte Cosmetiche del periodo. Come al solito ho cercato di raggrupparne alcune che ritengo più interessanti, sperando ovviamente di fare cosa gradita. Buona lettura!



- Lalei presenta Oilove, il primo lubrificante 100% naturale per coccole e zone intime. Ora disponibile da solo o in due graziosi cofanetti contenenti una diversa miscela di oli essenziali da accendere per concedersi un vero e proprio momento di piacere.



- Su Ecobiobella sono arrivati i saldi e vi resteranno fino alla conclusione del mese di febbraio. Clicca qui per visionarli.


- Fino al 14 febbraio Loving Ecobio offre uno sconto del 10% su tutti gli ordini e del 15% per quelli superiori a 45 €. Codici nell'immagine.


- Equilibra annuncia l'introduzione di una nuova linea make up tra le sue proposte cosmetiche. Ancora ignota la data di lancio.


- Su Il Giardino di Arianna è arrivata la nuova linea per capelli di Natyr. Ora in offerta lancio con sconto del 10%.


- Su Ecobelli fino al 14 febbraio tutta la linea Glov è scontata del 10%.


- Su Sabbioni.it fino al 14 febbraio è possibile scontare i propri acquisti del 25 % con il codice "valentine25" e del 30% gli ordini superiori a 99 € con il codice "valentine30".


- E' online la novità The Body Shop: Japanese Cherry Blossom Strawberry Kiss. Un nome lunghissimo per una linea composta da: docciagel, profumo e crema corpo.


- Neve Cosmetics ha lanciato Flow, il nuovo Pastello Labbra con il confort di un rossetto e la durata di una tinta. Per l'occasione le spese di spedizione sono dimezzate e i prodotti per labbra sono scontati di 1 € ciascuno.


- Su Farmaness è arrivata Setarè, ora in offerta lancio con spese di spedizione gratuite da soli 19,90 €.


- Su Ecobelli sono arrivati in anteprima i nuovi Siero Viso di Dabba. Tre sieri booster oil free a base di acido ialuronico ed estratti vegetali, tra cui l'acqua di olivello spinoso.


- La Dreamy Eyeshadow Palette di Nabla Cosmetics tornerà disponibile dal 21 febbraio, al solito prezzo di 35,90 €.


- Miss Trucco Green Ethic offre uno sconto del 20% su tutta la merce presente sul sito con il codice VALENTINO. Il pacco conterrà anche una sorpresa.


- La linea Ekos di Pierpaoli si amplia con 4 nuovi prodotti per bambini: baby bagno, shampoo, pasta per il cambio pannolino e balsamo.


- Cose della Natura lancia un nuovo starter kit in edizione limitata. Si chiama Essentials e contiene due minitaglie di spugne amatissime: Fine Dama Lavata e Arcipelago Sbiancata. Il prezzo è ora di 19,90 €, scontato del 20%.


- Su Gaia Cosmetici con il codice #NATURALLOVER ricevi il 20% di sconto su tutti gli acquisti.


- Fino al 14 febbraio su Mondevert puoi avere uno sconto del 10% su tutto con il codice SANVALENTINO2018.


- Bad Gal Bang è il nuovo Mascara di Benefit, in vendita esclusiva presso Sephora, che promette ciglia stratosferiche.


sabato 10 febbraio 2018

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Qui oggi c'è un bel sole ma le temperature sono rigide, più che nel mese scorso, ed ho pensato ad una nuova Domanda della Settimana che fosse pertinente a questo periodo invernale. Mi piacerebbe sapere come curate attualmente i vostri capelli: che prodotti utilizzate, come si struttura la vostra hair care routine. Sono molto curiosa di conoscere le vostre abitudini, perciò paziente vi attendo.
Buon week end a tutti.


Quali sono i prodotti che al momento
compongono la tua haircare routine?
Curi diversamente i tuoi capelli nelle stagioni fredde
rispetto a quelle calde?
Quali sono i prodotti dai quali pretendi 
una migliore performance?
Quali sono i brand che preferisci
per quanto riguarda i prodotti per capelli?

mercoledì 7 febbraio 2018

Alma Briosa - FitoPomata Rilassina


Recensione d'uso:
I miei problemi di cervicale risalgono ad almeno un decennio fa. In questo lasso di tempo le ho provate tutte, prime fra tutte le dovute accortezze per fare in modo di non incappare nel dolore. Tuttavia è cosa nota: finita l'estate tornano anche l'umidità e tutti i suoi correlati problemi. Lo scorso anno ho quindi pensato di giocare d'anticipo e provare qualcosa di nuovo, qualcosa che non avesse a che fare con medicinali da acquistare in farmacia ma molto col rilassamento e la riduzione degli stati tensivi.
Cosa ho fatto? Ho comprato la FitoPomata Rilassina di Alma Briosa che puntavo da mesi e che a metà ottobre mi sono finalmente portata a casa. Ordinata su Ecobelli e messa subito in uso, ho trovato in lei un prodotto meraviglioso, realmente in grado di donare sollievo alla mia povera cervicale e a quella, altrettanto malmessa, del mio compagno.

Ma andiamo con ordine. Cosa sono le FitoPomate e che cos'è Alma Briosa? Il brand spero lo conosciate già, tuttavia una breve introduzione non può far male. Alma Briosa è un'azienda giovane, nata nel 2010, che si occupa della produzione di cosmetici naturali e biologici attingendo da tradizioni differenti, erboristiche e curative. 
Le FitoPomate sono una linea di prodotti che mirano alla cura di diverse sintomatologie attraverso l'utilizzo di estratti vegetali dalle riconosciute virtù officinali. Di queste FitoPomate io ne ho acquistate due, per cui aspettatevi più avanti anche una recensione di TermoTonic, che ho comprato per i miei problemi alle mani (geloni in primis). 

La FitoPomata Rilassina di Alma Briosa viene venduta in un packaging estremamente simpatico ed evocativo delle piante ivi contenute. E' subito visibile che è la lavanda a farla da padrone e da grande estimatrice di questo ingrediente, non posso che esserne felice. Le indicazioni riguardo la formulazione e le modalità d'uso sono contenute tutte nel cartone esterno. All'interno, un bel tubo in plastica morbida con tappo a scatto. 
La pomata esce agevolmente attraverso il suo forellino senza sprechi. 


La consistenza della FitoPomata Rilassina di Alma Briosa è chiaramente cremosa. Bianca, delicatamente profumata di lavanda, la si massaggia sulle zone doloranti anche più volte al giorno, sia sugli adulti che sui bambini. 
Il suo scopo è quello di contrastare gli stati tensivi muscolari localizzati e al contempo alleviare la tensione nervosa da stress conciliando sonno e rilassamento. Applicata anche sui polsi e sulle tempie, agevola uno stato di relax che mi è particolarmente congeniale prima di andare a dormire. Il suo effluvio di lavanda rende più piacevole e veloce l'addormentamento, senza inficiarlo in alcun modo.

Personalmente iniziai ad usarla proprio sulla cervicale, sia mia che del mio compagno. Entrambi abbiamo riscontrato sin dalla prima applicazione un reale e tangibile funzionamento del prodotto. Spesso abbiamo utilizzato pomate farmaceutiche senza mai riceverne un reale sollievo sul dolore. Con Rilassina riusciamo a placare lo stordimento che deriva dal dolore di cervicale e avvertiamo distintamente un'azione distensiva sui muscoli della zona.

L'inci è davvero un bel mix di piante ed estratti dalle rinomate capacità distensive.


La verità è che di Rilassina noi ci siamo innamorati. Che lo facessi io era cosa ovvia, probabilmente, ma che questa affezione colpisse anche il mio compagno, credetemi, mi ha lasciata esterrefatta. Lui è uno di quegli uomini che non apprezza l'applicazione di cosmetici ma di Rilassina ha imparato a fidarsi anche lui. 
Ne apprezziamo la profumazione di lavanda che favorisce il sonno ed il rilassamento, l'applicazione non unta e la facilità di assorbimento nonché la capacità di alleviare tangibilmente il dolore che di sovente ci colpisce in zona cervicale. Ho consigliato Rilassina anche ai miei genitori e credo che presto farò un ordine per accontentare anche le loro richieste.
Del resto è ormai cosa nota, qui: la FitoPomata Rilassina di Alma Briosa non lascerà più casa mia. 


DOVE SI ACQUISTA: presso le biobotteghe rivenditrici; online presso diversi e-commerce tra cui Ecobelli e Sorgente Natura 
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 100 ml 
PREZZO: 14 €.

lunedì 5 febbraio 2018

Badger Balm - Olio Detergente Struccante Olivello Spinoso


Recensione d'uso:
La detersione della pelle del viso con un olio, che un tempo sembrava cosa incredibile, è entrata a far parte della routine di molte persone, in special modo di quelle con pelle sensibile e/o secca. Personalmente degli oli sono una grande estimatrice: mi piace curare la mia pelle con questi preziosi ritrovati offerti così generosamente dalla natura e tante volte ho riscontrato benefici evidenti e tangibili.

Durante il Black Friday, tra le altre cose, su Ecco Verde acquistai l'Olio Detergente Olivello Spinoso di Badger Balm, brand già comparso su questi lidi ormai diversi anni fa perché produttore di balsami per le più disparate esigenze e contenuti in graziose confezioni di latta. All'epoca ne acquistai due: non mi fecero innamorare, però me li portai dietro per diverso tempo. 
Di Oli Detergenti Badger Balm ne produce in diverse versioni. Io ho scelto quella con Olivello Spinoso perché al momento aveva un prezzo più conveniente e perché attratta dal colore arancione della confezione. 

Il prodotto si presenta in un bella scatola colorata che riassume tutte le caratteristiche dell'olio e la sua formulazione. All'interno troviamo un flacone di vetro con etichetta dello stesso colore arancio dotato di una comodissima pompetta dosatrice e tappo. Mi piace questa confezione perché esteticamente accattivante ma anche estremamente comoda in fase d'uso. Sono un po' stufa dei soliti contagocce a pipetta: ho capito che alla sera mi piace trovare qualcosa che agevoli le mie operazioni di pulizia anziché dilungarle. Questo prodotto è di quelli che si dosano velocemente, senza sprechi, e di cui basta una quantità davvero minima.

Come lo uso. Dopo aver struccato gli occhi con un prodotto apposito bagno un po' il resto del viso (magari con un idrolato, invece che con la semplice acqua, così da salvaguardare maggiormente la mia pelle sensibile che talvolta dalla durezza dell'acqua viene aggredita). Prendo una pompatina di Olio Detergente Olivello Spinoso di Badger Balm e lo massaggio con le dita sul resto del viso e sul collo. Evito il contorno occhi già precedentemente pulito, anche perché in quella zona brucia un po'. Quando sono soddisfatta, applico un po' di latte detergente, massaggio per pochi secondi e poi rimuovo il tutto con la Spugna Fine Dama di Cose della Natura. Risciacquo con acqua, tampono la pelle con un asciugamano e poi applico il tonico. Un'ora più tardi procedo anche con i miei trattamenti serali.

Perché dopo l'Olio Detergente Olivello Spinoso di Badger Balm utilizzo anche un Latte Detergente? Perché è un olio molto ricco, di cui non voglio restino residui sul viso dopo l'uso. Mi piace il modo in cui ammorbidisce e cura la mia pelle senza l'ausilio di tensioattivi, tuttavia preferisco che venga asportato bene per evitare che sopraggiungano eventuali impurità. Oltretutto, non uso mai la Spugna Fine Dama direttamente con gli oli in quanto potrebbe disgregarsi e rompersi.



Cosa mi piace dell'Olio Detergente Olivello Spinoso di Badger Balm? Tutto, a dire il vero. Tranne il fatto di non poterlo passare anche sugli occhi. 
Adoro il suo bellissimo colore vivido ed energizzante, la sua profumazione intensa e rinvigorente di agrumi, il fatto che ne occorra una dose minuscola per ottenere una pulizia ottimale e delicata, evitando di aggredire inutilmente il viso. 
Strucca molto bene, rimuove ogni traccia di make up, sporco e smog dal volto senza alterarne la barriera idrolipidica. 

L'inci contiene: olio di semi di girasole*, olio di oliva*, olio di jojoba*, olio di semi di albicocca*, olio di ricino*, estratto di olivello spinoso*, estratto di lavanda*, olio essenziale di arancio amaro*, vitamina E, olio essenziale di geranio*, estratto di rosa canina*, mentolo. Tutte le sostanze contrassegnate da asterisco sono di origine biologica certificata. Sono gli oli essenziali a renderlo inutilizzabile sugli occhi, tuttavia qualora non ci fossero probabilmente mi mancherebbero: trovo che conferiscano a questo prodotto una sferzata di piacevolezza da non sottovalutare.
Ideale per pelli normali e secche, quest'olio molto ricco non risulta comedogeno - soprattutto qualora lo si utilizzi nel modo giusto - ed è equilibrante, illuminante, rinfrescante, detergente e nutriente. 
L'estratto di olivello spinoso garantisce, inoltre, un'elevata quantità di vitamina C.

A conti fatti, l'Olio Detergente Olivello Spinoso di Badger Balm è stata un'ottima scoperta, che immagino possederò ancora a lungo perché la quantità in uso ogni sera è davvero modica e rende molto anche solo in poche gocce. 
Sebbene venga ritenuto adatto anche per le pelli normali, immagino lo troveranno più piacevole quelle secche. Credo inoltre che sia un prodotto da preferirsi nei mesi freddi piuttosto che in quelli caldi.


DOVE SI ACQUISTA: online su Ecco Verde
LUOGO DI PRODUZIONE: Stati Uniti
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 59 ml
PREZZO: 17,99 €.

sabato 3 febbraio 2018

[Shopping del Mese] : Ecobelli, Ecco Verde, Helan, Diego Dalla Palma

Buongiorno a tutti!
E' una giornata estremamente cupa e piovosa e per renderla meno pesante ho pensato di condividere con voi le mie spese cosmetiche del mese di gennaio appena trascorso.
Buona visione/lettura a chi decida di passare di qui. Se ne avete voglia, tra i commenti raccontatemi se anche voi avete preso qualcosa di nuovo. 

ECOBELLI:

Il primo acquisto del mese di gennaio è relativo al giorno 11, quando ho deciso di inoltrare un ordine su Ecobelli per acquistare, principalmente, la Fascia per Capelli con le orecchie da coniglio di Glov. Ero un po' stufa di struccarmi dovendo sempre badare ai capelli e non amando particolarmente le classiche fasce di cotone, ho deciso di provare questa qui, che posso chiudere all'occorrenza proprio attraverso le orecchie. Presente in due colori, ho scelto la versione grigia che mi sembrava meno infantile. L'avessero fatta anche nera l'avrei presa così.
Altri acquisti sono lo Shampoo Modellante Ricci di Gyada, il famoso Cleansing 4 di Purophi che utilizzo sia come struccante che come detergente per la mattina e una delle ultime uscite di Madara, seppur non troppo recente, ovvero il Balsamo Labbra Plum Plum.
In fase d'ordine ho richiesto espressamente di non ricevere campioncini, così da evitare un inutile spreco e sono stata accontentata.



ECCO VERDE:

Capita spesso che faccia acquisti su Ecco Verde, a maggior ragione quando capitano saldi flash di due giorni ed io ho già qualche articolo nel carrello da acquistare. In questo caso specifico, gli articoli già presenti erano due: il Deodorante Piedi al Tea Tree di Cmd e il Fondotinta Minerale Warm Peach di Lily Lolo che uso a prescindere dalle stagioni e dagli anni che passano.
I prodotti che ho aggiunto dopo, proprio in virtù degli sconti, sono l'Olio Struccante Occhi alla Rosa di Cmd nella versione mini da 30 ml, vecchia conoscenza molto apprezzata in passato e poi lo Spray Orale di Apeiron. Poiché mi lamento spesso che alcuni dentifrici, a maggior ragione se ecobiologici, non mi forniscano la dose di freschezza che bramo, ho pensato di ovviare in questo modo. Vi dirò: totale disfatta riguardo questo punto, ma magari ne parleremo meglio in un'altra occasione.
Non ho richiesto campioncini neppure questa volta.



HELAN:

Il Talco Liquido della Linea Vaniglia Kashmir di Helan mi è piaciuto a tal punto che una domenica mattina sono tornata nel punto vendita NaturPlus della mia città e ho preso anche l'Eau de Parfum. Ha un costo di poco superiore ai venti euro e lo trovo sia bello da vedere, nella sua semplicità, che assolutamente meraviglioso nella fragranza. E' forse l'unica vaniglia non dolciastra che conosca: è calda, sensuale, piacevolissima. Se ne avete modo, andate a sniffare anche voi.
Oltretutto, di Vaniglie Helan ne produce ben tre, molto differenti l'una dall'altra. Magari non vi piace questa ma apprezzerete una delle altre due.


DIEGO DALLA PALMA:

Non ho mai fatto mistero del fatto di apprezzare il make up firmato Diego Dalla Palma. Quando la sera del 23 gennaio, dopo una giornata disastrosa, ho ricevuto una mail nella quale mi venivano offerti i set di Natale con il 50% di sconto e le spese di spedizione gratuite, non ho potuto fare altro che cedere alla tentazione.
Ho scelto il Pink Christmas set, contenente: una pochette argento, il Mascara Ciglione che desideravo provare da una vita, la Polvere per Guance n°11, il Rossetto n°46 ed una matita nera per gli occhi.
Prime impressioni sul mascara Ciglione, mio malgrado pessime. Mi brucia intensamente gli occhi e la resa estetica è insoddisfacente: zero volume, zero lunghezza, zero curvatura. Ecco qui il primo flop del 2018 signori miei.
Bellissima invece la pochette. Duraturo e ben pigmentato il blush. Confortevole e delicato il rossetto. Devo ancora iniziare la matita occhi.


giovedì 1 febbraio 2018

Camminare - Un Anno Dopo

Ho pensato molto se scrivere o meno questo post. In fondo a chi può interessare, se non a me stessa? per cui metto le mani avanti e lo dico subito: sarò noiosa per la maggior parte di voi e se non vorrete leggere fa niente, ci leggiamo la prossima volta e amici come prima.
Se però tra di voi ci sarà anche solo una persona che sta pensando di iniziare a camminare con costanza, allora forse queste mie riflessioni potranno essere di aiuto. Lo pubblico proprio oggi perché esattamente un anno fa io intraprendevo questa avventura di cui desidero tirare le somme.
Fonte : greenme. it

Io non sono mai stata una sportiva. Sono sempre stata l'esatta opposto, quella che lo sport l'ha sempre odiato, che l'ha vissuto come un'imposizione ed una punizione. Forse perché da bambina sono stata sempre cicciottella e lo sono rimasta fino all'età di ventidue anni. Sport per me significava fare le ore di educazione fisica dovendomi vergognare dei compagni, dell'insegnante, dei nullafacenti che sostavano tra gli spalti della grande palestra. Vergognarmi del mio corpo, di tutte quelle cose che non riuscivo a fare, di me stessa praticamente. 
Lo sport per me significava dovermi mettere in mostra quando invece avrei tanto voluto scomparire, perdermi da qualche parte, diventare magicamente invisibile. Mi sono portata addosso questa sgradevole sensazione per tantissimi anni e così anche dopo essere uscita dalla scuola ed essere diventata più sicura di me stessa, il solo pensare allo sport mi faceva stare male.
E così l'ho sempre praticato in casa. Comprando cyclette, attrezzi, step, pesetti, tappetini. Cose che potessero tenermi un pochino in forma senza necessariamente dovermi far guardare dagli altri. 

Qualcosa è cambiato all'inizio del 2017. Non saprei dire come o perché, tuttavia mi sono messa in testa l'idea di iniziare a camminare ogni tanto al mattino e bruciare qualche caloria all'aria aperta. Laddove altri mi avrebbero vista, certo, ma pur sempre fare qualcosa che fanno tutti: poggiare i piedi sull'asfalto. Il vero slancio credo di averlo vissuto quando alla mia domanda se fossi riuscita a farcela, il mio compagno mi rispose di no. Quel no mi bruciò dentro a tal punto che mi sentii esplodere. Lui stava esprimendo un giudizio senza cattiveria, un giudizio su quella parte di me che gli avevo mostrato più volte. Quella parte di me che aveva sempre rinunciato, che aveva mollato, che si era data spesso per sconfitta ancora prima di cominciare. E allora, pur di dimostrare a me stessa e a lui che non avevo nulla in meno rispetto a quegli altri che invece le cose le fanno, ho deciso di iniziare.

E' stato faticoso? Certo. Chi vi dice che è una passeggiata mente sapendo di mentire. Io bene o male le gambe allenate le avevo già - grazie alle tante sessioni di step e cyclette fatte in questi anni - ma ho iniziato comunque con soli trenta minuti di camminata veloce. Minuti che facevo salire di giorno in giorno, perché sembravano non bastarmi più. Ho comprato anche un orologio da polso di quelli fatti per conteggiare calorie, battito cardiaco, passi e distanza percorsa. Può sembrare una sciocchezza, ma assicuro che aggeggi come questi aiutano e motivano. 
Uscivo con gli occhiali scuri calati sugli occhi e la musica nelle orecchie per creare uno schermo contro il mondo. Io ero lì ma mi sentivo invisibile, una persona da guardare appena. 

Pensavo che avrei camminato al massimo un paio di volte alla settimana e invece poi mi sono ritrovata a farlo quasi ogni giorno. Punto la sveglia, mi alzo, faccio colazione ed esco. Avendo poco tempo a disposizione tra la casa, il lavoro e i tanti impegni che tutti abbiamo, senza neanche rendermene conto ho iniziato ad organizzare e programmare le mie giornate girandole intorno alle mie sedute di camminata veloce. E quando non posso uscire per cattivo tempo o per altre incombenze improrogabili, mi rode da morire. Il giorno dopo lo faccio con ancor più determinazione, come se dovessi recuperare la seduta persa.
Quando rientro sono sudata, stanca, con le gambe dure. Il tempo di fare la doccia e torno a posto. Con i polpacci belli sodi, con la pelle luminosa, con la gioia di sapere di avercela fatta ancora una volta. Nonostante la fatica, nonostante l'alzataccia, nonostante sappia benissimo che è tanto più comodo trovare mille scuse per non farlo.

Ci sono giorni migliori e giorni peggiori. Giorni in cui percorro tanta strada ad un ottimo passo, felice di farlo. E giorni negativi in cui ancor prima di aver percorso metà del mio cammino mi sento già stanca e priva di motivazione. Siamo umani e non possiamo pretendere troppo da noi stessi: non possiamo sentirci sconfitti se un allenamento va meno bene degli altri. Può capitare, prendiamone atto, continuiamo lo stesso e la prossima volta andrà meglio.

Quali sono stati i benefici riscontrati? il primo, già dopo 6 o 7 sedute, è stato notare un passo più sicuro e fluido anche quando non mi alleno. Quando vado a lavoro, ad esempio. Ed io ci vado sempre camminando. Pur con le scarpe con i tacchi sento che le gambe procedono più spedite, che il passo è più veloce di quanto non fosse prima di iniziare tutto questo. 
Il secondo, sulla muscolatura. La sento più tonica, più soda, certamente più in forma.
Il terzo, sul metabolismo. Facendo della camminata veloce un'attività costante, il metabolismo si alza, si riesce a sciogliere un po' di grasso accumulato qui e là.
Il quarto, sul mio umore. Sentire di essere riuscita in qualcosa per cui qualcuno - ed io per prima - mi aveva data per spacciata, ha migliorato la mia autostima e il mio umore. Mi sento fiera di me stessa perché conosco la mia storia, so di non essere una persona portata per lo sport e so di aver reso comunque questa attività qualcosa di importante. Non era affatto scontato ma l'ho fatto e posso essere contenta di me.
Il quinto, sul sonno. Alla sera sono più stanca e questo significa addormentarsi subito e dormire meglio.
Il sesto, sul peso corporeo. Se alla camminata veloce si abbina uno stile di vita sano qualche chilo lo si perde per forza. Magari solo due o tre, ma sempre meglio che niente.
Il settimo, che reputo il più importante, sull'energia. Mi sento realmente più energica, più vitale, più pimpante ed attiva. Nella mia vita ho vissuto interi periodi di totale apatia, che al solo pensarci mi viene da piangere. Ora mi succede molto raramente perché la quasi totalità delle mie giornate è costellato da una quantità di energia proporzionata alla mia età.
L'ottavo, sulla riduzione dello stress. Può sembrare incredibile ma ora ho molta più pazienza di quanta ne possedessi un anno fa. Riesco a prendere le cose in modo più easy, perché le mie sessioni di camminata sportiva mi aiutano ad eliminare cattivi pensieri, negatività e stress in eccesso.
Il nono, sulla circolazione. Forse non avete idea di quanto male mi facessero le gambe a fine giornata, dopo aver lavorato in piedi per tutto il tempo. Ora che sono riuscita ad attivare la circolazione sanguigna nel modo giusto, arrivo a sera senza quella terribile sensazione di gambe gonfie come palloni.

Dove cammino? Il percorso non è influente, l'importante è muoversi. Tuttavia, un luogo il più privo di smog possibile sarebbe meglio. Io cammino per le vie del mio paese, qui ce ne sono di lunghissime e ampie. Alcune le percorro più volte nell'arco di una stessa camminata. Scelgo anche quelle un po' più periferiche dove posso incontrare uccelli, gatti, begli alberi di frutto o fiori colorati. Così, anche solo per sentirmi più vicina alla mia amata campagna.
E da maggio scorso raggiungo sempre anche il mare, che è diventato il mio migliore amico, il mio compagno di viaggio, la mia valvola di sfogo. Lo guardo e mi sento meglio, mi sento viva come mai prima. Ho iniziato camminando con fatica per trenta minuti al giorno. Adesso cammino anche per due ore e se avessi più tempo a disposizione lo adopererei per continuare a farlo.
Mi chiedono perché non inizio a correre. La risposta è che ho trovato, camminando, la mia dimensione.

Questo post per incoraggiare chi non ha mai voluto fare sport a dare una chance alla camminata veloce. Chiunque può farlo, con una spesa minima. Dovrete solo comprare delle scarpe adatte e un po' di abbigliamento sportivo, sempre che non lo abbiate già. Che siate giovani o vecchi, provateci. Magari parlatene prima col medico se siete in dubbio.
Non sempre sarà felice, non sempre lo farete con la gioia in corpo. Io stessa ho iniziato controvoglia e tuttora capitano delle mattine in cui lo faccio perché devo e non perché mi va. Tuttavia anche questo andare contro se stessi è importante e può essere un ulteriore slancio per tutti coloro che desiderano mettersi alla prova e vincere. 
Il più delle volte è così liberatorio, così meravigliosamente straniante, da influire in positivo su tutta la giornata. Forse vi sembrerà strano, ma sono diventata una persona migliore da quando ho iniziato a camminare: più rilassata, meno stressata, più allegra. Mi arrabbio meno, cerco di dosare la pazienza e di scacciare via le tossine o i sentimenti negativi quando sono in marcia anziché quando lavoro o quando sono a casa. Provare per credere: chi lo fa con costanza non abbandona più!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...