domenica 11 marzo 2018

Perché Non Ci Sono più Articoli di MakeUp?



Forse qualcuno tra coloro che mi leggono da anni si sarà fatto questa domanda.
Perché su Recensioni Cosmetiche sono scomparsi gli articoli di make up? No, non dico quelli vecchi, che ci sono ancora e fanno da "archivio". Intendo articoli nuovi di zecca: recensioni di prodotti e foto di trucchi su occhi e labbra, come ne ho fatti per tanto tempo.

Voglio rispondere a questo ipotetico lettore ringraziandolo principalmente per la sua presenza, per la sua voglia di leggermi ancora dopo tanto tempo e per la fiducia che ha risposto in me e nelle mie opinioni. Magari a quei make up colorati, privi di tecnica e di reali capacità manuali era persino affezionato.


Recensioni di trucco ne faccio di rado ma ci sono ancora. La ragione è che non provo molti prodotti nuovi, preferendo affidarmi ai "vecchi" e consolidati amici con i quali mi trovo bene e che non desidero sostituire a tutti i costi andando dietro alle nuove uscite o alle promesse mirabolanti di alcune pubblicità sulle riviste o in tv.
Ho bisogno di qualche ombretto nuovo per sostituire quelli che hanno di gran lunga superato il pao e che necessitano di una "rinfrescata". Se ne acquisterò li vedrete sicuramente sulle mie pagine social o sugli articoli mensili relativi alle mie compere cosmetiche. Magari non li recensirò ma come spesso faccio darò qualche imbeccata qui e là, opinioni volanti con le quali non potrei costruire un articolo intero, ma che sarei disponibile a sviluppare di più qualora aveste bisogno di maggiori informazioni.

Per quanto riguarda le foto di trucco, quelle sono quasi del tutto scomparse.
La ragione è che il trucco mi ha stancata. Di skincare sono ancora appassionatissima e lo avrete notato dai numerosi post che pubblico ancora, dopo quasi 8 anni qui con voi.
Ma il make up no, non mi fa più sognare. 
Probabilmente è una questione di età, di stile di vita, di cambio di prospettive. Ma ora come ora non mi passa neanche nell'anticamera del cervello di uscire di casa con un ombretto verde, rame, azzurro o viola. Né con un rossetto diverso al giorno.
Mi piace andare al sodo: preferisco un make up poco costruito con pochi e semplici passaggi, che non mi porti via molto tempo e che mi mandi al lavoro ordinata e senza stravaganze. Dopo tanto tempo ho imparato ad amare la mia faccia così com'è, senza più sentire l'esigenza di stravolgerla. 
Quella passione giocosa si è estinta o semplicemente trasferita altrove. Ho capito che mi vedo meglio con toni naturali che non distolgano l'attenzione da quella che sono io, semplicemente, nel bene e nel male. E detesto quella mezz'ora che mi sembra di buttare via quando mi trucco. Se potessi truccarmi usando una bacchetta magica, senza dover spennellare, credetemi: lo farei. 
Non mi diverte più. Come quando smisi di dipingere, al liceo. Mi piace utilizzare il tempo in cose che mi appassionino, che mi stimolino, che mi divertano. 
Ora sento che truccarmi è una sorta di dovere sociale: voglio andare a lavoro carina e ordinata per cui mi trucco ma non trovo più che sia la massima espressione del prendersi cura di sé. Mi sento meglio quando indosso una crema profumata per il corpo, quando trascorro dieci minuti sotto l'acqua bollente dopo il lavoro, quando vado a camminare sul mare e sento il vento che mi accarezza la faccia. 
Quindi si, continuo a truccarmi e ritengo ancora che sia un aiuto non da poco all'immagine di una donna. Tuttavia non rappresenta più una passione, ma solo uno strumento. 


Bisogna prendere atto del fatto che la vita sia un susseguirsi di tappe e che non si possa sempre rimanere uguali. Siamo in continua evoluzione, in continuo mutamento.
Ed ora, lo dico senza vergogna, mi vedo meglio di quanto mi vedessi allora. Meno colorata, meno eccentrica, più Sara.

Dunque, caro lettore, questa è la ragione per cui non vedi più articoli con i miei make up di dubbio gusto. Sarebbe come prenderti in giro. 
Preferisco che tu legga ciò di cui mi piace parlare, anziché mostrarti qualcosa che non interessa più me per prima. 

44 commenti:

  1. Cara Sara rispecchia perfettamente come mi sento anch'io da molto tempo a questa parte... io ho fatto una scelta un po' più drastica e quegli articoli li ho rimossi non perché mi vergognassi a tal punto dei miei "pasticci" ma perché ci sono persone della vita mia privata che conoscono il nome del blog e non mi andava di lasciare online tutto quel materiale.
    Anch'io ho perso quel divertimento, penso che siamo semplicemente cresciute :)
    Qualche volta ho provato a truccarmi come qualche anno e mi sono dovuta struccare perché non mi riconoscevo più!
    Un grande abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, che meraviglia rileggerti qui :)
      E si, credo fortemente che crescere ed evolversi significhi anche cambiare gusti, abitudini, modi di fare.
      Quello che mi divertiva a 5 anni ha smesso di farlo a 10. E quello che mi piaceva a 25 non mi interessa più ora che ne ho 32. Senza fare drammi, per me va benissimo così :)
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Ti capisco! Una volta sperimentavo molto di più, ora faccio sempre la stessa tipologia di trucco e anch'io preferisco i toni naturali! I rossetti però no, quelli rimangono una mia passione sfrenata e li cambio ogni giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne ho tantissimi e alla fine uso sempre gli stessi. Mi è venuta a noia anche il fatto di doverli ritoccare quando lavoro perché stando a contatto con la gente parlo e bevo.
      Ora prima di comprarne uno nuovo ci penso su 1000 volte.

      Elimina
  3. Ciao Sara! Sai che a me è successo l'esatto opposto? Fino a qualche anno fa il trucco era superfluo, un po' perché non avevo tempo per truccarmi, un po' perché sentivo che comunque non mi valorizzava. Poi ho scoperto l'armocromia e credimi mi si è aperto un mondo. Ho scoperto che il make up con i colori giusti mi fa sentire più sicura e più a mio agio anche se all'inizio ho faticato a prendere la mano con i miei colori. Ora per me è puro divertimento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania,
      anche io seguo con piacere l'armocromia, che del resto mi ha insegnato molto e mi ha mostrato una parte migliore di me stessa.
      Tuttavia non credo sia solo legata al trucco: penso infatti che sia solo una parte di un discorso più ampio che va a toccare l'armonia in generale, attraverso l'uso dei colori.
      Sono felice che il trucco ti diverta :) baci.

      Elimina
  4. Sara condivido quanto hai detto, la vita è un susseguirsi di fasi e noi dobbiamo sempre rimanere fedeli a noi stesse. Io ho attraversato varie fasi e ultimamente sono tornata ad apprezzare il make-up non dico come quando ero adolescente ma quasi. ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Selene,
      bisogna sempre ascoltare se stessi e perseguire non solo i propri obiettivi ma anche il proprio sentire. Non mi ritrovavo più in quell'immagine e in quel modo di fare. Il cambiamento è stato progressivo, graduale ma assolutamente voluto.
      Baci.

      Elimina
  5. Bellissimo questo post Sara!io mi ritrovo assai in questo tuo modo di vedere il male up. Uno strumento per esaltare la naturale bellezza di una donna. ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che questo post ti sia piaciuto :)
      Il make up per me è ormai uno strumento, per qualcuno un lavoro, una passione, un'arte.
      Nel mio caso la via attraverso la quale raggiungere uno scopo: sentirmi carina e "adulta" sul posto di lavoro, anche se non vado ricercando la perfezione.
      Baci.

      Elimina
  6. Condivido molto di ciò che scrivi, anche io sto attraversando una fase molto minimalista, che si ripercuote su ogni aspetto della mia vita. Quando la domenica mattina mi parte la vena riorganizzativa, Amy mi guarda terrorizzata temendo che possa buttare anche lei! Questo sta succedendo anche nel makeup. E per quanto, a differenza di ciò che senti tu, sedermi e truccarmi è ancora una cosa che mi fa sognare, quando poi mi guardo, con quei toni accesi e quei trucchi costruiti non mi sento più molto io. Non so se sia una fase, forse lo spero, ma per adesso mi va bene così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki,
      sono sicura che Amy non abbia nulla di cui temere ;) lei la terrai sicuramente. Comunque la fase minimalista tocca quasi tutti, prima o poi. La vita è fatta di fasi, alcune estrose, altre più tranquille. E anche per me va bene così.
      Torna ugualmente sul blog, però. Puoi scrivere e mostrare molto altro :) per fortuna non esiste solo il trucco.

      Elimina
  7. Buongiorno Dama,
    Ho apprezzato molto la franchezza di questo tuo post. Secondo me il make up deve essere prima di tutto un momento di piacere: non credo che per essere ordinate e curate sia necessario essere truccate, così come non credo che il trucco ci renda per forza meno autentiche. E quando finisce il piacere, perché continuare? È anche normale avere delle fasi nella vita, i gusti cambiano ed è giusto che sia così, altrimenti sai che noia!
    Buona settimana, un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dahlia,
      con voi che mi leggete ho sempre cercato di essere franca, onesta e sincera. Sono questi i capisaldi sui quali si fonda il nostro rapporto. Preferisco che sappiate cosa mi passa per la testa riguardo gli argomenti che decido di trattare, senza mezzi termini e senza una falsa diplomazia. Così che possiate decidere spontaneamente se rimanere o meno. Per ciò che sono, non per quello che vi mostro.
      Buona settimana anche a te :)

      Elimina
  8. Cara sara, come tutte le cose anche il makeup può avere fasi altalenanti...io ho passato un buon periodo senza curarmi più di tanto di truccarmi, proprio lo stretto necessario...da un po si è riaccesa la mia passione e mi piace andare in cerca di nuove cose e colori.
    L'importante è che tu stia bene con te stessa, make-up o no. Noi ti seguiremo sempre, a prescindere dal fatto che scrivi meno post sul trucco!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela,
      grazie di volermi seguire nonostante questo cambiamento di rotta. Un abbraccio.

      Elimina
  9. Risposte
    1. Che dolce <3 così all'improvviso. Mi fai iniziare bene la settimana, nonostante la pioggia.
      Buon lunedì ele, sei preziosa.

      Elimina
  10. Ottima riflessione e in parte mi ci rispecchio anche io. Ho ancora in giro palette ultracoloratissime (tipo la Intensissimi di Neve Cosmetics) che usavo molto verso i 20/22 anni ma che ora stanno lì inutilizzate (anche perché *ehm ehm* effettivamente il pao è passato da un po', e va bene che sono polveri ma iniziano ad essere davvero vecchiotte). Mi trucco ancora e con molto piacere, non lo vedo come tempo perso ma come un "rituale" che aiuta a centrarmi e rilassarmi. Solo che anche io sto virando sempre più verso i toni naturali (con qualche eccezione sporadica) e soprattutto concentrandomi più su base e sopracciglia che sul trucco occhi. Per i rossetti continuo ad avere la malattia dell'acquisto compulsivo di rossi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcune palette io le ho gettate, altre faranno la stessa fine prima o poi. Del resto amo il decluttering e odio tenere la roba a marcire e prendere spazio. Miro all'essenzialità, ad uno stash utile, a misura delle mie nuove esigenze, che tenga di conto di ciò che sono ora e del mio bisogno di ordine e minimalismo.
      I rossetti li tengo ma alcuni non li indosso più. Baci.

      Elimina
  11. Ma sai che di recente anch'io ho fatto delle riflessioni simili? Truccarmi mi appassiona meno di quanto avveniva in passato, mentre mi sto interessando sempre di più alla cura della pelle. Mi piace ancora truccarmi, ma mi oriento su un makeup essenziale e soprattutto credo che avere una pelle curata aiuti molto ad avere un aspetto fresco, per cui sperimento con la skincare. L'importante è essere sinceri, prima di tutto con se stessi, e la tua passione per i prodotti per la cura del viso e del corpo traspare dagli articoli che scrivi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria,
      anche io preferisco studiare bene la mia skincare piuttosto che stare dietro alle nuove uscite make up. Che poi è una passione che ho sempre avuto, ma che reputo accentuata da un paio di anni a questa parte.
      La sincerità verso me stessa e verso di voi non è mai mancata, spero traspaia come il resto :) Baci.

      Elimina
  12. È bello questo naturale cambio, questa evoluzione spontanea. Alla fine cambiamo sempre gusti, cambiamo passioni, e in questo caso mi sembra solo che sei maturata :)
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O sono invecchiata, che dir si voglia :D
      Va bene in ogni caso, la vita deve andare avanti. Baci.

      Elimina
  13. Ciao Sara! Io ho fasi in cui starei ore a truccarmi e altre in cui esco solo con il correttore e basta. La passione mi è rimasta ma a volte vado sempre di fretta e opto sempre per i make up naturali. Per me truccarmi è un modo per rilassarmi e farmi stare bene..mi piace ancora sperimentare. Apprezzo molto questo tuo post e le tue riflessioni dove,in alcuni aspetti, mi ci ritrovo. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu poi hai anche una bambina, di sicuro la fretta non ti manca ;)
      Io invece detesto perdere tempo, un po' in generale. Sul serio mi piacerebbe avere la bacchetta magica...

      Elimina
  14. come ti capisco! l'importante è essere sempre se stessi con più o meno trucco! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, il trucco non ci cambia. Di più o di meno, l'importante è fare ed essere ciò che ci si sente. Baci.

      Elimina
  15. Io ho cominciato a truccarmi tardi (16/17) rispetto alle mie amiche e cugine che erano già esperte alle medie, sono passata da un trucco basic a esperimenti piuttosto azzardati per consistenza, colore e texture in poco tempo, il trucco è stato puro divertimento per qualche anno poi è diventato a lungo una necessità emotiva e psicologica per coprire un'acne cistica devastante, avvicinandomi ai 30 il mio approccio è gradualmente cambiato, meno acquisti compulsivi, meno mode e trend, pochi trucchi ma usati fino in fondo (che soddisfazione vedere finalmente il buco di un blush o finire un fondo), acquisti mirati più che altro per sostituire quello che ho finito, trucco pensato più che altro a valorizzare i miei punti di forza e a rendere il viso più fresco e luminoso, l'estate scorsa è stata la mia prima estate in cui sono andata in giro senza trucco sentendomi perfettamente a mio agio (anche grazie a una buona skincare), prima mi costringevo a sudare sotto strati di roba...! Si cresce e si matura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso che 16-17 anni sia tardi, anzi :D credo di aver fatto pressappoco lo stesso. La questione "meno acquisti compulsivi" vale anche per me.
      E sono felice tu sia riuscita ad uscire senza make up sentendoti apposto, dovrebbe essere così per tutte noi.
      Baci.

      Elimina
  16. Si cresce, si matura, si cambia.
    Finché continuerai a scrivere con la stessa passione stai pur tranquilla che mi avrai tra le tue lettrici!
    Per me il makeup è ancora una scoperta. Mi piace sperimentare, provare prodotti nuovi, prendermi i miei 40 minuti e rilassarmi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Linda,
      comprendo bene questa voglia di sperimentazione. Io ho sperimentato molto, sicuramente mi sono tolta molti sfizi. Ma che dire, adesso non mi entusiasma qui. La tappa è conclusa, si passa oltre.
      Grazie di restare qui con noi :) Baci.

      Elimina
  17. Cara Sara, nelle tue parole leggo me stessa. Ti capisco alla perfezione provo esattamente quello che provi tu, a me però piace provare prodotti nuovi, rossetti, fondotinta e blush soprattutto, ma proprio perchè sono instabile e mi stufo facilmente.
    Ho smesso di truccarmi in maniera eccentrica circa 10 anni fa, avvenne gradualmente e adesso come te mi scoccia perdere quei 20 minuti per truccarmi. Si cambia.
    Bacini, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angelica,
      cambiare è naturale. Se non avessi avuto un blog e delle persone che mi leggono cui "render conto", in un certo senso, lo avrei vissuto in modo ancor più silenzioso e naturale.
      Tutto normale, non c'è nulla di cui sorprendersi. Fino a 2 anni fa potevo apprezzare l'ombretto metallico e cangiante, ora su me stessa...anche no.
      Baci, buona serata anche a te :)

      Elimina
  18. Capisco benissimo il tuo pensiero, a me truccarmi piace ma sento anche la necessità di smaltire quello che ho... sono talmente piena di cose che spesso mi sento quasi sopraffatta, sarà che sono in una fase della mia vita in cui voglio smuovermi, ma ho cambiato nettamente il mio modo di truccarmi e sto cercando di usare tutto ciò che Ho, a rotazione. Forse sto crescendo anche io. Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy, a me il trucco piaceva...solo che poi mi sono stufata.
      Finché una cosa ti valorizza bene, ma se ti imbruttisce che senso ha? e tante volte io mi sono vista imbruttita.
      Ora mi vedo meglio: più naturale, più me stessa. Pochi colori naturali, solo quelli giusti. E di provare 3000 mascara e 100 rossetti mi sono stancata. Che poi il mutuo mica si paga da solo ;)
      Baci. Grazie per avermi raccontato anche la tua esperienza.

      Elimina
  19. Buondì..
    Mi ritrovo un sacco nel tuo pensiero, ultimamente anch'io sto facendo i conti con questa mia "evoluzione". Quando ero più piccola, passavo le ore a truccarmi, ora ci sono giorni che ne sono quasi infastidita. Mole volte esco sempre un filo di trucco e ne sono realmente contenta. Non compro ombretti da anni, mi rendo conto di averne anche fin troppi, l'unica cosa che ancora mi fa battere il cuore sono i rossetti :) ma anche su quello ci sto lavorando!
    Mi sto evolvendo, mi piace questa nuova fase, è bello crescere! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è bello crescere :)
      Non sempre si possono mantenere i medesimi gusti o le stesse abitudini per una vita intera.
      Che poi io mi trucco ancora, ma evito di fotografare i miei make up, considerando che sono pressappoco sempre gli stessi.
      Baci.

      Elimina
  20. Mi ero accorta che non postavi più look, però non ci avevo dato troppo peso. Avevo semplicemente pensato che dipendesse dall'assenza di tempo e luci per scattare o magari perché (come faccio spesso anch'io) ti stessi truccando sempre allo stesso modo e magari non avesse senso condividere.

    Anche io sto iniziando a preferire la skincare al makeup, ma ancora la passione c'è ed è ancora forte. Mi piace ancora sperimentare con i prodotti, un po' meno con i colori. Non che non mi piaccia, ma look colorati richiedono tempo e attenzione più di quelli neutri.

    Se questo ti fa star bene e ti rende serena, sono contenta per te. E' giusto che sia così. Ci si evolve, cambiano le passioni, cambiamo noi ed il nostro modo di percepire le cose. E visto che i nostri blog sono qui per la nostra passione, è giusto parlare di ciò che ci appassiona.

    Un bacione bella <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao I.
      sono d'accordo con te. I nostri blog esistono per dare sfogo ad una passione. Se mi piace più parlare di creme e sieri che del nuovo rossetto uscito, mi sento meglio a fare così. Meglio un articolo ben impostato che uno arraffazzonato e tanto per fare.
      Un abbraccio.

      Elimina
  21. Cara Sara, se ti senti così, ti approvo, come sempre. Anzi, sicuramente questa cosa riesco a comprenderla molto di più della scelta di truccarsi solo per armocromia.
    Anche io ho i periodi o giornate in cui mi trucco minimale, in cui preferisco una base semplice e curata e basta, o addirittura il non portare trucco, per il semplice fatto che voglio vedermi in quel modo o che truccarmi non mi diverte in quel momento. Se quindi a te non diverte più truccarti in maniera assoluta, non devi farlo! Va benissimo così!
    Sinceramente la sola cosa che mi rattrista, e non è riferita a te ma a tantissimi commenti che leggo, è il solito immancabile connubio trucco=donna che si nasconde, trucco=ragazzina, non trucco=donna sicura e matura. Ma perchè? Ma perchè? Io non lo condivido questo. So benissimo che tu non la pensi così e il discorso è solo tuo. Questo è solo uno sfogo nel constatare che per molte invece, le cose stanno così. Mi fa tanta, tanta tristezza.
    Detto questo, sentirti serena è la sola cosa che conta. Ti abbraccio forte e ti bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tyta,
      ovviamente non mi aspetto che tutte le mie scelte vengano comprese e approvate, ci mancherebbe. Ogni decisione presa è sempre frutto di un percorso personale che non ci si può aspettare venga capito dall'esterno. Io solo so cosa abbia rappresentato, ad esempio, scoprire l'armocromia. Dopo una vita a lottare negativamente con la mia immagine, finalmente mi vedevo bene. Non ero io che avevo la faccia perennemente grigia e spenta, erano i colori sbagliati che ci mettevo su. Vedermi finalmente risplendere fu una sensazione meravigliosa. Ma come ripeto, non mi aspetto che chi legge possa capire ;)

      Il connubio trucco=maschera è duro a morire, me ne rendo perfettamente conto. Oltretutto io non ho smesso mai di truccarmi, ma solo di comprare roba nuova che andasse ad ammonticchiarsi sopra quella vecchia. Compro solo quello che effettivamente uso. E farvi vedere i miei trucchi "normali" per me non avrebbe alcun senso. Per me sarebbe una perdita di tempo e voi vi annoiereste.
      Per quanto mi riguarda il trucco è ancora un si, solo che non lo vivo più come una passione, ma semplicemente come uno strumento.
      Ti abbraccio forte anche io, grazie come sempre per questo bellissimo scambio. Baci.

      Elimina
  22. Apprezzo molto questo approccio nell'usare prodotti che si hanno e non nuove uscite, dovremmo farlo tutte un po' di più così ci sarebbero meno sprechi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi io gli sprechi li detesto. Non sai quanto mi dispiaccia gettare roba che ho usato poco o nulla...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...